Intervista con Paolo Romano, in scena al Teatro Quirino di Roma con “Arsenico e vecchi merletti”: “E’ uno spettacolo geniale con vari piani di lettura”

Al Teatro Quirino di Roma fino al 19 gennaio è in scena “Arsenico e vecchi merletti”, spettacolo con la regia di Geppy Gleijeses, che vede tra i protagonisti Paolo Romano, eclettico e fascinoso attore, nel ruolo di Mortimer Brewster.

Scrittore, ex scapolo convinto, Mortimer torna a casa dalle zie Abby e Martha (interpretate da Giulia Lazzarini e Anna Maria Guarnieri) per raccontare del suo fresco matrimonio con Elaine Harper, ma scopre che le due amabili e anziane ziette “aiutano” gli inquilini ai quali affittano le camere a lasciare la vita con un sorriso sulle labbra, offrendo loro del vino di sambuco corretto con un miscuglio di veleni, e che li seppelliscono nel Canale di Panama, la cantina di casa dove il fratello di Mortimer, Teddy (che crede di essere Theodore Roosevelt), scava e ricopre di continuo nuove buche per occultare i cadaveri. Deciso a porre fine alla pazzia delle due zie e del fratello, Mortimer cerca di far internare Teddy in una casa di cura, ma i suoi piani vengono sconvolti dall’arrivo dell’altro fratello Jonathan, un efferato pluriomicida i cui lineamenti sono stati rovinati a seguito di numerosi interventi di chirurgia plastica subiti. Anche Jonathan, che è accompagnato dal suo fidato amico, il dottor Einstein, ha un cadavere di cui disfarsi e tenta di seppellirlo nella cantina, per poi eliminare anche il fratello Mortimer. Ormai credutosi l’ultimo erede di una famiglia di pazzi maniaci, Mortimer cerca di allontanare da sé Elaine per il timore di farle del male, ma poco prima della partenza di Teddy per la clinica, le due zie  rivelano che in realtà Mortimer è il figlio illegittimo di una domestica che era andata a lavorare in casa Brewster poco prima che Mortimer nascesse.

In questa intervista che ci ha gentilmente concesso Paolo Romano ci ha parlato dello spettacolo “Arsenico e vecchi merletti” e dei prossimi progetti.

IMG-20200108-WA0003

Paolo, sei in scena al Teatro Quirino di Roma con “Arsenico e vecchi merletti”, in cui interpreti Mortimer Brewster, ruolo che al cinema fu di Cary Grant e che a teatro è stato interpretato dal regista dello spettacolo Geppy Gleijeses. Puoi presentarci il tuo personaggio?

“Mortimer è il bravo nipote, ex scapolo convinto e fa il critico teatrale. Il pubblico non coglie a prima vista tutte le sfumature del testo che fa molto ridere. Non a caso viene detto che prima Mortimer faceva l’agente immobiliare, poi è stato spostato di ruolo e messo a fare il critico teatrale, che è anche una sottile critica nei confronti di chi fa quel mestiere. Mi spiego meglio: è come dire faceva l’agente immobiliare e l’hanno spostato di lavoro ma è la stessa cosa, oppure quando è impossibilitato ad andare a teatro Mortimer afferma “mandateci qualcun altro, cosa ci vuole a scrivere una critica teatrale?”. Questo perchè non stiamo raccontando l’anima del personaggio ma una storia che è un marchingegno perfettamente tarato e bilanciato in tutte le sue fasi, in cui ognuno ha il suo ruolo”.

Cosa ti affascina maggiormente di questo spettacolo?

“E’ sagace e al di là delle risate ci sono vari piani di lettura, è una commedia scritta molto bene, non a caso si continua a mettere in scena a teatro. Se vai al cinema spesso i plot sono molto semplici, c’è il povero frustrato che diventa ricco. Poi ci sono le eccezioni e maestri contemporanei come ad esempio Paolo Virzì che hanno una capacità narrativa maggiore. Questa pièce ha molti livelli, infatti si parla anche di eutanasia in modo ironico. Le due vecchiette di fatto la praticano sugli ultimi al mondo, sulle classi povere e disagiate, sulle persone sole. Quest’opera è assolutamente geniale”.

Sul palco sei affiancato da due grandissime artiste quali Giulia Lazzarini e Anna Maria Guarnieri. Come ti trovi a lavorare con loro?

“Mi sono trovato molto bene, sono due grandi professioniste e un esempio per tutti. Mettono impegno, dedizione in ogni cosa, sono puntigliose, precise. Facciamo parte di generazioni di attori diversi e quando vai a vedere come recitavano loro e la tradizione di artigianato perchè a teatro siamo artigiani oltre che artisti, c’è solo da imparare, da quanto tempo prima arrivano a teatro all’importanza che danno ad ogni singolo dettaglio. Sono due bravissime attrici molto diverse tra loro. Per me è un onore lavorare con Giulia Lazzarini e Anna Maria Guarnieri”.

Lo spettacolo è dedicato a un grande maestro del cinema italiano come Mario Monicelli, di cui nel 2020 ricorre il decennale della scomparsa…

“Mario Monicelli è un monumento per l’Italia, i suoi film sono pietre miliari della storia del cinema, la sua sagacia, il suo talento sono immensi”.

paolo romano-1

In quali progetti sarai prossimamente impegnato?

“Sono impegnato con la tournée di “Arsenico e vecchi merletti” fino a primavera inoltrata e contemporaneamente giro la soap “Un posto al sole”. Il mio personaggio, Eugenio Nicotera, sta per iniziare un filone narrativo molto interessante. Per il resto ho fatto dei provini e spero che anche a livello teatrale questo spettacolo mi porti qualche nuova occasione lavorativa”.

Puoi anticiparci qualcosa in piu’ su quali sviluppi avrà il tuo personaggio Eugenio Nicotera?

“Gli autori scrivono molto bene il mio personaggio, non posso anticipare molto ma posso dire che si muoverà su due fronti: un filone investigativo e uno privato dove succederanno tante cose”.

 

Questo slideshow richiede JavaScript.

credit foto Ufficio Stampa

Cosa ti auguri per il 2020 che è appena iniziato?

“Nel 2020 voglio diventare ricco, quest’anno compio 50 anni e vorrei realizzare questo desiderio (ride). Siccome non credo di riuscirci mi auguro di essere felice con me stesso, con la mia famiglia e con quello che mi circonda”.

di Francesca Monti

2 commenti

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...