A “Le parole per dirlo” la lingua della Costituzione

È universalmente riconosciuta come la più bella del mondo. Perché allora la nostra Costituzione è così poco conosciuta dagli stessi italiani? Ospite di Noemi Gherrero nella puntata di “Le parole per dirlo”, domenica 30 maggio alle 10.15 su Rai3, il giurista Sabino Cassese risponde a questa domanda e analizza insieme ai linguisti Valeria Della Valle e Giuseppe Patota, presenze fisse del programma, le parole che sostengono la nostra Costituzione, da libertà a diritto, da lavoro a sovranità. 
L’analisi linguistica si alterna a una profonda riflessione sui principi fondamentali della Carta e rivela la bellezza sia della nostra lingua che della legge alla base della nostra Repubblica.    

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...