Il sadico del villaggio di Maurizio Cardillo al Teatro delle Moline, dal 21 al 24 novembre

Dopo il debutto al Festivaletteratura di Mantova, l’attore e regista Maurizio Cardillo porta in scena al Teatro delle Moline, dal 21 al 24 novembre, Il sadico del villaggio, un omaggio a Marcello Marchesi (1912-1978), giornalista, scrittore dalla penna dissacrante, autore radiofonico, televisivo, di pubblicità e caroselli diventati poi storici nella cultura italiana, definito da Umberto Eco “il re delle battute fulminanti e un genio del gioco di parole”.

Come in un sogno l’attore, tornato bambino, vede Marcello Marchesi dentro la TV Philco in bianco e nero: un monologo surreale, un discorso che dura da cinquant’anni e incuriosisce alcune divinità come Ugo Tognazzi, Walter Chiari, Ave Ninchi e Paolo Panelli. Queste “entità” accorrono nel corpo dell’attore per ascoltare le parole di Marchesi con l’eleganza assoluta e lo stile impareggiabile che li caratterizzava. Tuttavia anche le divinità sudano alla luce rossa delle telecamere e le taglienti critiche dello scrittore non risparmiano nessuno. Il suo è un “flusso di incoscienza”, un malloppo di cattiverie esilaranti, un turbinio di slogan per vendere al migliore offerente la vita. E così anche il pubblico comincia a pensare per battute infinite, con una sadica proliferazione di parole che rende impossibile ogni ordine.

Smoking, scarpe di vernice, camicia bianca e papillon nero: il futuro diventa una copia sensibile degli anni ‘60 italiani, ovvero un sogno.

 

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...