DOC NELLE TUE MANI – SECONDA STAGIONE: Video intervista con Alberto Malanchino, Pierpaolo Spollon e Gianmarco Saurino

Giovani, talentuosi, affascinanti, e soprattutto umili e simpatici: Alberto Malanchino, Pierpaolo Spollon e Gianmarco Saurino sono tra i protagonisti dell’attesa seconda stagione di “Doc – Nelle tue mani”, in onda dal 13 gennaio in prima serata su Rai 1, prodotta da Lux Vide in collaborazione con Rai Fiction.

I tre attori nella serie interpretano rispettivamente Gabriel Kidane, Riccardo Bonvegna e Lorenzo Lazzarini.

Qui la nostra video intervista:

Alberto, Pierpaolo, Gianmarco, abbiamo lasciato al termine della prima stagione Gabriel e Lorenzo che stavano riflettendo sul loro futuro professionale mentre Riccardo aveva superato le paure legate alla sua disabilità e iniziato una storia con Alba. Come li ritroveremo nella seconda?

Alberto Malanchino: “Gabriel si trova in una dimensione in cui non sa se giurare fedeltà alla testa o al cuore, lo abbiamo lasciato nella prima stagione in procinto di fare una scelta, invece all’inizio della seconda lo vediamo ancora combattuto riguardo questo dubbio personale con Elisa (Simona Tabasco)”.

Pierpaolo Spollon: “Al termine della prima stagione Riccardo ha fatto un passo in avanti, e nella seconda riparte da quel momento di crescita e lo ritroviamo più consapevole e con qualche certezza in più, anche perché è passato del tempo. Però non si sa quanto possa durare questa situazione”.

Gianmarco Saurino: “Ritroveremo Lorenzo che si è preso l’aspettativa di cui parlava alla fine della prima stagione perché tutto quello che è successo lo porterà a dover fare ordine sia nella sua vita privata che nella professione medica, ma qualcuno lo convincerà a tornare nel posto che gli spetta, che gli piace e in cui deve stare che è il Policlinico Ambrosiano”.

I vostri personaggi sono molto sfaccettati e raccontano in modo diverso una storia di rinascita e di riscatto. Qual è l’aspetto della loro personalità che più vi piace interpretare?

Alberto Malanchino: “Mi piace molto indagare tutto l’aspetto di fragilità che si porta dietro Gabriel, è uno specializzando senior che “bullizza” quelli più piccoli come il buon Bonvegna, fa boxe, ha un percorso forte alle spalle e un passato devastante, anche terribile, ma nello stesso tempo ha delle grandissime bolle di estrema genuinità, fragilità, sincerità e tenerezza”.

Pierpaolo Spollon: “La mancanza, l’assenza di qualcosa in Riccardo non è solo emotiva ma anche fisica e questo mi dà la possibilità di esplorare questa situazione mettendomi sempre in una posizione diversa. Mi tengo stretto questa nuova prospettiva che mi regala il mio personaggio”.

Gianmarco Saurino: “Una delle cose più belle di Lorenzo è il meraviglioso senso di protezione che ha nei confronti degli altri, nella prima stagione ad esempio verso la sorella Susanna. Nella seconda questo suo lato sarà ancora più forte ed è ciò che più mi commuove di questo personaggio”.

di Francesca Monti

credit foto ufficio stampa

Grazie a Serena Bernardelli, Lucrezia Viti, Cecilia Del Vecchio

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...