Simona Ventura torna su Rai 2 dal 31 marzo con “Game of Games – Gioco Loco”: “E’ un format divertente e leggero in cui la conduzione conta tantissimo”

Puro divertimento e grande impatto visivo, sono questi gli ingredienti di “Game of Games – Gioco Loco”, lo show che segna l’atteso ritorno di Simona Ventura in prima serata su Rai2 mercoledì 31 marzo.

Partito nella stagione 2017/2018 sulla NBC con Ellen DeGeneres come padrona di casa, il programma ha avuto un successo immediato che gli ha fruttato il titolo di miglior debutto dell’anno. Dagli Stati Uniti al Brasile, Australia e Thailandia, per poi arrivare in Europa dove lo show è già stato trasmesso in Germania, Spagna e Portogallo. La versione italiana, prodotta da Blu Yazmine per Rai2, vedrà giochi spettacolari studiati per mettere alla prova in ogni puntata 6 VIP affiancati da altrettanti concorrenti NIP. Scopo della sfida arrivare al gioco finale e portare a casa il montepremi in palio.

E’ un programma su cui la rete conta molto e che ha avuto un grande successo negli Stati Uniti, condotto da Ella Degeneres. Rai 2 cerca di essere presente dando un po’ di sollievo agli spettatori in un periodo complicato come quello che stiamo vivendo. Non c’è nessuna più autoironica di Simona e quindi era la conduttrice ideale per questo show. Con lei stiamo parlando anche di “Pasticci in famiglia”, uno dei progetti che abbiamo in cantiere, ma stiamo lavorando in un contesto molto faticoso“, ha dichiarato Ludovico Di Meo, direttore di Rai 2 nel corso della presentazione stampa.

“E’ un format che il mercato italiano conosceva già perché ha circolato in tanti Paesi dopo il grande successo americano dove l’apprezzamento è dovuto anche alla conduzione di Ellen. Ci sono macchine sceniche attrezzate grazie alla disponibilità che ci è stata data dai portoghesi con la Warner che ha messo a disposizione lo studio a Lisbona permettendoci di registrare il programma in un momento complicato, a dicembre, in cui era difficile muoversi. Trovo bello questo aiuto reciproco che c’è stato da parte dell’audiovisivo europeo“, ha detto Ilaria Dallatana di Blu Yazmine.

La parola è quindi passata a Simona Ventura che si è detta felice di questa nuova sfida televisiva:E’ un programma che mi ha entusiasmato fin dall’inizio sia perché era presentato nel format americano da Elle Degeneres sia perché ho avuto la possibilità da parte di Rai 2 di spaziare, creare e tornare a fare la conduttrice come ho sempre fatto. Andare in Portogallo con i concorrenti è stata una gita di classe fuori porta, mangiare insieme, divertirsi, fare cose che fino a un anno fa erano normali e poi sono diventate eccezionali. Questo programma negli altri Paesi del mondo vede la partecipazione di persone comuni ma io mi trovo più a mio agio a maltrattare i vip e abbiamo pensato di mettere questa squadra di sei personaggi famosi che lavorano per le persone comuni e vengono scelti per arrivare alla vittoria finale del montepremi. E’ un format divertente, leggero e una boccata d’aria fresca in un periodo complesso come quello che attraversiamo. La conduzione conta tantissimo ed è un altro dei motivi che mi ha portato a sposare immediatamente questo progetto. Mi sono ispirata a Elle che è un mito e un punto di riferimento per gli americani ma poi ho messo del mio. Siamo i primi nel mondo ad avere i Vip e Warner ci ha fatto i complimenti. Abbiamo fatto una scelta molto oculata dei concorrenti famosi e sono stati tutti felicissimi di partecipare. Non mi sono messa direttamente alla prova nei giochi perché il ritmo delle registrazioni era molto serrato”.

La conduttrice ha poi parlato della sua lunga e fruttuosa carriera e di cosa le ha insegnato l’esperienza del covid che ha provato direttamente:Rivendico tutti i programmi che ho fatto, anche quelli lontano dalla Rai, perché credo che tutto serva ad alimentare quella che è la mia curiosità. Mi piace rischiare, cadere e rialzarmi ma mai restare ferma. Ho fatto delle scelte sia buone che cattive ma non ho rimpianti né sono una che torna indietro dopo aver preso una decisione, nel lavoro e nella vita. Ho fatto i programmi nel momento giusto in cui ho avuto una libertà creativa. La tv cambia perché ci sono i device e il mondo digital ma quella generalista ha ancora una base molto solida. Il covid mi ha insegnato a dare il giusto peso alle cose e a quello che conta davvero”. 

Lo studio di “Game of Games – Gioco loco” è pensato come un grande lunapark. Una scenografia ricca di luci, colori ed effetti speciali, in cui Simona Ventura, con il piglio che conosciamo e la voglia di mettersi in gioco, guiderà le pazze sfide in un clima giocoso, conviviale e all’insegna della spensieratezza. In una cornice con musiche e atmosfera tipiche degli anni 90 il pubblico vedrà in azione vere e proprie macchine sceniche, degne dei migliori parchi divertimenti. E da lunapark saranno le reazioni dei concorrenti, costretti a “volare via”, letteralmente, oppure a precipitare in trabocchetti, botole o vasche, ogni volta che commetteranno un errore.

Terminati i 6 round di giochi preliminari a eliminazione diretta, i quattro vincitori accedono alla semifinale. Solo l’unico “sopravvissuto” avrà l’opportunità di aggiudicarsi il montepremi della puntata, ma a patto di superare una temutissima sfida contro il tempo.

I 6 VIP che si sfideranno nella prima puntata sono: Raffaella Fico, Max Giusti, Elettra Lamborghini, Ignazio Moser, Massimiliano Rosolino e Nicola Ventola.

Mentre nelle prossime puntate vedremo in gara anche Dj Angelo, Alex Belli, Fabrizio Biggio, Sofia Bruscoli, Marco Carta, Max Cavallari, Jody Cecchetto, Maddalena Corvaglia, Sara Croce, Omar Fantini, Peppe Iodice, Jonathan Kashanian, Enzo Miccio, Juliana Moreira, Franceska Pepe, Amaurys Perez, Gilles Rocca, Nicole Rossi, Gianluca Scintilla, Totò Schillaci, Ema Stokholma, The Show, Melita Toniolo e Debora Villa.

I GIOCHI

IL TEMPO DELLE MELE

Due VIP, scelti dai concorrenti NIP in gara, legati l’uno all’altro con una corda elastica, indossano delle pantofole e cercano di raccogliere quante più mele possibile usando solo i denti per deporle in un recipiente comune. Il primo che riesce a mettere 5 mele nel recipiente, vince.

LA PAROLA PERICOLOSA

Due squadre composte da due partecipanti ciascuna – 1 concorrente NIP e un VIP da lui scelto – devono indovinare la parola vincente senza pronunciare quella “pericolosa”. Un compagno di squadra – che conosce sia la parola vincente che quella “pericolosa” – fornisce degli indizi, mentre l’altro, seduto di fronte a un cannone, cerca di indovinare. Se uno dei due partecipanti pronuncia la parola “pericolosa”, viene colpito da una sostanza viscida. Se, invece, indovina la parola vincente, viene colpito l’avversario.

GIRO QUIZ

Un sorteggio stabilisce il concorrente NIP che per primo ha facoltà di scegliere il VIP. Il conduttore pone una domanda, dopodiché due partecipanti VIP, scelti dai concorrenti in gara, vengono fatti girare su delle poltrone reclinabili, fissate a una piattaforma rotante. Quando le poltrone si fermano, devono correre per afferrare una palla. Il VIP che prende la palla ha la possibilità di rispondere alla domanda. Ogni risposta corretta vale un punto.

VOLA VOLA

Il conduttore presenta ai due partecipanti VIP imbracati, scelti dai concorrenti NIP in gara, una categoria (ad esempio “cose bollenti”). Poi, a turno, i due VIP nominano cose che appartengono a quella categoria. Quando uno di loro non riesce a dire una cosa nuova o ne ripete una già detta, riceve uno ‘strike’ e viene sollevato leggermente dalla sedia mediante l’imbracatura. Chi riceve tre ‘strike’ è eliminato e viene sollevato verso il soffitto.

LO SCIACQUONE

I concorrenti NIP scelgono due VIP che si sfideranno. A questo punto il conduttore fa una domanda ai due VIP in gara. Può rispondere soltanto il VIP che riesce ad afferrare una bottiglia d’acqua appoggiata su un podio prima dell’avversario.  Una volta data la risposta, se è corretta, il VIP deve tirare il manico di uno degli otto ombrelli presenti in studio: quasi tutti conterranno al loro interno un carico d’acqua, tranne uno che lascerà asciutto il concorrente riempiendolo di coriandoli glitter.

IL PUZZLE

Due concorrenti VIP, scelti dai giocatori NIP, gareggiano per completare un puzzle fotografico. Il primo che finisce vince, mentre l’altro viene tirato indietro dall’imbracatura e ‘scagliato’ in aria nello studio.

IN BOCCA AL MOSTRO

I VIP scelti, a turno, stanno in piedi all’interno della grossa bocca del “mostro a un occhio solo”. I due devono rispondere a turno a una domanda con una risposta numerica da zero a cinque. Se sbagliano, devono tirar via i denti al mostro. L’obiettivo è evitare di estrarre il “dente misterioso”. Se verrà estratto, la bocca del mostro si chiuderà e inghiottirà il VIP malcapitato.

YOUTUBA

Due VIP fanno a turno per rispondere a delle domande. Se sbagliano, il conduttore fa girare una ruota che determinerà quanti pulsanti i VIP dovranno premere su una Tuba ‘speciale’. Se schiacciano il pulsante misterioso, vengono imbrattati di schiuma e perdono il gioco.

LA PIRAMIDE

Due squadre composte da due elementi, un NIP e un VIP, competono l’una contro l’altra per avere la possibilità di rispondere alle domande del conduttore. Per farlo, devono arrampicarsi, in tre round, fino alla cima di una piramide e premere un pulsante. Il percorso però sarà difficoltoso per via di una sostanza scivolosa sulle scale. Nei tre round parteciperanno due coppie: i primi due frutteranno ciascuno un punto al vincitore, il terzo ne frutterà due. In caso di pareggio, l’esito del gioco sarà determinato da un “round di morte improvvisa”.

OCIO CHE CADE

I partecipanti NIP mettono alla prova le abilità dei VIP che hanno scelto per questo gioco. Il conduttore presenta una categoria e i due NIP, a turno, scommettono su quante risposte il proprio VIP – che è appeso al soffitto sulle loro teste – saprà dare in quella categoria. Una volta accettata la scommessa, è il momento di passare ai fatti: se il VIP non supera la sfida, riceve uno ‘strike’ e viene fatto cadere di un livello. Se ottiene tre ‘strike’, la squadra perde e il VIP appeso viene lasciato cadere in una vasca piena di una sostanza appiccicosa.

LA SEDIA MUSICALE

I quarti di finale si svolgono in due manche del gioco Sedia Musicale. La prima vede in gara i sei partecipanti NIP che si sono qualificati dalla fase a gironi. Quando parte la musica, i NIP bendati danzano su una pista da ballo speciale. Appena la musica si interrompe, devono riuscire ad arrivare a una sedia che si innalza dal pavimento. I primi due che riescono a sedersi accedono alla semifinale. La seconda manche vede in gara i sei VIP e, anche in questo caso, i primi due che riescono a sedersi accedono alla semifinale.

LA BOTOLA

È uno dei giochi più importanti di Game Of Games – Gioco Loco, perché consente l’accesso al Gioco Finale. I quattro vincitori – due NIP e due VIP – di Sedia Musicale accedono a questo gioco. Prima di iniziare a giocare, ciascun concorrente NIP sceglie un VIP (ha priorità di scelta il partecipante che si è qualificato per primo al gioco precedente). I concorrenti NIP sono posizionati in cima a una piattaforma a 9 metri da terra. Il conduttore fa una domanda a ciascuno di loro. Se sa la risposta, il concorrente può rispondere a un’altra domanda. Se non la sa, perde e cade nella botola. I concorrenti rispondono a turno finché non rimane una persona sola. Se il vincitore de La Botola è un VIP, accede al Gioco Finale il NIP che lo ha scelto.

IL GIOCO DEI GIOCHI

Il gioco finale, “il gioco dei giochi” si svolge in tre manche, ognuna con un suo tema, che connota le foto che il concorrente NIP deve indovinare (es. Cantanti anni 60/70/80 – Razze di cani – Celebrity italiane/straniere – Sportivi – ecc.). Il NIP finalista è seduto alla postazione pulsante e per ciascuna manche ha trenta secondi di tempo per indovinare il maggior numero di foto tra quelle proposte. Premendo il pulsante, il giocatore può saltare in autonomia, tutte le volte che vuole, le foto che non è in grado di riconoscere, passando così alla successiva senza sprecare altro tempo. Superando la prima manche il concorrente NIP accede automaticamente alla seconda e, quindi, può scegliere se accontentarsi del Premio acquisito con le prime due manche o se tentare di incrementarlo affrontando la terza manche, in cui dovrà indovinare un numero prefissato di domande per vincere un Premio importante e per non perdere il montepremi accumulato fino a quel momento.

di Francesca Monti

credit foto ufficio stampa Rai

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...