Intervista con Mario Autore, protagonista del film “I Fratelli De Filippo”: “Interpretare Eduardo è stato un grande onore e una responsabilità”

Mario Autore, all’esordio sul grande schermo, dà volto, cuore e anima ad Eduardo De Filippo, raccontandone perfettamente il carisma, l’ambizione, ma anche la voglia di far parte di una collettività, nel film “I Fratelli De Filippo” di Sergio Rubini, nelle sale il 13, 14 e 15 dicembre distribuito da 01 Distribution, prodotto da Pepito Produzioni, Nuovo Teatro, Rs Productions con Rai Cinema.

È l’inizio del Novecento, i tre fratelli Peppino, Titina ed Eduardo, vivono con la bella e giovane madre, Luisa De Filippo. In famiglia un padre non c’è, o meglio si nasconde nei panni dello “zio” Eduardo Scarpetta, il più famoso, ricco e acclamato attore e drammaturgo del suo tempo.

Alla morte del grande attore, i figli legittimi si spartiscono la sua eredità, mentre a Titina, Eduardo e Peppino non spetta nulla. Ai tre giovani, però, “zio” Scarpetta ha trasmesso un dono speciale, il suo grande talento.

Il riscatto dalla dolorosa storia familiare passa per la formazione del trio De Filippo, sogno accarezzato per anni da Eduardo e dai suoi fratelli e finalmente realizzato, superando difficoltà e conflitti.

mario autore

Mario Autore nei panni di Eduardo De Filippo – credit foto Eduardo Castaldo

Mario, nel film “I Fratelli De Filippo” interpreti Eduardo De Filippo. Come hai lavorato alla costruzione del personaggio?

“Era possibile interpretarlo solo accettando di non poter mai avvicinarsi al vero Eduardo sia perché si tratta di un’altra persona sia perché è un mito, un attore e un personaggio realmente esistito e il confronto sarebbe stato spietato. Quindi con Sergio abbiamo deciso di non cercare nessun tentativo imitativo, ma di evocarlo. Ho studiato in maniera classica, ho fatto un archivio con le immagini di repertorio, i video disponibili. Non abbiamo dei documenti video e audio dell’epoca a cui fa riferimento il film che finisce nel 1931. La cosa più datata che ho trovato è del 1939, il film “Quei due” ispirato a “Sik Sik l’artefice magico” e anche guardando quello mi sono stupito di quanto Eduardo fosse diverso da quello che conosciamo. Ho letto le biografie e tutto quello che poteva servirmi e ho cercato una volta individuati i tratti interiori specifici di Eduardo di dimenticarmi di tutto il resto, di non pensare ai miti ma a quello che c’era dietro. E poi c’è stata una presenza costante e fondamentale di Sergio che mi ha diretto affinché non perdessi la bussola”.

Il film ci mostra degli aspetti inediti della vita e della storia dei fratelli De Filippo. Cosa ti ha più colpito di Eduardo?

“Leggendo soprattutto varie raccolte di prose, poesie, canzoni, racconti di Eduardo scritti non per il teatro, ho scoperto dei tratti diversi da quelli della vulgata. Stavo cercando di dare vita ad un uomo duro, glaciale, era una mia idea forse un po’ stereotipata, ma devo ringraziare Sergio che aveva in mente che erano giovani, scapestrati e andavano visti con occhi diversi. Eduardo era scalmanato e un ragazzo normale, per quanto già un intellettuale nel 1921, quando esce L’Umorismo di Pirandello e si innamora di questo saggio cominciando ad essere un assiduo amante della letteratura teatrale napoletana, italiana e straniera”.

mario autore 1

Mario Autore nei panni di Eduardo De Filippo – credit foto Eduardo Castaldo

Cosa ha significato per te interpretare Eduardo De Filippo?

“Un grande onore e un grande onere. Ho avuto la fortuna di non essere nato teatralmente nel solco di Eduardo, conoscevo le sue opere ma mi sono approcciato come se stessi interpretando un personaggio storico di grande importanza. Il fatto di avere presente bene come recitava, perché era particolare la sua recitazione, mi è servito molto nel film. “I Fratelli De Filippo” rappresenta il mio esordio al cinema, avevo fatto sempre soltanto teatro e arrivare sul grande schermo con un personaggio del genere ti cambia la vita ed è una grande responsabilità. infatti Napoli è una piazza complessa e sono consapevole delle critiche a cui potrebbe essere esposta la mia interpretazione, ma ho pensato che valesse la pena rischiare”.

Essendo il tuo film d’esordio come ti sei trovato sul set con Sergio Rubini e con il resto del cast?

“Girarlo è stato paradossalmente semplice, nel senso che il cast è eccezionale, i colleghi sono talmente bravi che ho fatto un quarto della fatica per recitare, dovevo solo accordarmi con gli altri. Ci sono state difficoltà tecniche, ho preso il covid durante le riprese, sono stato un mese fermo, ho perso sette chili per fare il film quindi ero sempre a dieta, soffrivo la fame e il freddo. Dal punto di vista del lavoro sicuramente c’erano momenti difficili che però passavano in fretta dato che c’era un clima di supporto, di amicizia e di famiglia”.

pinelli-ferraioli-autore

Mario Autore con Anna Ferraioli Ravel e Domenico Pinelli in una scena del film – credit foto Eduardo Castaldo

C’è stata una scena in particolare che è stato più emozionante girare?

“Girare in particolare alcune scene con i teatri pieni di figuranti che applaudivano veramente è stato bellissimo, così come recitare con Giancarlo Giannini, con Anna Ferraioli Ravel e Domenico Pinelli che interpretano i miei fratelli e con Jennifer Bianchi che dà il volto a mia moglie”.

Ci racconti l’emozione che hai vissuto quando il film è stato presentato al Teatro San Carlo di Napoli?

“Presentare il film al Teatro San Carlo è stato ancora più emozionante che girarlo. Quando sono salito sul palco per gli applausi dopo la proiezione mi sono chiesto dove fossi, talmente sembrava di vivere in un sogno”.

In quali progetti sarai prossimamente impegnato?

“Ho in programma un film che verrà girato la prossima estate e in cui interpreto un musicista, ed essendolo io stesso mi fa piacere potermi cimentare con un personaggio che sento vicino a me”.

di Francesca Monti

credit foto copertina Eduardo Castaldo

Grazie a Viviana Ronzitti

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...