Chi paga i danni che abbiamo causato al pianeta? E’ questo il tema della nuova puntata di ‘La fabbrica del mondo’

Chi paga i danni che abbiamo causato al pianeta? Una domanda alla quale cercano di rispondere gli ospiti di Marco Paolini e del filosofo evoluzionista Telmo Pievani  a ‘La fabbrica del mondo ’, in onda su Rai3 sabato 15 gennaio alle 21.45. Uno studio ha messo a confronto il peso dei manufatti (artificiali di ogni genere, dall’asfalto alle piramidi, ai microchip…) con quello della biomassa, scoprendo che nell’ultimo secolo il peso delle cose è aumentato esponenzialmente fino a raggiungere, nel 2020, il peso della biomassa. In altre parole oggi la natura pesa meno dei manufatti. Sullo sfondo del mare che bagna Trieste spazzata dalla bora, Paolini e Pievani incontrano l’esploratore Alex Bellini che ha navigato i fiumi più inquinati del mondo per ripercorrere idealmente il viaggio di una bottiglia di plastica fino al Great Pacific garbage patch, l’isola di rifiuti plastica che si è formata nell’Oceano Pacifico.  Il racconto di uno speciale “effetto serra” che tocca i ricordi d’infanzia di Marco Paolini introduce l’incontro all’Orto Botanico di Padova con Barbara Mazzolai e i suoi robot bio-ispirati alle piante. Tutti viviamo in riva al mare: con questa metafora le biologhe marine Mariella Rasotto e Laura Airoldi spiegano come qualsiasi inquinante scaricato nel ciclo dell’acqua giunga inevitabilmente agli oceani.  Lo spazio dedicato all’acqua si chiude con il tema dei Pfas e con i corvi “meccatronici” di Marta Cuscunà che danno vita a una visione distopica di un mondo dove i cambiamenti climatici sono già avvenuti.  Andri Snær Magnason, scrittore e attivista islandese, affronta il tema della difficoltà di prendere coscienza della crisi climatica e introduce il racconto finale di Marco Paolini che, citando l’esempio della Sagrada Familia di Gaudì, indaga sulla capacità di immaginare e progettare il futuro.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...