La Juventus ha esonerato Maurizio Sarri

Maurizio Sarri non sarà l’allenatore della Juventus nella prossima stagione. La società bianconera ha comunicato l’esonero con una nota ufficiale sul sito:

“Maurizio Sarri è stato sollevato dal suo incarico di allenatore della Prima Squadra. La Società desidera ringraziare il tecnico per aver scritto una nuova pagina della storia bianconera con la vittoria del nono Scudetto consecutivo, coronamento di un percorso personale che lo ha portato a scalare tutte le categorie del calcio italiano”.

Fatale all’allenatore è stata l’eliminazione agli ottavi di Champions per mano del Lione e il conseguente fallimento del grande obiettivo stagionale. Si conclude quindi dopo un solo anno l’esperienza di Sarri sulla panchina della Juventus. Un’annata strana, particolare, condizionata dallo stop per la pandemia, ma anche da un feeling con lo spogliatoio e con la tifoseria bianconera mai sbocciato completamente, tra critiche (dall’abbigliamento agli schemi), polemiche e potenziale inespresso.

Non è bastata la vittoria (non scontata) del nono scudetto consecutivo, conquistato a due giornate dal termine e sofferto soprattutto nell’ultima parte della stagione con blackout mentali inspiegabili e un gioco quasi mai brillante. Senza contare le sconfitte nelle finali di Coppa Italia contro il Napoli e nella Supercoppa Italiana contro la Lazio. 

Va però ricordato anche che Sarri si è trovato a guidare una rosa non costruita da lui, con un centrocampo a volte non all’altezza e con diversi giocatori che nei momenti cruciali sono stati assenti a causa di infortuni. Come spesso accade è l’allenatore a pagare per tutti quando non si ottengono i risultati sperati ma sarà importante anche valutare l’operato della dirigenza e fare delle scelte appropriate relativamente ad acquisti e cessioni, tenendo conto che servono almeno un paio di terzini, un regista e un bomber per avere una squadra competitiva anche in Europa.

Per il post Sarri si fanno i nomi di Andrea Pirlo, attuale neo tecnico della Juventus Under 23, Pochettino, Zidane, Simone Inzaghi, Massimiliano Allegri e Paulo Sousa.

di Francesca Monti

 

 

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...