EMOZIONI ROMANTICHE: L’Associazione per MITO Onlus porta a CasArché il ricco patrimonio poetico ed emotivo romantico, sabato 20 ottobre, ore 19

L’Associazione per MITO Onlus prosegue nella programmazione musicale autunnale portando la poesia e gli “affetti” che fluiscono rigogliosi nel repertorio musicale romantico a CasArché, la comunità d’accoglienza di Quarto Oggiaro che grazie all’iniziativa di Padre Giuseppe Bettoni e la dedizione di un nutrito gruppo di sostenitori permette a 10 nuclei mamma-bambino di ritrovare una serenità perduta, oltre che di reinserirsi attivamente nella società. Sul palco i violinisti Christian Joseph Saccon, solista di grande pregio, docente al Conservatorio di Torino e la giovane Alessia Cargnino saranno accompagnati al pianoforte da Nicolò De Maria.

L’appuntamento conferma la vocazione di carattere sociale, dell’Associazione per MITO Onlus che, non solo, si prodiga per sostenere l’omonimo Festival musicale internazionale delle città di Milano e Torino presieduto da Anna Gastel, ma caparbiamente di adopera per portare il messaggio universale della musica laddove ce n’è più bisogno, con un occhio di riguardo alle realtà sociali più decentrate e meno servite e una particolare attenzione al mondo dell’infanzia.

Il programma prende le mosse da Méditation, l’andante religioso in re maggiore, posto ad intermezzo di Thais di Jules Massenet, per proseguire con la Sonata in sol maggiore op. 78 n. 1 di Johannes Brahms, in cui l’uso di temi di chiara derivazione liederistica  – il Regenlied, in particolare, la “canzone della pioggia” che riecheggia lungo i tre movimenti dell’opera –  conferisce al lavoro quel carattere “affettuoso”, chiave del successo della raccolta. Seguono alcune incursioni nel repertorio russo, boemo e scandinavo partendo dal primo, con Vocalise di Rachmaninov, le cui numerose, così “cantabili” versioni strumentali derivano da un’originale effettivamente concepito per la voce umana. I Quattro pezzi romantici per violino e pianoforte Op. 75 di Dvořák mettono di nuovo al centro l’immediatezza e il brio del repertorio tradizionale, popolare boemo, mentre la trascrizione per violino e pianoforte del Notturno Op. 53 n. 1, intitolato a “Pan e Eco” di Jan Sibelius,  è pervasa da ritmi di danza. Si conclude con un brano di raro ascolto per due violini e pianoforte, da Cinque pezzi per due violini e pianoforte, di Shostakovich.

L’Associazione per MITO Onlus, attiva dal maggio  2016,  sostiene e  affianca le attività del Festival Internazionale MITO SettembreMusica oltre a  svolgere un proprio programma annuale di eventi di musica classica dedicati alle situazioni più fragili e ai luoghi decentrati della città e del territorio, nonché nelle scuole pubbliche di ogni ordine e grado .

L’Associazione può contare sul supporto del Comune di Milano e su una fitta rete di Istituzioni pubbliche che attraverso il proprio sostegno rendono possibili le attività: Municipi, Conservatorio di Musica “G. Verdi” di Milano, Civica Scuola di Musica Claudio Abbado, Case Circondariali-Ministero Giustizia, Istituti Scolastici pubblici di Milano.
Inoltre viene supportata da Fondazione Cariplo e da Zampa Foundation.
http://www.xmito.it

Fondata nel 1991 da padre Giuseppe Bettoni, Arché Onlus si prende cura di bambini e mamme che vivono una situazione di disagio sociale e fragilità personale, con l’obiettivo di accompagnarli verso l’autonomia. Lo fa a Milano attraverso la Casa di Accoglienza di Porta Venezia e CasArché a Quarto Oggiaro, dove ospita mamme e bambini con problematiche legate a maltrattamenti, immigrazione, disagio sociale e fragilità personale, e attraverso i suoi appartamenti che offrono alloggio temporaneo a nuclei familiari in difficoltà. Arché porta avanti anche numerosi progetti di sostegno ai minori in ospedale e ai minori immigrati a Milano, Roma e San Benedetto del Tronto e può contare su una vivace rete di volontari.

http://www.arche.it

BIOGRAFIE

Nato nel 1968 a Treviso, Christian Joseph Saccon comincia lo studio del violino al Conservatorio Statale di Musica di Castelfranco Veneto sotto la direzione di G. Volpato, ultimo erede della grande scuola veneta di Luigi Ferro. Nel 1988 si diploma con il massimo dei voti e successivamente frequenta numerosi corsi di specializzazione. Vince importanti premi e partecipa a numerose competizioni nazionali ed internazionali. Si è esibito come maestro concertatore, assistente maestro concertatore e primo violino con l’Orchestra Sinfonica G. Verdi di Milano, diretto da maestri di fama internazionale e ha suonato con prestigiose orchestre Ha ricoperto la cattedra di violino dal 2000 al 2002 presso il conservatorio di Musica “G. Verdi” di Milano, collaborando come spalla dell’Orchestra Filarmonica del Conservatorio sotto la direzione artistica del M° Gelmetti. Nel gennaio 2003 si esibisce come solista, con l’orchestra Sinfonica Giovanile della Cassa di Risparmio di Roma, ricevendo unanimi consensi dalla critica che lo segnala come uno dei migliori violinisti della sua generazione. Attualmente è docente di violino nel Conservatorio di Torino. Suona un violino Giuseppe Fiorini del 1924, di sua proprietà e un violino Capicchioni appartenuto al M° Accardo. Numerose le incisioni  CD e DVD  in particolare Il Concerto di Brahms della rivista Audiophile Sound (maggio 2012) con la MAV orchestra Budapest. Di questo Brahms l’autorevole critico musicale Alberto Cantù ha scritto: “Saccon solista limpido, di impeccabile tenuta esecutiva, eloquente, col pathos degli artisti di una volta ed infatti, come un tempo, applausi alla fine di ogni movimento. Lettura di riferimento” Ha eseguito il Primo Concerto di Wieniawski con l’OCF a Ferrara il 5 dicembre 2012 con grande successo. Nel 2014 ha eseguito il Concert Pathétique di W. Ernst con l’OCF a Ferrara ottenendo lusinghiere recensioni internazionali. A luglio 2015 ha eseguito a Londra la Tempesta di Paganini per violino e pianoforte in prima esecuzione assoluta moderna.

Alessia Cargnino nasce in provincia di Torino nel 1995. All’età di 11 anni inizia lo studio del violino presso l’istituto musicale “Pergolesi” di Sanremo, seguita dal Maestro Enrico Giovannini, primo violino di spalla dell’Orchestra Sinfonica locale.  A 13 anni è ammessa al Conservatorio “Giuseppe Verdi” di Torino, dove ha occasione di studiare con i Maestri Massimo Marin, Piergiorgio Rosso e Christian Joseph Saccon. Qui segue anche i corsi di pratica orchestrale, tenuti da Giuseppe Ratti, nonché di musica da camera e quartetto con Antonio Valentino, Alessandra Garosi, Manuel Zigante e Claudia Ravetto. Inoltre approfondisce lo studio della viola con Enrico Massimino e Mauro Righini.  Ha seguito masterclass e corsi di perfezionamento con Maestri di chiara fama Si diploma nel 2018 a pieni voti.  Fin dai primi anni di studio si distingue in numerosi concorsi musicali, ottenendo primi premi. Si è esibita sia nell’ambito di manifestazioni musicali coordinate dal Conservatorio di Torino e in differenti altre occasioni: si cita la Maratona torinese mozartiana “Nacht und Tag” nel 2017 e 2018 e la cerimonia in occasione della festività di San Vito presso il Santuario omonimo a Nole nel 2012, 2015 e 2018.

Nato nel 1990 a Caltagirone, Nicolò De Maria si è diplomato in pianoforte con 110/110 e Lode presso l’Istituto Superiore di Studi Musicali “V. Bellini” di Caltanissetta seguito dal M° Giuseppe Fagone. Ha poi conseguito il Master of Arts in Music Pedagogy superando tutte le prove didattiche con voto 6/6 e Lode e il Master of Advanced Studies in Music Performance and Interpretation presso il Conservatorio della Svizzera Italiana di Lugano seguito dal M° Mauro Harsch. E’ autore di tutti gli articoli musicali pubblicati sul portale online http://www.nicolodemaria.com e i consensi nonché il bacino di utenza crescono quotidianamente. I contenuti pubblicati sono rivolti a musicisti di livello medio-alto che desiderano approfondire aspetti pianistici quali la didattica dello strumento, la pedagogia musicale, l’ansia da palcoscenico, la memorizzazione musicale, la performance e altri argomenti tecnico-pratici riguardanti il repertorio pianistico.
Ha frequentato molte masterclass di alto perfezionamento pianistico ;ha vinto numerosi concorsi internazionali e ha suonato sia da solista che con diverse formazioni cameristiche in numerose città italiane ed estere. Si è esibito presso: Bosendorfer-Saal in Mozarthaus di Vienna, “Allegro Vivo” International Music Festival di Horn (Austria), Museo “Fernandez Blanco” di Buenos Aires, Teatro Municipal di Bahìa Blanca, Centro Culturale di Necochea (Argentina), Museo Nazionale “Fryderyk Chopin” di Varsavia, Accademia di Musica “Ignacy Jan Paderewski” di Poznań (Polonia), “Bernina 1865” Metaresort di Saint-Moritz, , Conservatorio della Svizzera Italiana di Lugano (Svizzera), Sala Concerti del Conservatorio di Musica “G. Verdi” di Torino e molti altri. Nel 2012 ha vinto una borsa di studio che gli ha permesso di proseguire e approfondire per un anno accademico gli studi pianistici presso l’Academy of Music “J. Paderewskiego” di Poznan (Polonia) sostenendo tutti gli esami con il massimo dei voti e la lode.  Nel mese di giugno 2016 ha effettuato in qualità di docente una pubblica masterclass sul tema “Prassi esecutiva del repertorio pianistico tardo-romantico” agli studenti del Conservatorio statale di Musica di Bahìa Blanca (Argentina). Effettua da diversi anni un’intensa attività didattica ad allievi dai 5 anni in poi. Attualmente insegna pianoforte a Lugano presso l’associazione musicale “MozArt Project” ed è accompagnatore presso il Conservatorio di Musica “G. Verdi” di Torino.

PROGRAMMA

J. Massanet (Saint-Etienne, 1842 – Parigi, 1912)
Meditation da “Thais”

J. Brahms (Amburgo, 1833 – Vienna, 1897)
Sonata per pianoforte e violino in Sol maggiore Op. 78 n. 1

S. Rachmaninov (Semenovo, 1873, Beverly Hills, 1943)
Vocalise Op. 34 n. 14

A. Dvořák (Nelahozeves, 1841 – Praga, 1904)
Quattro pezzi romantici per violino e pianoforte Op. 75

J. Sibelius (Hameenlinna, 1865 – Jarvenpaa, 1957)
Notturno Op. 53 n. 1

D. Shostakovich (San Pietroburgo, 1906 – Mosca, 1975)
da Cinque pezzi per due violini e pianoforte, “Preludio”

Christian Joseph Saccon, Alessia Cargnino, violino
Nicolò De Maria, pianoforte

Annunci

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...