Una posa per l’eternità: “La fotogenia”, nuovo video di Alessandro Orlando Graziano

Alessandro Orlando Graziano pubblica La fotogenia, il secondo singolo estratto da “Voyages Extraordinaires”, nuova creatura discografica del raffonato artista romano, attesa per inizio novembre. Cantautore che coniuga la ricercatezza letteraria a quella vocale, con questo brano, impreziosito da un recitato di Sandra Milo, Graziano rimanda a riflessioni sarcastiche sul bello, sulla caducità e sull’apparire, incongruente ed effimero dei Miti.

“Tempo che impolveri le cose immobili
e che consumi i corpi vivi
insegni ad indossar se stessi
a interpretarsi senza eccessi
negli specchietti e nella fotogenia
dei vecchi tempi”

Solo una vera ed ironica Diva come Sandra Milo avrebbe potuto accettare la follia di recitare in un brano come La fotogenia.
Omaggio alla bellezza sfacciata, alle Star che scaramanticamente cercano un riflettore per una posa per l’eternità, il brano rimanda con incalzare post moderno a riflessioni sarcastiche sul bello, sulla caducità e sull’apparire incongruente ed effimero dei Miti. Solo una mente creativa e libera poteva accostare, in un azzardato omaggio, Postalmarket e “La nascita di Venere” di Botticelli facendolo apparire come la cosa più naturale del mondo.
In questo brano Alessandro Orlando Graziano si serve di tastiere vintage (vagamente fine anni 70, inizio 80) e ritmiche minimali per esaltare le vocalità, avvalendosi di musicisti di primo livello: prodotto con Roberto Cola, vede l’arrangiamento degli archi curato da Fabio Cinti e la batteria di Dario Esposito.
Il videoclip è realizzato dagli ILLOGICA.

Annunci

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...