Intervista con Angelica Sepe, la “cantachef” de La Prova del Cuoco: “Musica e cucina possono contribuire a cambiare il mondo”

La frizzante cuoca e cantante salernitana Angelica Sepe è nel cast della nuova edizione de La Prova del Cuoco, condotta da Elisa Isoardi e Claudio Lippi.

Cucina e musica sono da sempre le due grandi passioni dell’artista. Allieva di Roberto Murolo, ha tenuto concerti in tutto il mondo (New York, Washington, Montreal, Toronto, Cuba, San Paolo, Buonosaires, Tokyo, Osaka, Hiroshima, Taiwan, Cipro, Bruxelles, Liegi, Varsavia, Stoccolma, Casablanca, Tel Aviv, Gerusalemme, Damasco, Aleppo, Madrid, Lisbona, Parigi, Londra, Zurigo, Monaco, Dublino, Brasilia, Pretoria) contribuendo a diffondere internazionalmente, anche attraverso la rete degli Istituti di Cultura Italiani, il patrimonio artistico del proprio paese.

Un linguaggio senza tempo e senza confini quello di Angelica Sepe che porta nella sua voce i segni inconfondibili di una tradizione capace di rinnovarsi e di incrociarsi con le diverse ispirazioni e contaminazioni che arrivano dagli innumerevoli viaggi pur conservando nella diversità i segni della sua terra, i suoi profumi, colori e suoni.

Angelica Sepe è stata definita “l’Artista della pace”. Il suo impegno sociale inizia nel 1999 con il brano “Ma si tu staje cu’ mme” da lei scritto, con contaminazioni arabe, che diventa il leit motiv di una campagna sociale atta a sensibilizzare l’opinione pubblica alla “cultura dell’accoglienza”. È il primo passo di quello che diventerà il suo maggiore impegno, infatti tra il 2007 e il 2010 la sua voce arriva a Beirut e NaKura, a Gerusalemme e Tel Aviv con i contingenti di Pace delle Nazioni Unite, in Kossovo, in Iraq. Nel 2014 Angelica è ancora impegnata in un nuovo progetto sociale con i Refugee a favore dei Rifugiati Politici in collaborazione con il “Centro Enea” di Roma il più grande in Europa, con il brano “Lacrime al sole” da lei scritto. Nel giugno 2015 inizia una nuova collaborazione con l’attore Enzo De Caro che scrive è dirige “L’Oro di Murolo”, un omaggio elegante a Roberto Murolo. Nel 2018 debutta a Belgrado con il nuovo spettacolo “Galà Napoletano Napoli…sempre”, scritto e diretto dalla stessa Angelica Sepe che ha come obiettivo quello di promuovere uno scambio culturale, tra la tradizione musicale napoletana classica e le varie culture internazionali. Angelica Sepe è testimonial della petizione all’Unesco per la Candidatura de “Il Belcanto e l’Opera Lirica Italiana per il riconoscimento quale patrimonio culturale immateriale dell’umanità”.

Le radici campane, unite al suo carisma e alla sua simpatia, hanno permesso ad Angelica Sepe di entrare subito in sintonia anche con il pubblico a casa de La Prova del Cuoco.

870720f7-bb75-4de7-8bcb-fd9b4bac05cb

Angelica, è nel cast della nuova edizione de La Prova del Cuoco. Cosa l’ha spinta a intraprendere questa nuova sfida?

“Ho iniziato a cucinare a 8 anni e in contemporanea prendevo lezioni di chitarra, sono due amori nati insieme perchè sono strettamente uniti. La Prova del Cuoco è arrivata quasi per gioco nel senso che alcune carissime amiche produttrici del programma mi hanno chiesto di cucinare insieme a loro e raccontare un po’ di storia, infatti narro storie di cibo legate ai ricordi e alla musica, per questo mi chiamano la “cantachef”. Faccio un salto in quello che è il mio passato”.

Qual è il suo piatto forte?

“La parmigiana abbinata ad una delle canzoni piu’ belle del panorama musicale italiano e in particolare napoletano, “Tu si na cosa grande” di Domenico Modugno, perchè seduta ad un tavolo con una parmigiana fumante e una chitarra la prima canzone che viene in mente è questa. E poi c’è il terzo elemento che sottovalutiamo sempre che è l’olfatto, il senso che scatena i ricordi. Quindi una buona parmigiana, un buon profumo, una canzone d’amore rendono una serata speciale e al termine tutto è pronto per una nottata eccellente (ride)”.

IMG_2747

Parlando di musica, è stata allieva del maestro Roberto Murolo. Qual è l’insegnamento piu’ grande che le ha lasciato?

“Mi ha insegnato a studiare tutte le cose, anche il mio modo di vedere la cucina è studiato, da 25 anni ho un ristorante a Roma gestito dalle mie figlie dove prepariamo piatti della cucina regionale, seguendo le ricette autentiche perchè bisogna partire dal classico. In Italia abbiamo un patrimonio culinario grandissimo, dobbiamo mangiare prodotti sani, piatti fatti con semplicità, perchè sperimentare? Dobbiamo smettere di essere esterofili, una vera pasta al pomodoro ad esempio si fa con il pelato San Marzano. Va bene un’idea innovativa, ma la partenza deve essere tradizionale. In una ricetta i due ingredienti fondamentali sono la qualità del prodotto e il cuore che si mette nel cucinare”.

Ha omaggiato il maestro Murolo collaborando con Enzo Decaro nello spettacolo “L’Oro di Murolo”…

“E’ uno spettacolo molto bello, Enzo raccontava del suo incontro con Roberto Murolo, con Pino Daniele, con Massimo Troisi, metteva in luce tre caratteri con un excursus della musica napoletana dai primi del Novecento fino ad oggi”.

Tra i tanti concerti che ha fatto nel mondo ce n’è uno che piu’ le è rimasto nel cuore?

“I concerti che ho fatto in Israele, a Tel Aviv e a Gerusalemme, per l’atmosfera mistica, particolare, tanto che anche la mia voce sembrava volare, sentivo vibrazioni che in altri posti non ho provato”.

E’ stata definita “l’artista della pace”. Quanto oggi la musica può fare per abbattere le barriere che ancora esistono e contribuire a cambiare la società?

“La musica come la cucina può fare tantissimo per cambiare il mondo, se ce ne dessero la possibilità. Oggi però non ci sono piu’ le grandi melodie, quella musica che ti fa pensare, riflettere, innamorare, fare i figli, ora va di moda la trap, il rap, è un modo diverso di fare musica ma non penso possa portare pace. La nostra musica è quella dei cantautori, la grande opera lirica e la canzone del Novecento napoletana. L’unico artista che ho sempre amato è Jovanotti perchè scrive parole importanti nelle sue canzoni. Tutte le arti devono far pensare e suscitare un sentimento”.

Oltre a Roberto Murolo quali artisti sono stati importanti per la sua formazione musicale?

“Ascolto Pino Daniele e tutta la musica jazz, da Chet Baker a Frank Sinatra”.

angelica2

E’ la portavoce della musica napoletana nel mondo e si adopera per portare avanti una tradizione che altrimenti rischierebbe di andare persa…

“La musica napoletana che per me è la piu’ bella del mondo può sembrare antica o volgare se cantata da artisti che la usano in maniera impropria ma essendo io un’allieva di Roberto Murolo ho lottato per salvaguardare il patrimonio musicale tradizionale. Ci piace cantare le canzoni con la sola chitarra o con grandi musicisti che hanno un bagaglio importante alle spalle e suonano dal vivo”.

Se pensa alla splendida città di Napoli quale immagine le viene in mente?

“Mi viene in mente un’immagine culinaria, un fiore di zucca ripieno di acciughe, uno sciurillo”.

9acdca07-7344-4a4a-ab90-2bcc787e1e2b

In quali progetti sarà prossimamente impegnata?

“Continuerò a prendere parte a La Prova del Cuoco, mi diverto molto anche se è impegnativo perchè porto tanti riferimenti storici, dall’Opera buffa a Troisi, da Totò ad Eduardo De Filippo. Martedì ad esempio ho presentato un dolce che si chiama zuppetta napoletana dedicata a Nino Taranto. Poi porteremo in teatro “Galà Napoletano Napoli…sempre” in cui sarò sul palco con altri tre artisti per mostrare quello che è Napoli attraverso la musica del cantautore, la cantante classica e la musica lirica. Infine ogni giovedì e su richiesta anche la domenica nel mio ristorante Napul’è, in via Giulio Cesare a Roma, propongo uno spettacolo dedicato a Pino Daniele”.

di Francesca Monti

 

 

 

Annunci

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...