Cento anni fa la nascita di San Giovanni Paolo II

Vi diranno che non siete abbastanza. Non fatevi ingannare, siete molto meglio di quello che vi vogliono far credere“, il 18 maggio si celebra il centenario della nascita di San Giovanni Paolo II, un Papa carismatico, umile, generoso, vicino alla gente di tutto il mondo, un uomo che ha saputo portare la Croce fino all’ultimo, dando un messaggio di coraggio e di speranza, che ha bagnato con gocce d’amore le terre di tante nazioni, che ha saputo avvicinare alla Chiesa i giovani.

San Giovanni Paolo II (Karol Józef Wojtyła), il Pontefice venuto da lontano, il primo non italiano, è nato a Wadowice, in Polonia, il 18 maggio 1920, terzo figlio di un ufficiale dell’esercito. Quando nel 1939, le forze di occupazione naziste chiusero l’Università Jagellonica, dove frequentava la facoltà di filologia, lingua e letteratura polacca, il giovane Karol lavorò in una cava e in seguito nella fabbrica chimica Solvay per potersi guadagnare da vivere ed evitare la deportazione in Germania. A partire dal 1942, sentendosi chiamato al sacerdozio, frequentò i corsi di formazione del seminario maggiore clandestino di Cracovia, diretto dall’Arcivescovo della città, il Cardinale Adam Stefan Sapieha. Fu anche uno dei promotori del “Teatro Rapsodico”, anch’esso clandestino. Dopo la guerra, continuò i suoi studi nel seminario maggiore di Cracovia, nuovamente aperto, e nella Facoltà di Teologia dell’Università Jagellónica, fino alla sua ordinazione sacerdotale avvenuta a Cracovia il 1° novembre 1946, per mano dell’Arcivescovo Sapieha. Successivamente fu inviato a Roma, dove conseguì nel 1948 il dottorato in teologia, con una tesi sul tema della fede nelle opere di San Giovanni della Croce. Nello stesso anno ritornò in Polonia e fu coadiutore dapprima nella parrocchia di Niegowić, e poi in quella di San Floriano, a Cracovia. Fu cappellano degli universitari fino al 1951, quando riprese i suoi studi filosofici e teologici. Il 4 luglio 1958, Papa Pio XII lo nominò Vescovo titolare di Ombi e Ausiliare di Cracovia. Il 13 gennaio 1964 fu proclamato Arcivescovo di Cracovia da Papa Paolo VI. Partecipò al Concilio Vaticano II (1962-1965) con un contributo importante nell’elaborazione della costituzione Gaudium et spes. I Cardinali, riuniti in Conclave, lo elessero Papa il 16 ottobre 1978. Il suo pontificato è stato uno dei più lunghi della storia della Chiesa ed è durato quasi 27 anni. Il giorno della sua elezione si presentò al mondo dicendo: “Non parlo ancora bene la vostra lingua, ma se sbaglio voi mi corrigerete”. Nella prima omelia del suo Pontificato  si rivolse ai fedeli con queste parole: “Non abbiate paura! Aprite, anzi, spalancate le porte a Cristo! Alla sua salvatrice potestà aprite i confini degli Stati, i sistemi economici come quelli politici, i vasti campi di cultura, di civiltà, di sviluppo. Non abbiate paura!”.

giovanni-paolo

Giovanni Paolo II ha esercitato il suo ministero con instancabile spirito missionario, dedicando tutte le sue energie fino all’ultimo giorno di vita, nonostante l’attentato subito in Piazza San Pietro nel 1981 e la malattia che ne minarono il fisico ma non lo spirito negli ultimi anni, compiendo 104 viaggi apostolici internazionali in 129 paesi del mondo e 146 visite pastorali in Italia, perché affermava che “il Papa non può rimanere prigioniero del Vaticano. Io voglio andare da tutti, dai nomadi delle steppe ai monaci e alle suore nei conventi. Voglio attraversare la soglia di ogni casa”, per un totale di quasi 1 milione e 200 mila chilometri percorsi. Ha scritto 14 encicliche, è stato il Papa dei giovani, con i quali ha creato un rapporto speciale, istituendo nel 1985 le Giornate Mondiali della Gioventù, con l’intento di costruire un filo di relazioni che legassero nazioni e religioni diverse sotto il segno dell’ecumenismo. Memorabile la Giornata della Gioventù a Tor Vergata (Roma) durante il Giubileo del 2000. Le 19 edizioni della GMG che si sono tenute nel corso del suo Pontificato hanno visto riuniti milioni di giovani in varie parti del mondo. Allo stesso modo la sua attenzione per la famiglia si è espressa con gli Incontri mondiali delle Famiglie da lui iniziati a partire dal 1994. Giovanni Paolo II ha promosso con successo il dialogo con gli ebrei e con i rappresentati delle altre religioni, convocandoli in diversi Incontri di Preghiera per la Pace, specialmente ad Assisi. Sotto la sua guida la Chiesa si è avvicinata al terzo millennio e ha celebrato il Grande Giubileo del 2000, secondo le linee indicate con la Lettera apostolica Tertio millennio adveniente. Con l’Anno della Redenzione, l’Anno Mariano e l’Anno dell’Eucaristia, Giovanni Paolo II ha promosso il rinnovamento spirituale della Chiesa. Ha celebrato 147 cerimonie di beatificazione, nelle quali ha proclamato 1338 beati e 51 canonizzazioni, per un totale di 482 santi. Ha proclamato Dottore della Chiesa Santa Teresa di Gesù Bambino.

Grande appassionato di sport è stato definito l’atleta di Dio per le sue molteplici passioni sportive, dal nuoto al canottaggio, dal calcio allo sci, con le sue vacanze in Trentino (famosa la sua gita sull’Adamello con il Presidente della Repubblica Sandro Pertini) o sui monti dell’Abruzzo.

Papa Wojtyla è scomparso il 2 aprile 2005, è stato dichiarato Beato dal suo successore Papa Benedetto XVI il 1° maggio 2011 e proclamato Santo da Papa Francesco il 27 aprile 2014. Due sono i miracoli avvenuti per intercessione di San Giovanni Paolo II che sono stati accertati: la guarigione della suora francese Marie-Simon Pierre dal morbo di Parkinson, e quella di Floribeth Mora Diaz, una donna del Costarica guarita da un aneurisma considerato incurabile.

di Francesca Monti

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...