SANREMO 2021: IL RACCONTO DELLA SECONDA SERATA. LA CLASSIFICA GENERALE PROVVISORIA VEDE AL COMANDO ERMAL META, DAVANTI AD ANNALISA E IRAMA

La seconda serata del Festival di Sanremo 2021 si è aperta con Amadeus e Fiorello, accolti da una platea di palloncini colorati che hanno occupato le poltrone vuote in platea al teatro Ariston.

“Mi rivolgo ai grandi: bisogna organizzare quanto prima una campagna vaccinale di quelle potenti, vogliamo vaccinarci tutti affinché questo incubo finisca”, ha detto Fiorello.

E’ stata quindi la volta dell’esibizione delle quattro Nuove Proposte: Wrongonyou con “Lezioni di volo”, Greta Zuccoli con “Ogni cosa sa di te”, Davide Shorty con “Regina” e i Dellai con “Io sono Luca”. A passare in finale sono stati Wrongonyou e Davide Shorty.

E’ iniziata poi la gara dei Campioni. La prima ad esibirsi è stata una delle più grandi artiste della musica italiana, Orietta Berti, al ritorno in gara a Sanremo dopo 29 anni, con “Quando ti sei innamorato”, seguita da Bugo con “E invece sì” e da Gaia con “Cuore amaro”. I quarti artisti a salire sul palco sono stati i ragazzi de Lo Stato Sociale con “Combat Pop”, quindi è stato il turno del duo La Rappresentante di Lista con “Amare”, di Malika Ayane con “Ti piaci così” e di Ermal Meta con “Un milione di cose da dirti”.

La gara è proseguita con gli Extraliscio feat. Davide Toffolo con “Bianca luce nera”, Random con “Torno a te”, Fulminacci con “Santa Marinella”, Willie Peyote con “Mai dire mai (La locura)”, Gio Evan con “Arnica” e Irama con “La genesi del tuo colore” (esibizione audio/video tratta dalla prova generale).

La seconda serata del Festival ha visto molti prestigiosi ospiti, a cominciare da Laura Pausini, fresca vincitrice del Golden Globe con “Io sì (Seen)” come miglior canzone per il film Netflix La vita davanti a sé di Edoardo Ponti con la grande Sophia Loren. “Ogni volta che salgo su questo palco provo una grande emozione. Non ci si abitua mai ed è strano pensare di aver vinto un Golden Globe con una canzone tutta cantata in italiano”, ha detto la Pausini, visibilmente emozionata, prima di cantare “Io sì”.

Quindi è stata la volta dell’omaggio al Maestro Ennio Morricone affidato al trombettista Nello Salza, che ha suonato il tema de “Il buono, il brutto e il cattivo”, al figlio Andrea Morricone che ha diretto l’orchestra in “Metti una sera a cena”, e al trio de Il Volo che ha cantato l’intensa “Your Love”, in un’anteprima del concerto-evento in programma a giugno “Il Volo tribute to Ennio Morricone”: “Noi siamo nati su questo palco, per noi stasera è stata una grande emozione omaggiare il Maestro Ennio Morricone che è un simbolo dell’Italia nel mondo. Volevamo ringraziare il Maestro Andrea Morricone e tutta la famiglia per la fiducia che ci hanno dato per questo nostro nuovo progetto in cui canteremo le colonne sonore dei film da lui scritte sia in inglese che in italiano, da Nuovo Cinema Paradiso a C’era una volta in America”.

Il terzo ospite è stato il campione di marcia Alex Schwazer che ha raccontato la sua storia: “Chi mi ridarà la vita che ho perso in questi anni? Nessuno, non si può tornare indietro, ma si può rimediare, non si possono perdere altre gare senza avere colpe. Sono finito in tribunale perchè in un primo momento dovevo difendermi dall’accusa di doping e volevo dimostrare la mia innocenza. Dopo tanti anni ho trovato un giudice coraggioso che ha voluto vederci chiaro. Chiedo di essere di nuovo giudicato dalla giustizia sportiva alla luce dei nuovi fatti, dopo che il gip di Bolzano ha archiviato le accuse penali a mio carico”, ha detto il marciatore che in questi difficili anni è stato supportato dalla sua famiglia: “Ho una bimba di 4 anni e un bimbo che sta per compiere cinque mesi. La famiglia mi ha aiutato a dare il giusto peso alle cose, in mezzo a tanta amarezza. Il mio obiettivo è partecipare ai Giochi di Tokyo 2021, mia figlia mi vedrà in gara per qualificarmi, e poi alle Olimpiadi perché ho tanta determinazione e voglio chiudere questo cerchio. Ho vinto in tribunale, ma sono uno sportivo e voglio vincere sul campo da gara”.

Spazio poi a tre grandi artisti, Gigliola Cinquetti, Fausto Leali, Marcella Bella, che hanno proposto alcuni loro grandi successi, che sono partiti dal palco dell’Ariston arrivando in tutto il mondo: Non ho l’età, Mi manchi, Senza un briciolo di testa, Dio come ti amo, Io amo, Montagne verdi.

Gigi D’Alessio ha invece cantato il suo nuovo singolo “Guagliune” con Enzo Dong, Ivan Granatino, Lele Blade e Samurai Jay, giovanissimi esponenti della scena urban napoletana, mentre Francesca Barra e Claudio Santamaria sono stati protagonisti del quadro di Achille Lauro, sul palco con una lunga treccia rossa in omaggio a Mina, danzando sulle note di Bam Bam Twist.

Sul palco dell’Ariston anche Cristiana Girelli, capocannoniere della Nazionale femminile di calcio e della Juventus, che si è detta felice che le bambine oggi possano sognare di diventare calciatrici in quanto dal prossimo anno anche in Italia ci sarà il professionismo per il calcio femminile.

Promossa a pieni voti Elodie, co-conduttrice della seconda serata, elegantissima e molto spigliata anche in questo ruolo inedito, che ha proposto un medley di grandi successi, da Tequila e guaranà a Il battito animale, da E la luna bussò a Fotoromanza, da Soldi e Rumore, e ha poi emozionato con un monologo in cui ha raccontato la sua storia, quella di una ragazza che ha dovuto lottare più di altre per affermarsi e per inseguire i suoi sogni capendo infine che “essere all’altezza non è più un mio problema, essere all’altezza è un punto di vista”. Zlatan Ibrahimovic si è invece collegato in video da Milano e ha rivolto un pensiero al capitano della Fiorentina Davide Astori, scomparso improvvisamente il 4 marzo 2018.

Al termine della serata Amadeus ha annunciato la prima classifica provvisoria dei Campioni in base ai voti della giuria demoscopica (dal primo al tredicesimo posto):

Ermal Meta con “Un milione di cose da dirti”

Irama con “La genesi del tuo colore”

Malika Ayane con “Ti piaci così”

lo Stato sociale con “Combat pop”

Willie Peyote con “Mai dire mai (La locura)”

Gaia con “Cuore amaro”

Fulminacci con “Santa Marinella”

La Rappresentante di lista con “Amare”

Extraliscio feat. Davide Toffolo con “Bianca luce nera”

Gio Evan con “Arnica”

Orietta Berti con “Quando ti sei innamorato”

Random con “Torno a te”

Bugo con “E invece sì”

E’ stata quindi annunciata la prima classifica generale provvisoria dei Campioni in base ai voti della giuria demoscopica (dal primo al ventiseiesimo posto):

Ermal Meta con “Un milione di cose da dirti”

Annalisa con “Dieci”

Irama con “La genesi del tuo colore”

Malika Ayane con “Ti piaci così”

Noemi con “Glicine”

Fasma con “Parlami”

Francesca Michielin e Fedez con “Chiamami per nome”

Lo Stato Sociale con “Combat Pop”

Willie Peyote con “Mai dire mai (La locura)”

Francesco Renga con “Quando trovo te”

Arisa con “Potevi fare di più”

Gaia con “Cuore amaro”

Fulminacci con “Santa Marinella”

La Rappresentante di Lista con “Amare”

Maneskin con “Zitti e buoni”

Max Gazzè con “Il farmacista”

Colapesce Dimartino con “Musica leggerissima”

Coma_Cose con “Fiamme negli occhi”

Extraliscio feat. Davide Toffolo con “Bianca luce nera”

Madame con “Voce”

Gio Evan con “Arnica”

Orietta Berti con “Quando ti sei innamorato”

Random con “Torno a te”

Bugo con “E invece sì”

Ghemon con “Momento perfetto”

Aiello con “Ora”

di Francesca Monti

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...