Mykola Chernotytskyi: “Abbiamo avviato le consultazioni con l’EBU per ospitare l’Eurovision 2023 in Ucraina”

Mykola Chernotytskyi, capo del consiglio di amministrazione di UA: PBC, ha dichiarato che l’emittente pubblica farà tutto il possibile per organizzare l’Eurovision Song Contest 2023 in Ucraina, nel corso di una conferenza stampa tenutasi il 17 maggio a Lviv dopo il ritorno della delegazione ucraina da Torino.

Il capo della delegazione ucraina all’Eurovision Song Contest, Oksana Skybinska, ha consegnato a Mykola Chernotytskyi una cartella di documenti da cui dovrebbero partire i preparativi per la prossima edizione della kermesse.

“Voglio congratularmi con tutti per questa vittoria. È fantastico che l’Ucraina abbia vinto l’Eurovision Song Contest per la terza volta, e che ci stiamo unendo alla famiglia europea. Sono molto grato alla Kalush Orchestra e al suo frontman, Oleh Psiuk, per aver fatto del loro meglio per prepararsi ed esibirsi in questo momento difficile. Sono infinitamente grato a Oksana Skybinska, il capo della nostra delegazione di Suspilne, che ha sopportato tutti questi oneri e ha organizzato tutte le cose organizzative per rendere la nostra presentazione all’Eurovision Song Contest al massimo livello”, ha dichiarato Mykola Chernotytskyi.

Il capo del consiglio di amministrazione di UA: PBC ha anche sottolineato che dopo il successo del concorso di quest’anno, il team inizierà immediatamente a prepararsi per l’Eurovision Song Contest in Ucraina.
“Abbiamo ricevuto fantastici indicatori di ascolto sia in televisione che sulle piattaforme digitali, trasmesse da Radio Promin. Ora dobbiamo affrontare un’altra sfida: ospitare l’Eurovision Song Contest 2023 in Ucraina. Se in altri Paesi questo riguarda le infrastrutture e i finanziamenti, nel nostro Paese abbiamo sicuramente anche un importante fattore di sicurezza. E posso annunciare che venerdì inizieremo le consultazioni con la European Broadcasting Union per ospitare l’Eurovision Song Contest 2023”, ha annunciato Mykola Chernotytskyi.

Alla domanda dei giornalisti sulla possibilità di organizzare l’edizione del prossimo anno, Mykola Chernotytskyi ha fatto notare: “Stiamo facendo del nostro meglio e spero che anche lo Stato ci sostenga nell’organizzare il concorso canoro Eurovision qui. Spero che si tenga in un’Ucraina pacifica. Tuttavia, ribadisco che il fattore sicurezza è importante e la decisione finale sarà presa insieme all’Unione Europea di radiodiffusione. Sarà un negoziato difficile, ne sono già certo. Tuttavia, vorrei ricordarvi che anche nel 2017, quando l’Eurovision Song Contest si è svolto a Kiev, c’è stata una grande discussione. Per esempio, allora l’Ucraina si impegnò a fornire la cosiddetta garanzia finanziaria di 15 milioni di euro. Nel caso in cui qualcosa fosse improvvisamente andato storto, un altro Paese avrebbe tenuto il concorso con questi fondi. Pertanto, la questione è molto più complessa di un semplice desiderio. Sono convinto che dobbiamo fare del nostro meglio affinché l’Eurovision Song Contest si svolga in Ucraina”, ha dichiarato il capo del consiglio di amministrazione di UA: PBC.

b2dac460-1737-891e-af1c-02c13eb119eb

Oleh Psiuk, leader della Kalush Orchestra, concorda con questa posizione: “Molti Paesi hanno già fatto sapere di poter ospitare l’Eurovision Song Contest se noi non dovessimo farcela. Ma spero che lo ospiteremo in un Paese felice, ricostruito e forte”.

credit foto UA:PBC

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...