Max Giusti intervista i più forti tennisti italiani nel format #ItaliansDoItBetter realizzato per SuperTennis

Nel faccia a faccia con i protagonisti del tennis azzurro torna prepotentemente il lato pungente di Max Giusti, già consigliere federale FIT e fondatore del Play Pisana, tra i circoli sportivi italiani con gli standard qualitativi più elevati.

Da oggi, online sui suoi canali social, gli estratti più divertenti di #ItaliansDoItBetter, il format realizzato tra Tirrenia, Torino, La Spezia e Monte Carlo per SuperTennis: si tratta di interviste a tutto tondo, durante le quali Max è stato capace di mettere a fuoco non tanto gli aspetti di campo, quanto piuttosto il lato umano dei tennisti. Le domande sono una lente d’ingrandimento sulla vita privata, sul carattere, sulle abitudini degli atleti, in un match emozionante e inaspettato in cui lo sport fa quasi da sfondo.

I fuoriclasse che si svelano in esclusiva a Max Giusti sono Jannik Sinner – 18mo posto nel ranking ATP, posizione grazie alla quale figura attualmente come l’Under 20 meglio piazzato al mondo, Matteo Berrettini – numero 9 ATP, finalista ieri nel Master 1000 di Madrid, il terzo e più giovane tennista italiano della storia a qualificarsi per le ATP Finals nel 2019, oltre che semifinalista agli US Open nello stesso anno, Lorenzo Sonego – fra i primi 33 giocatori del mondo; Lorenzo Musetti – il più giovane al mondo nella top 100 ATP attuale. Non poteva mancare una ragazza e tra le interviste ci sarà anche Martina Trevisan – top 100 nella classifica WTA.

Un Max Giusti inedito che, con un colpo da maestro, spiazza i cinque campioni e li trascina sul suo terreno di gioco preferito, quello della leggerezza e del divertimento. Tra un dritto e un rovescio virtuale, in questi incontri a cuore aperto costellati di aneddoti, confidenze e risate, il punto decisivo lo fanno quelle espressioni e quelle sfumature caratteriali sempre un po’ nascoste durante le interviste ufficiali, alle quali gli appassionati di tennis sono abituati.

Per il gran finale Max sfodera uno smash potentissimo con dei test di cattiveria, in cui tenta, incalzando con delle domande sconvenienti, di estorcere dei segreti inconfessabili ai suoi malcapitati interlocutori, chiedendo loro ad esempio se hanno mai rubato qualcosa o se hanno mai soffiato la fidanzata a un amico.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...