39° anniversario della strage alla Stazione di Bologna: programmazione dedicata sulle reti Rai

2 agosto 1980. Sono le 10.25 del mattino quando una bomba esplode alla Stazione di Bologna provocando 85 morti e oltre 200 feriti, alcuni dei quali, gravissimi, porteranno i segni dell’attentato impressi sul corpo per tutta la vita. La Strage di Bologna è l’atto terroristico più grave dalla fine della seconda guerra mondiale, in Italia, ed è anche uno degli ultimi gravi atti della strategia della tensione in quelli che vennero definiti gli “Anni di piombo”.
Quel giorno e quell’orario sono ancor oggi impressi nel ricordo doloroso dei sopravvissuti e dei parenti delle vittime e nella memoria di tutti gli italiani. Nel 39° anniversario della strage, accanto alle commemorazioni ufficiali e istituzionali, anche la Rai ha programmato una serie di iniziative editoriali, sia sulle reti che sulle testate, per non dimenticare.
Nel giorno della ricorrenza su Rai1 sia “Unomattina Estate”, alle 7.10, che nel pomeriggio “La Vita in Diretta Estate”, alle 16.50, dedicheranno spazi di approfondimento. Su Rai3, “Agorà”, alle 8.00 commemorerà il tragico evento con un’ampia copertura informativa, mentre alle 15.10, per “La Grande Storia – Anniversari”, andrà in onda “Bologna, 2 agosto 1980. La strage” di Vanessa Roghi. Lo Speciale ricostruirà, attraverso un’accurata ricerca negli archivi televisivi e radiofonici, la drammatica giornata di quel 2 agosto dalle prime ipotesi dell’incidente fino alla scoperta della matrice terroristica. Tra le testimonianze raccolte, quella di Anna Pizzirani, madre di una bambina ferita nell’esplosione e, oggi, vice presidente dell’Associazione familiari vittime della strage, che non ha mai smesso di chiedere verità e giustizia.
Tutte le Testate giornalistiche dedicheranno all’avvenimento ampia copertura nelle diverse edizioni quotidiane. In particolare, laTgR Emilia Romagna, seguirà le celebrazioni e gli eventi ufficiali e l’iniziativa “Mani che soccorrono”, scelta quest’anno per dare voce a chi, quel tragico 2 agosto 1980, si recò prima alla stazione e poi negli ospedali per portare il proprio aiuto.RaiNews24 effettuerà invece fin dal mattino collegamenti in diretta con l’inviato a Bologna per seguire le manifestazioni che la città e le istituzioni dedicano al ricordo della strage alla Stazione. Rai Storia, sempre venerdì 2 agosto, proporrà attraverso “Il giorno e la Storia” (alle 00.10 e poi in replica alle 8.30, 11.30, 14.00 e alle 20.30) il racconto della tragedia lungo l’arco di tempo che va dall’ attentato del 2 agosto 1980 al 9 giugno del 2000, quando la Cassazione ha emesso le ultime condanne per depistaggio. Per “Speciali Storia”, alle 23.00, “Cantiere 2 agosto” racconterà di un esperimento artistico filmato, realizzato con la supervisione della storica Cinzia Venturoli e la regia di Matteo Belli. Nel dicembre 2016, furono reclutati, attraverso i Social media, 85 volontari che si sono presi l’onere di studiare ciascuno la vita di una delle vittime della strage di Bologna. L’obiettivo, dar voce al ricordo di chi non c’è più, ma anche coinvolgere il pubblico in un grande cantiere di narrazione popolare. E ancora, per approfondire quella tragica pagina della storia italiana, Rai Cultura ha realizzato un WebDoc sul giorno della strage di Bologna, con preziosi video delle Teche Rai e contenuti esclusivi realizzati ad hoc. Grazie a questo documento, sarà possibile rivivere l’evento attraverso le immagini e il racconto fatto dai Tg e dai media dell’epoca, il parere degli storici e poi ancora grazie alle foto e alle grandi inchieste della Rai, come quella di Sergio Zavoli. Il doc sarà visibile online sul portale di Rai Cultura.
Radio Rai ricorderà la strage di Bologna con numerosi spazi di approfondimento su Rai Radio1 all’interno delle diverse edizioni dei Gr, e poi nei programmi di approfondimento su Radio2, Radio3 e Isoradio. Radio Techetè farà la sua parte, il 2 agosto, con uno speciale “Bologna”, dedicato alla ricostruzione radiofonica di quella terribile giornata. A partire dall’edizione straordinaria del Gr1 delle 10.30, si potranno ascoltare tutti i contributi radiofonici originali, i collegamenti con gli inviati da Bologna, le diverse edizioni dei giornali radio dell’epoca, le dichiarazioni di politici e personaggi pubblici subito dopo la strage. I contributi saranno trasmessi nello spazio “Speciali” del canale in onda alle ore 6, 14 e 22 e, on demand, su RaiPlay Radio.
Su Rai5, infine, domenica 11 agosto, andrà in onda alle 22.05 il documentario “Concorso 2 Agosto – XXV edizione”. Come ogni anno, per ricordare la strage di Bologna, il canale di Rai Cultura dedicherà un documentario di un’ora al Concorso Internazionale di composizione e alla sua premiazione. I tre vincitori, tra più di 90 concorrenti, guideranno i telespettatori all’ascolto delle loro opere, con l’Orchestra del Teatro Comunale e la direzione del maestro Yoichi Sugiyama. Alle immagini strazianti della stazione dopo l’esplosione si opporrà, ancora una volta, la forza creatrice e rigeneratrice della musica. Il racconto dell’evento, vibrante di note ma anche di memoria e commozione, si concluderà con l’esecuzione di un brano di Mario Pilati e dell’Agnus Dei della Messa da Requiem di Ildebrando Pizzetti.

Un commento

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...