Su Retequattro il documentario-evento firmato BBC «Dynasties II – L’avventura della Vita»

Il documentario-evento firmato BBC «Dynasties II – L’avventura della Vita» andrà in onda da martedì 21 giugno su Retequattro, con tre appuntamenti in prima serata.

Al centro del racconto, sei specie animali, in pericolo o in via di estinzione, conosciute per formare gruppi familiari solidi e compatti. Anche nel mondo animale, infatti, la famiglia equivale a potere. E col potere si consolidano le dinastie.

Realizzata straordinariamente, la serie porta gli spettatori nella quotidianità di alcuni dei protagonisti più iconici del mondo animale, raccontandone nascita, crescita e battaglie per la sopravvivenza.

Dalle pianure sconfinate, in cui una mamma ghepardo deve preparare le tre figlie a sopravvivere da sole. A un’inesperta femmina di elefante, che compatta il suo branco per affrontare la più grande sfida: l’arrivo di due gemelli. Dalle vette della Patagonia, con una mamma puma che affronta lotte all’ultimo sangue per sopravvivere. Alla siccità, che scatena feroci faide all’interno di un clan di iene. Dalla compagnia di macachi, che deve stringere nuove alleanze per prevalere sul territorio. A un branco di suricati che cerca di sopravvivere alle tempeste di sabbia e ricostruire la propria dinastia.

L’autentica immersione nel mondo animale di «Dynasties II» narra momenti di puro amore, circostanze commoventi, separazioni strazianti e leader che tentano di mantenere o creare dinastie forti per le generazioni future.

Protagonisti della pluripremiata serie, quindi, elefanti, puma, ghepardi, macachi, iene e suricati.

In particolare, cinque femmine e un maschio: Kali, la protettiva femmina di ghepardo; Angelina, la matriarca di una colonia di elefanti; Rupestre, una giovane e futura leader di un clan di puma; Suna, la regina di un gruppo di iene maculate; Maghogho, una premurosa mamma suricato; Mac, un macaco appena diventato capo-branco.

Al termine, infine, il prezioso dietro le quinte rivelatore delle peculiarità dell’impegno di BBC nel produrre simili documentari, attraverso la sua Natural History Unit: un dipartimento unico al mondo, che si avvale di eccezionali risorse professionali, economiche e tecnologiche.

A capo del progetto «Dynasties», il leggendario executive producer e autore Mike Gunton (su tutti, Planet Earth, premiato con un Emmy e un BAFTA). Dal 2009 direttore creativo del NHU, Gunton è anche membro della Royal Television Society. Produttore della serie (e dell’episodio dedicato ai ghepardi), Simon Blakeney, regista, editor, producer, già impegnato in Life, Africa, Shark, Dynasties.

GLI EPISODI:

  • nelle pianure dello Zambia, una mamma ghepardo protegge i suoi cuccioli e li prepara alla vita. Un percorso che comprende prede pericolose, iene minacciose e piccoli animali che possono fare molto male;
  • ad Amboseli, in Kenya, un rarissimo evento mette in difficoltà un’intera famiglia di elefanti: per salvare la dinastia è necessario superare la sfida di una vita; negli altipiani selvaggi e remoti della Patagonia, una solitaria mamma puma, combatte per allevare la sua cucciolata più numerosa di sempre;
  • Maghogho è una giovane suricato, che vive nell’aspra bellezza delle saline di Makgadikgadi, nel Botswana. Per tenere unita la famiglia deve proteggere i piccoli da rivali, predatori e spaventose tempeste di sabbia;
  • nelle vaste e spietate praterie della pianura di Liuwa, nello Zambia, l’arrivo della giovane iena Sia costringe la capobranco Suma a lottare per mantenere la propria supremazia;
  • o nelle montagne dell’Atlante, in Marocco, vive un gruppo di macachi. Mac, che ha appena guadagnato il ruolo di leader, deve respingere i rivali che puntano alla sua corona…

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...