Doppio viaggio di PresaDiretta nel nord e nel sud del Paese per mettere a confronto la sanità, la scuola, le infrastrutture e i trasporti, il turismo e il mondo del lavoro

Doppio viaggio di PresaDiretta nel nord e nel sud del Paese per mettere a confronto le voci principali che fotografano lo sviluppo nazionale: la sanità, la scuola, le infrastrutture e i trasporti, il turismo e il mondo del lavoro. Un viaggio a specchio che restituisce i cronici ritardi del sud, lunedì 7 ottobre alle 21.45 su Rai3.

Il PIL del sud Italia continua a scendere. Era al + 0,6 nel 2018 e si prevede un – 0,3 nel 2019, mentre Lombardia, Veneto ed Emilia Romagna rimangono attaccate alle regioni più ricche d’Europa.

Eppure nel sud Italia ci sono eccellenze nel settore della ricerca e dello sviluppo e distretti industriali e tecnologici molto avanzati.

Ma il ritardo strutturale del sud rallenta l’intero Sistema Paese. E l’economia del nord ha bisogno del meridione come mercato interno e come fornitore di materie prime, nel settore agricolo per esempio. E allora, visto che nord e sud sono così legati, cosa fare per recuperare la coesione nazionale? E per recuperare lo svantaggio e rilanciare la nostra economia?

Nello Studio di PresaDiretta gli ospiti di Riccardo Iacona:

Giuseppe Provenzano, il ministro per il Sud e la Coesione territoriale per ragionare sul futuro del Meridione. Deborah Cinquepalmi assessore alla Pubblica Istruzione di Taranto e Franco Guzzetti assessore alle Infrastrutture di Melzo in Lombardia per confrontare esperienze scolastiche differenti. Isaia Sales saggista che si è a lungo occupato di questioni meridionali.

I ragazzi dell’Associazione DaSud che si batte per contrastare le mafie.

E poi l’appuntamento con “Futuro Presente” e  le inchieste dedicate al mondo che verrà.

Con CIBO GENIALE,  PresaDiretta racconta la più grande rivoluzione tecnologica del ventunesimo secolo, che non è digitale ma biologica. Si chiama Crispr ed è un innovativa e sofisticata tecnica di editing genetico. L’ultima frontiera della scienza per tentare di sconfiggere alcune  malattie e migliorare la qualità di prodotti come ortaggi, frutta e frumento, una tecnica capace di rivoluzionare l’agricoltura. Cosa significherà per il cibo del futuro?

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...