MONDIALI DI CICLISMO INNSBRUCK 2018: Una strepitosa Tatiana Guderzo conquista il bronzo nella prova femminile su strada. Interviste con la vincitrice Anna Van Der Breggen, Tatiana Guderzo, il ct Dino Savoldi, Elena Pirrone, Erica Magnaldi, Paolo Savoldelli

INNSBRUCK – Ai Mondiali di ciclismo di Innsbruck 2018 una immensa Tatiana Guderzo ha conquistato la sua terza medaglia iridata in carriera nella corsa su strada femminile, dopo l’argento nel 2004 e l’oro nel 2009, mettendosi al collo uno splendido bronzo sul difficile percorso lungo 156,2 chilometri, chiudendo in 4h16’30”. L’oro è andato all’olandese Anna Van Der Breggen (4h11’04”), grande favorita della vigilia, mentre l’argento è stato vinto dall’australiana Amanda Spratt staccata di 3’42”.

Per quanto riguarda le altre azzurre della Nazionale di Dino Savoldi Elisa Longo Borghini è arrivata 13a, Erica Magnaldi 20a, Elena Pirrone 58a, Sofia Bertizzolo 63a, Soraya Paladin 72a, mentre Elena Cecchini non ha terminato la gara.

“E’ bellissimo, è un giorno favoloso, non ho vinto ma sono felicissima per me stessa, per la Nazionale, per tutto lo staff, ancora una volta abbiamo dimostrato come gruppo di essere presenti, abbiamo tantissime atlete giovani promettenti e un grande vivaio in Italia. Non ero la favorita oggi, ma l’importante era portare a casa la medaglia. Questo è un regalo che faccio a me stessa e a mio papà che compie gli anni. Nel finale sentivo le gambe pesanti, ma nel ciclismo non bisogna mai mollare e ho dato tutto. E’ andata bene”, ha raccontato Tatiana Guderzo al nostro inviato Marco Borinato, che ha realizzato a caldo le interviste alle protagoniste del Mondiale, al ct Savoldi e all’ex ciclista Paolo Savoldelli.

INTERVISTA AUDIO CON TATIANA GUDERZO:

42727728_10215793195934820_8050063769897795584_o

credit foto Simone Zani

INTERVISTA AUDIO CON IL CT DINO SAVOLDI

“Tatiana è stata commovente, questo è l’aggettivo giusto per descrivere la sua impresa. Il percorso a detta di tutti è forse uno dei piu’ duri di sempre per quanto riguarda i Mondiali, sembrava avessimo perso ogni possibilità, il merito oggi è tutto di Tatiana. Siamo un movimento e un gruppo forte tra pista, strada, giovani e grandi. La passione è quella che ci anima, è bello che in occasioni come queste ci venga riconosciuto dai tifosi e dalla stampa. In campo maschile non sarà facile, ma faccio un grande in bocca al lupo a Davide Cassani e ai ragazzi”.

INTERVISTA AUDIO CON ANNA VAN DER BREGGEN

“Ho aspettato tanto questo giorno e sono felicissima di aver vinto l’oro”.

INTERVISTA AUDIO CON ELENA PIRRONE

“Questo era il mio primo Mondiale, è stata dura ma sono contentissima perché sono stata comunque protagonista, sono contenta di come abbiamo corso, siamo state una squadra unita e ci siamo difese bene, Anna Van Der Breggen aveva un altro passo ma il bronzo di Tatiana è prezioso per noi”.

INTERVISTA AUDIO CON ERICA MAGNALDI

“E’ stata la gara piu’ dura di quest’anno, me lo aspettavo, si diceva fosse un percorso per scalatrici ma anche loro non sono riuscite a fare la differenza in salita, è funzionato invece l’attacco a sorpresa e per fortuna Tatiana, grazie alla sua esperienza, ci ha portato questo bellissimo bronzo e sono felicissima. E’ il mio primo mondiale ed è un’emozione grande correre con grandi cicliste e avere i nostri tifosi a supportarci. Se un anno fa mi avessero detto che sarei arrivata tra le prime venti a un Mondiale non ci avrei creduto”.

INTERVISTA AUDIO CON PAOLO SAVOLDELLI

“E’ emersa l’esperienza e la grinta di Tatiana, a due giri dalla fine non ci avrei scommesso, è stata capace di recuperare e cogliere un risultato che credo sia il massimo che potesse portare a casa. Ha ottenuto grandissimi traguardi in passato, è abituata a vincere e nelle gare importanti conta saper gestire le situazioni e le pressioni”.

interviste a cura di Marco Borinato

credit foto copertina Federciclismo

Rispondi