SANREMO 2020: Questa sera sul palco dell’Ariston, nel corso della prima serata del Festival, saranno ospiti Gessica Notaro e Antonio Maggio che canteranno il brano “La Faccia e il Cuore”, scritto con Ermal Meta

Questa sera sul palco dell’Ariston, nel corso della prima serata del Festival di Sanremo 2020, saranno ospiti Gessica Notaro e Antonio Maggio che canteranno il brano “La Faccia e il Cuore”, scritto con Ermal Meta, che affronta il tema della violenza sulle donne e racconta la storia di Gessica, modella e cantante, sfregiata con l’acido dall’ex compagno nel 2017.

“È stato un onore collaborare con @antoniomaggioofficial nella scrittura di una canzone così importante. Sentirla cantare da @gessicanotaroreal mi ha fatto venire i brividi. Le sue cicatrici sono il tatuaggio che il destino ha lasciato su di lei e credo che la lei abbia una forza immensa. Ma ci sono anche le cicatrici che non si vedono e che fanno ugualmente male. Questa canzone è per tutti e io sono fiero di aver fatto la mia parte”, ha scritto Ermal Meta, che si conferma ancora una volta un cantautore attento e sensibile a tematiche importanti come la violenza sulle donne, che aveva trattato anche nel brano Vietato Morire.

Così Antonio Maggio ha raccontato la genesi del brano: “Corre l’anno 2013: vinci la categoria giovani a Sanremo e giri il video di quella canzone; sul set conosci questa ragazza bellissima con una personalità forte e determinata e con un sorriso che le illumina il viso, che nutre una forte passione per la musica; diventare amici è facile come ritrovarsi 5 mesi dopo a girare ancora insieme un’altra clip. Ognuno prosegue nel proprio percorso sia personale che artistico e in una fredda sera di Gennaio del 2017 la ritrovi tra le notizie principali del TG: è stata sfregiata con l’acido dal suo ex fidanzato. Una notizia terribile che ti toglie il fiato e pensi che oltre ad essere una donna che ha subito un gesto  di violenza indicibile è anche una tua amica”.

Nasce così La Faccia e il Cuore: con la complicità di Ermal Meta, Antonio Maggio scrive la canzone e chiede a Gessica di cantarla con lui.

“Ora guardati allo specchio e dopo dimmi cosa vedi, tanto silenzio in un pugno di stelle, ma c’è una donna ancora in piedi”.

Non piegarsi davanti al dolore, di fronte allo specchio che riflette un’immagine che fatichi a riconoscere, parlarne e cantare questo dolore. Quello che ha fatto Gessica Notaro in questi anni con grande coraggio diventando un esempio di forza e determinazione per tante donne. 

credit foto Fb Antonio Maggio

 

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...