Marisa Laurito “dirige” Rai Storia e la “Domenica Con”

La Napoli delle “maschere” di Eduardo e Totò, quella dei “mille culure e mille culture” di Pino Daniele o della Nuova Compagnia di Canto Popolare, ma anche quella a “stelle e strisce”, sospesa tra guerra e dopoguerra. Senza dimenticare il suo mare e la bellezza raccontata da Arbore e La Capria. Una città, con i suoi volti e le sue voci, alla quale l’attrice partenopea Marisa Laurito rende omaggio scegliendo e commentando per i telespettatori – domenica 15 novembre dalle 14.00 alle 24.00 su Rai Storia – il palinsesto di “Domenica Con”, lo spazio curato da Enrico Salvatori e Giovanni Paolo Fontana. Un palinsesto in cui, in prima serata, trova spazio anche il film premio Oscar di Vittorio De Sica “Ieri, oggi e domani” con Marcello Mastroianni e Sofia Loren.
Prima protagonista è la figura di Pulcinella, in un “Pulcinella ieri e oggi”, in cui Eduardo De Filippo e il regista Franco Zeffirelli ripercorrono la storia di questa maschera.
Alle 14.45, un’intervista del 1967 al drammaturgo Giuseppe Patroni Griffi, che omaggia la figura di Raffaele Viviani con il suo spettacolo “Napoli notte e giorno” e, a seguire, l’intera puntata di “Giochiamo al varietè” dedicata a Napoli: un’occasione per ricordare anche il regista Antonello Falqui, scomparso il 15 novembre, un anno fa.
Alle 16.00 va in scena la stessa Laurito in uno sketch con Riccardo Pazzaglia in “Quelli della notte”, mentre subito dopo “Mare nostrum” racconta Napoli e il suo mare, due identità indissolubili.
Il “cuore” del pomeriggio dell’attrice partenopea, alle 18.15 è il documentario dedicato a Pino Daniele intitolato “Il tempo resterà” e firmato da Giorgio Verdelli, preceduto dalla puntata ambientata a Napoli della serie “Tutto Totò”, con un omaggio al Principe della risata, anche nella celebre scena della lettera con Peppino De Filippo.
Ancora una regia di Antonello Falqui alle 20.25: “Tammurriata nera”, del 1973, segna l’esordio televisivo della Nuova Compagnia di Canto Popolare, ospite della celebre trasmissione di Gabriella Ferri “Dove sta Zazà”.
Spazio anche al racconto della città tra il 1943 e il 1945 con “Americans” e le tante storie che vanno dall’ottobre del 1943 al dicembre del 1945 quando Napoli era governata dagli Alleati e il suo porto era il più importante del mondo.
In prima serata, poi, il film di De Sica “Ieri, oggi e domani”, preceduto da un rarissimo documento dalle Teche Rai del 1963, in cui – durante le riprese del film – Vittorio De Sica omaggia in diretta televisiva l’arte e la bellezza di Sofia Loren.
La “Domenica Con” di Marisa Laurito si chiude alle 23.35 con “Napoli signora” alla scoperta della vitalità musicale di Napoli, grazie ai racconti di Renzo Arbore e Raffaele La Capria sulla cultura della canzone napoletana del ‘900.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...