Secondo appuntamento con “L’ora di legalità”, il nuovo programma di Loris Mazzetti, dedicato all’impegno civile contro fascismo, mafie, corruzione e razzismo, in onda domenica 12 maggio alle 23.45 su Rai3

“Un pm da strada significa non vivere la propria professione al chiuso di questi uffici, di queste aule di tribunale, ma andare fra la gente. Io frequento abitualmente parrocchie e scuole, soprattutto nelle località in cui è presente la ‘ndrangheta, voglio che la cittadinanza abbia un preciso punto di riferimento in me e nella Direzione Distrettuale Antimafia. Un pubblico ministero vicino ai cittadini”. Un pm da strada. In questa definizione si riconosce Alessandra Dolci, procuratore aggiunto e capo della Direzione Distrettuale Antimafia di Milano, titolare della maxi inchiesta milanese su corruzione, tangenti e ‘ndrangheta sugli appalti in Lombardia (95 persone indagate tra queste il governatore della Regione per abuso d’ufficio, 43 arresti tra cui politici, amministratore e imprenditore). Con Ilda Boccassini e i pm Ceccarelli e Storari, è stata contitolare del maxi processo alla criminalità organizzata calabrese al Nord denominato “Crimine-Infinito”. Nella sua prima intervista tv, realizzata con Loris Mazzetti, racconta la cultura ‘ndranghetista, cosa rappresenta per un affiliato la Madonna di Polsi, cosa dobbiamo e possiamo fare noi cittadini. Declina, inoltre, l’Articolo 54 della Costituzione, il faro che l’ha guidata da quando nel 1986 è entrata in magistratura. Nel secondo appuntamento con “L’ora di legalità”, il nuovo programma di Loris Mazzetti, dedicato all’impegno civile contro fascismo, mafie, corruzione e razzismo – in onda domenica 12 maggio alle 23.45 su Rai3 – partecipano anche Stefania  Pellegrini, docente di “Mafie e Antimafia” dell’Università di Bologna, autrice dell’importante saggio sulle infiltrazioni mafiose nell’economia legale “L’impresa grigia”; monsignor Mario Delpini, Arcivescovo di Milano, autore di una lettera ai parroci della Diocesi considerata  atto di resistenza alle mafie dove chiede di stare vicino alle imprese e alle famiglie in profonda crisi economica, terreno fertile per l’usura da parte della criminalità organizzata e di denunciare i danni sociali dati dalle infiltrazione, in particolare della ‘ndrangheta,  nelle istituzioni e nelle imprese. La puntata è arricchita dal video “L’Appello”, con la regia di Valerio  Cicco, dedicato alle stragi di Capaci e via D’Amelio, premiato al Giffoni Film Festival 2017, menzione speciale ai Nastri D’argento 2018. Gli studenti del corso Mafie e Antimafia dell’Università di Bologna si confrontano sul rapporto tra mafie e corruzione che, penetrando nella cosa pubblica, alterano i processi decisionali e politici. Uno dei primi casi conclamati di collusione fra sistema politico, imprenditoriale e mafioso è stato il così detto “sacco di Palermo” verificatosi alla fine degli anni 50. L’ora di Legalità di Rai3 è un programma realizzato con la collaborazione della Sede Rai per l’Emilia-Romagna e del Centro di produzione tv di Milano. In redazione: Francesca Campagnoli, Barbara Capuano, Andrea Carini, Dario Collina, Angelo Gorizzizzo, Antonella Mascali, Loris Mazzetti, Giovanni Molaschi, Graziano Paiella, Barbara Paolucci, Stefania Pellegrini, Paola Severini Melograni.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...