Speciale Tg1 tra spopolamento e riscoperta dei piccoli centri

Lo ‘Speciale Tg1’, in onda su Rai1 domenica 15 novembre alle 22.55, porterà i telespettatori in un inusuale quanto affascinante viaggio in Italia. Sono 5500 i comuni italiani sotto i cinquemila abitanti. E’ l’Italia dei paesi dove vive meno di un quinto della popolazione italiana. Il resto è concentrato nelle 14 aree metropolitane e in cittadine di medie e grandi dimensioni. Un fenomeno che dagli anni del boom economico non si è mai fermato. Eppure se da una parte sono mille i paesi a rischio spopolamento, altrettanti sono quelli dove si registra un incremento demografico superiore alla media nazionale. Una riscoperta delle aree interne che è diventata evidente nell’estate del coronavirus con aziende agrituristiche, borghi storici e località di montagna che hanno segnato il tutto esaurito. Accompagnati dal poeta Franco Arminio che dalla vita dei piccoli borghi trae spunti per la sua poetica, Speciale Tg1 con Alessandro Gaeta ha fatto un viaggio dal sud al nord dell’Italia, in alcuni luoghi simbolo dello spopolamento: da Roghudi Vecchio, paese dell’Aspromonte completamente abbandonato, alla piccola Cibiana, comune del Cadore di 373 abitanti. Da una parte lo spopolamento, dall’altra la riscoperta della vita in campagna e in piccoli centri come Troina, cittadina della Sicilia interna dove il sindaco sta puntando tutto sul ripopolamento del centro storico, o come i tanti paesi delle Marche dove si moltiplicano le attività turistiche e le aziende agricole condotte da giovani che dopo l’università hanno scelto di investire il proprio futuro nell’Italia interna.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...