Sabato 4 luglio alle ore 21.30 a Bergamo prende il via Lazzaretto on stage. Protagonisti della serata saranno Alessio Boni e Omar Pedrini con lo spettacolo “66/67”

Sabato 4 luglio alle ore 21.30 prende il via Lazzaretto on stage, iniziativa promossa dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Bergamo, per riavviare in città le attività di spettacolo bruscamente interrotte dall’emergenza Covid 19, realizzata in collaborazione con numerose realtà Istituzionali e associative del territorio.

Prima fra queste a scendere in campo, la Fondazione Teatro Donizetti, con la sua Stagione di Prosa e Altri Percorsi e con uno spettacolo imperniato sul dialogo fra teatro e musica. Protagonisti della serata saranno infatti l’attore Alessio Boni e il musicista Omar Pedrini, che con “66/67” proporranno un viaggio nella memoria attraverso poesie e canzoni che hanno accompagnato più di una generazione. Oltre all’attore bergamasco e al rocker bresciano, saranno in scena tre musicisti: Carlo Poddighe (tastiere), Larry Mancini (basso), Stefano Malchiodi (batteria). Testi di Alessio Boni e Nina Verdelli.

La serata avrà anche il sapore di un ideale abbraccio fra Bergamo e Brescia, città duramente colpite dal coronavirus: sia Alessio Boni che Omar Padrini si sono spesi negli ultimi mesi a sostegno di numerose iniziative di solidarietà e il loro incontro nella suggestiva cornice del Lazzaretto assume quindi un significato particolarmente simbolico.

«Questo è uno spettacolo – spiega Alessio Boni – che nasce da un’amicizia e da una serie di coincidenze. A dividere me e Omar Pedrini è solo un anno, io sono del 1966, lui del 1967 (da qui il titolo) e un lago: il lago d’Iseo che separa il bresciano dal bergamasco.

Non solo, inconsapevolmente io e lui ci siamo scambiati i sogni, io da piccolo avrei voluto fare la rockstar, Omar l’attore. Forse i nostri desideri incompiuti ci hanno dato la spinta per creare questo spettacolo.

Cresciuti con gli stessi riferimenti musicali, siamo entrambi convinti che alcune canzoni siano poesie. Poesie spesso perdute, perché i testi sono per la maggior parte in inglese e non tutti li comprendono. Lo scopo di questo concertato è raccontare il contesto, spiegare il testo di una canzone, per poi farlo apprezzare appieno con musica e canto. L’augurio è che, capendo di più, si gusti di più».

La scaletta sarà aperta da “Blowin’ in the Wind” di Bob Dylan e da “Sound of Silence” di Simon and Garfunkel. A seguire, tra le altre canzoni, “Mother” di John Lennon”, “Walk On The Wild Side” di Lou Reed, “Heroes” di David Bowie, “Redemption Song” di Bob Marley e “Everybody Hurts” dei REM. Non mancheranno anche due canzoni italiane come “Sole spento” dei Timoria e, in chiusura di spettacolo, “Io non mi sento italiano” di Giorgio Gaber.

Biglietteria
Biglietti in vendita esclusivamente on line su www.vivaticket.it.
Costo biglietto 7 euro (più diritti prevendita).
È possibile acquistare i biglietti fino 5 minuti prima dell’orario di inizio dello spettacolo, che in caso di maltempo sarà recuperato la sera successiva.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...