Il Museo Ondarossa ha aperto le porte agli appassionati di automobilismo. Photogallery

Il Museo privato Ondarossa, situato in Corso della Vittoria 916 a Caronno Pertusella (Va), domenica 5 giugno ha aperto le porte a tutti gli appassionati di automobilismo.

Un vero e proprio gioiellino nato nel 2015 grazie all’idea e alla passione dell’Avvocato Pierantonio Giussani, nel quale, su uno spazio articolato in diversi ambienti, sono collocate non solo auto uniche dei marchi Ferrari, Alfa Romeo, Maserati, che hanno fatto la storia d’Italia, ma anche prototipi, collezioni di riviste automobilistiche, attrezzature, modellini, biciclette, moto, arte e cimeli di una storia di civiltà contadina e imprenditoriale. Al piano superiore dell’esposizione si trova un ristorante in stile trattoria dove mangiare e organizzare eventi.

284413974_10227768459820249_3188282396999559768_n

L’auto più antica del Museo OndaRossa risalente al 1928

Visitare il Museo Ondarossa è intraprendere un viaggio nella storia dell’Italia, infatti ogni auto esposta è legata a qualche aneddoto interessante. “Noi siamo grandi appassionati di automobilismo e della Ferrari in particolare. Abbiamo circa cinquanta auto in esposizione, alcune sono di proprietà del Museo, mentre molte appartengono ad amici di Ondarossa che le lasciano in deposito. L’ingresso è gratuito”, ci ha raccontato Andrea, responsabile tecnico. “L’auto più antica come età presente al Museo è una Licorne del 1928, con accensione manuale, abbiamo poi la Fiat 2800 Torpedo Reale che era stata realizzata per il re Vittorio Emanuele III, una Maserati Biturbo Spider rossa che apparteneva a Luca Liguori, che ha annunciato lo sbarco sulla Luna e una Ferrari Scaglietti, il cui primo modello di color grigio era ispirato a Ingrid Bergman, con gli interni nerazzurri voluti da Javier Zanetti, che poi ha fatto vari passaggi di proprietà ed è arrivata qua”.

credit foto SM

Il mercato delle auto d’epoca è sempre molto fiorente: “Enzo Ferrari quando faceva le automobili diceva: quante ne assorbe il mercato? 600? Fanne 599, perchè ci sono sempre due che se la litigano e la macchina aumenta di valore. Ed è vero”, conclude Andrea.

Hub Ondarossa riaprirà il museo privato ogni prima domenica del mese (dalle 10 alle 12).

Durante la settimana, per prenotazioni: +39 02 96590 98 – info@ondarossa.eu

Prossimo appuntamento: domenica 3 luglio

Per informazioni: https://www.ondarossa.eu/

di Francesca Monti

Un commento

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...