Nello Speciale Tg1 dal titolo “Un medico in famiglia”, in onda domenica 14 marzo alle 23.40 su Rai1, l’inchiesta di Maria Grazia Mazzola per capire com’è cambiato l’avamposto del Servizio Sanitario pubblico della Medicina Generale

Un anno fa, l’11 marzo, l’OMS dichiarava la “pandemia”. Una pandemia che non è ancora stata sconfitta e ha messo in ginocchio l’intero pianeta. Nello Speciale Tg1 dal titolo “Un medico in famiglia”, in onda domenica 14 marzo alle 23.40 su Rai1, l’inchiesta di Maria Grazia Mazzola per capire com’è cambiato l’avamposto del Servizio Sanitario pubblico della Medicina Generale e come sta cambiando nella bufera della grave pandemia in corso. Sono 45.000 i medici di famiglia e il 60% è donna. “Le dottoresse di famiglia non hanno tutele, la maternità non è riconosciuta”, dice la Segretaria Generale SMI Pina Onotri. In Gran Bretagna come lavorano e quanto sono pagati i General Practitioner? E in Italia, quanto guadagnano i medici di famiglia e che compiti hanno? Parla l’ex presidente dell’Unione europea dei medici di famiglia, il dottor Aldo Lupo, e parlano i pazienti fragili e i contagiati dal Covid-19. La testimonianza inedita e drammatica della dottoressa di medicina generale di Verona, Franca Mirandola che – contagiata dal Covid-19 durante le cure a un paziente anziano – è rimasta tre mesi in rianimazione e altri sette in ospedale paralizzata e racconta l’incubo vissuto: “I colleghi mi hanno salvato la vita – dice –  I medici vanno rispettati’.
Per la prima volta in tv, testimonieranno anche le dottoresse di famiglia di Foggia associate alla rete Viola Dauna per fare emergere le violenze in famiglia, seguendo le indicazioni dell’OMS: “Arrivare prima delle lesioni si può, la prevenzione riguarda noi medici, abbiamo un ruolo di sentinelle”. E parlano le pazienti che hanno subito violenza in famiglia. Cosa denunciano gli esposti dei cittadini al Tribunale per i diritti del malato? L’intervista alla vice segretaria generale di Cittadinanzattiva Anna Lisa Mandorino: “In Italia l’assistenza domiciliare ai pazienti è in un baratro”, mentre il vice segretario nazionale FIMMG Domenico Crisarà denuncia che i medici di famiglia non sono stati protetti dal Covid-19. Non a caso il numero dei medici morti in Italia è il più alto d’Europa. E poi le USCA: chi sono e quanto sono pagati i giovani medici precari che ne fanno parte? Come funzionano la Telemedicina a Vigonza e la medicina generale nel Lazio? E a che punto è la funzione di raccordo della farmacia tra medico e paziente? E infine, il grido di allarme dei sindacati dei medici: tra qualche anno verranno a mancare 14.000 medici di famiglia e 14 milioni di italiani rimarranno senza assistenza.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...