La “lingua” di Sanremo a Le parole per dirlo

Da “Grazie dei fiori” di Nilla Pizzi al “Me ne frego” di Achille Lauro, le canzoni di Sanremo hanno prodotto, nell’arco di settant’anni, un vocabolario ricco di espressioni destinate a riecheggiare nel linguaggio quotidiano degli italiani. A questo vasto repertorio linguistico attinge la puntata de “Le parole per dirlo”, il settimanale di Rai3 che analizza, in vari campi, il nostro modo di esprimerci, in onda domenica 14 marzo, alle 10.15, su Rai3. Ospite di Noemi Gherrero è questa volta il giornalista e critico musicale Ernesto Assante, che ripercorre la storia di Sanremo e approfondisce con i linguisti Valeria Della Valle e Giuseppe Patota, presenze fisse del programma, il significato di alcune formule chiave del più noto palcoscenico canoro nazionale, a cominciare dalla parola Festival. Gli interventi dei ragazzi collegati da casa e una galleria di filmati arricchiscono la trasmissione.    

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...