ERMAL META IN TOUR NEI TEATRI NEL 2019 CON GLI GNUQUARTET: “L’idea di questa nuova avventura è nata quando ci siamo incontrati a Risorgimarche”. Video intervista e date del tour

Ermal Meta è senza dubbio uno dei protagonisti di questo 2018, che lo ha visto trionfare al Festival di Sanremo con “Non mi avete fatto niente” insieme a Fabrizio Moro, con cui ha rappresentato l’Italia all’Eurovision, pubblicare il disco “Non abbiamo armi”, certificato platino e attraversare l’Italia con un lungo tour che ha scaldato i cuori di centinaia di migliaia di “lupi” colorando l’estate di quella bellezza e di quelle emozioni che le sue canzoni sanno regalare, in qualunque posto le canti. Un tour che ha  collezionato una serie di sold out, dal Forum di Assago al Palazzo dei Congressi di Lugano, dal Foro Italico di Roma, al Real Belvedere di Caserta; da Piazza Santissima Annunziata a Firenze, al Castello Scaligero di Villafranca (VR); da Villa Manin in provincia di Udine a l’Abbazia di San Galgano a Chiusdino (SI); dall’Anfiteatro di Tharros in Sardegna al Teatro Antico di Taormina.

IMG_20181019_120307

Ermal Meta e gli GnuQuartet incontrano la stampa. Credit foto FM

Ma Ermal vive per la musica e non si ferma mai. Così dal 2 febbraio inizierà una nuova entusiasmante avventura nei teatri, e non sarà solo: a dar ancora piu’ intensità alla poesia delle sue canzoni ci saranno gli GnuQuartet, che vestiranno i brani con esclusivi abiti da sera, cuciti su misura da nuovi arrangiamenti per viola, violino, violoncello e flauto.

Stare fermo troppo tempo mi annoia, lo so, avevo detto che mi sarei fermato per un po’ ma dopo tre anni di concerti in elettrico volevo rallentare dal punto di vista sonoro. L’idea è nata quando ci siamo incontrati a Risorgimarche, dopo aver assistito al concerto degli GnuQuartet sono rimasto impressionato dalla loro bravura e siccome da qualche tempo avevo in mente di fare un percorso di questo tipo a teatro ho capito che era arrivato il momento giusto per realizzare questo desiderio. Gli GnuQuartet hanno la capacità di dare alla musica non solo la forza ma anche la delicatezza ed è quello che cerco di fare nelle mie canzoni“, ha raccontato entusiasta Ermal Meta incontrando la stampa.

Quando ci siamo dati il cambio con Ermal sul palco di Risorgimarche abbiamo avuto la sensazione di avere gli stessi gusti musicali, così al termine del concerto ci siamo incontrati, abbiamo bevuto un bicchiere di vino e parlato delle cover dei Muse. Poi Ermal ci ha contattati per questo progetto, abbiamo accettato subito e cercato di dare una veste piu’ acustica e piu’ rock ai brani. Siamo partiti dai pezzi piu’ tirati e difficili da arrangiare, cercando di dare diverse sfumature, anche attraverso pedaliere e archi. Le canzoni sono ricche dal punto di vista degli arrangiamenti. Per noi è una sfida sopperire all’elevato ritmico, ma abbiamo trovato tecniche alternative di esecuzione. Ogni canzone suggerisce una soluzione diversa”, hanno dichiarato gli GnuQuartet, composti da Stefano Cabrera al violoncello, Francesca Rapetti al flauto, Roberto Izzo al violino e Raffaele Rebaudengo alla viola.

ERMAL META (foto Rosa Piserà) 7

credit foto Rosa Piserà

Gli ultimi anni sono stati eccezionali per Ermal Meta:In questi tre anni ho fatto cose impensabili fino a poco tempo fa, se devo essere pignolo quello che mi è mancato è fare un’escursione dinamica sul palco, che ti permette di godere appieno della musica che stai facendo in quel momento. Sono contento di poter sperimentare anche questo. Non ho mai cercato di ostacolare il cambiamento, anzi penso che nella stagnazione del pensiero non ci sia molto di buono. La vita è come una scatola con tante cose, devi prendere quello che arriva. E’ tre anni che vivo nel modo in cui volevo e cerco di fare il mio mestiere al meglio”.

Ermal e gli GnuQuartet stanno già pensando al live e alle canzoni che porteranno nei teatri piu’ belli d’Italia: “La scaletta non sarà la stessa, ma varierà, abbiamo 30 canzoni a disposizione, ci siamo messi tre giorni in studio e abbiamo scelto dai tre miei dischi in base ai nostri gusti. Cercheremo di proporre un live variegato, ci saranno tante ballad, momenti divertenti, altri emozionanti, e belle sorprese. Ci saranno dei pezzi de La Fame di Camilla che non ho mai cantato nei live, che si prestano molto a questo contesto a livello di sonorità, due cover, una dei Radiohead e una dei Muse, e magari nel frattempo scrivo anche un pezzo inedito e lo faccio arrangiare dagli GnuQuartet. E poi potremmo chiedere al pubblico prima di ogni live le tre canzoni che vorrebbe ascoltare. La scaletta sarà di 20/22 pezzi perché i tempi in un live teatrale sono piu’ dilatati rispetto a un concerto nei club o nei palazzetti. Non canterò solamente ma suonerò anche il pianoforte, la chitarra, i synth, la drum machine. Questa avventura verrà documentata, ma non so ancora in quale forma“.

ERMAL META (foto Rosa Piserà) 5
credit foto Rosa Piserà

Ermal ha raccontato di essere curioso di sentire l’arrangiamento fatto dagli GnuQuartet su alcuni brani in particolare: “Non vedo l’ora di ascoltare Dall’alba al tramonto, Non abbiamo armi e Mi salvi chi può“.

Capitolo Sanremo, dopo la vittoria del 2018 il cantautore non ha intenzione di partecipare alla prossima edizione della kermesse: “Ci sono andato troppe volte negli ultimi anni, ho avuto la fortuna di arrivare terzo e l’anno dopo di vincere il Festival. Nel 2019 non sarò in gara. Ricordo ancora la mia prima partecipazione. Il suono nelle prove era uguale a quello della canzone ma una volta in diretta sul palco dell’Ariston ho notato che era diverso perché conta molto l’adrenalina e l’emozione dei musicisti. Suonare con tante persone che ti guardano è diverso“.

Attualmente è in radio il nuovo singolo di Ermal Meta, “9 primavere”, una ballad d’amore emozionante e struggente, accompagnata da un video diretto da Giovanni Tomaselli: “Il video di 9 primavere mi ha emozionato molto, avevo chiesto al regista di creare una storia d’impatto e lui ha fatto molto di piu’. Quando ho visto le immagini hanno vibrato molto dentro di me, mi sembrava giusto metterci la voce, ma non la faccia“.

A margine della presentazione stampa abbiamo realizzato una video intervista con Ermal Meta, parlando con lui non solo della nuova avventura nei teatri ma anche del momento che piu’ gli è rimasto nel cuore di questo 2018 speciale:

 

Queste le date del tour di ERMAL META in TEATRO con GNU QUARTET

Ermal Meta a Teatro

02/02 – Milano – Teatro Degli Arcimboldi

04/02 – Napoli – Teatro Bellini

05/02 – Pescara – Teatro Massimo

11/02 – Catania – Teatro Metropolitan

12/02 – Palermo – Teatro Al Massimo

15/02 – Reggio Emilia – Teatro Valli

16/02 – Trento – Auditorium Santa Chiara

25/02 – Roma – Sala Santa Cecilia

06/03 – Bari – Teatro Petruzzelli

08/03 – Montecatini Terme (PT) – Teatro Verdi

09/03 – Assisi (PG) – Teatro Lyrick

12/03 – Venezia – Teatro Goldoni

18/03 – Trieste – Teatro Rossetti

20/03 – Lugano (CH) – Palazzo Dei Congressi

23/03 – Genova – Teatro Carlo Felice

24/03 – Torino – Teatro Colosseo

di Francesca Monti

 

Annunci

Un commento

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...