Domenica 3 luglio a Ischia in scena “Fu Lumena”, spettacolo scritto e diretto da Salvatore Ronga, interpretato da Lucianna De Falco, con le musiche di Antonio Monti

Un’eroina della drammaturgia napoletana che non smette di raccontarsi perché ha ancora tanto da dire. Uno dei personaggi della tradizione teatrale più amati di sempre in una storia alternativa ma verosimile, dentro e oltre il mito.
Domenica 3 luglio Villa Arbusto, sede del Museo archeologico Pithecusae, apre le sue porte al teatro con “Fu Lumena”, spettacolo scritto e diretto da Salvatore Ronga, interpretato da Lucianna De Falco, con le musiche di Antonio Monti. Un’occasione straordinaria per alla ripresa della alla pièce presentata due anni fa in un’applauditissima anteprima al Campania Teatro Festival.

Lo spettacolo, nella sua autonomia di invenzione, immagina per il più celebre personaggio di “Filumena”, assurto a simbolo di una storica tradizione teatrale, un’altra trama possibile, un atto di ribellione condotto al suono dissonante di una lingua dura, ardente, implacabile.
Un “napoletano” indomabile e reinventato per un’eversiva dichiarazione d’amore.
I profili di una scatola metallica segnano i limiti di uno spazio sospeso tra vita e morte.

Locandina (3)

Nel suo letto Lumena si agita e prende coscienza, un po’ alla volta, di trovarsi in una stanza d’ospedale. La donna è una vecchia prostituta dimenticata da tutti che nel delirio dell’agonia rivive il proprio passato, con toni comici e grotteschi, in un dialogo serrato con gli spettri di una vita: le amiche d’infanzia, la fida compagna Rosalia, i clienti del lupanare e quelli della pasticceria che la vide un tempo padrona, ma soprattutto il vecchio amante, presso il quale, vanificata ogni possibilità di matrimonio, si è adattata al ruolo di serva.
Quando il cuore va in pezzi e si approssima la fine, Lumena parla per la prima volta con una voce nuova, non c’è più fondale né scena e le sue lacrime sono una pioggia a cielo aperto.

«Sono molto felice di riprendere lo spettacolo dopo il debutto di due anni fa– ha dichiarato l’autore e regista Salvatore Ronga – e di rappresentarlo in un contesto così suggestivo e carico di storia come Villa Arbusto, un luogo a cui sono molto legato anche per i tanti progetti teatrali portati in scena in passato. “Fu Lumena” nasce dall’urgenza di esplorare nuovi spazi di drammaturgia confrontandosi con la tradizione e con una figura centrale del teatro del Novecento come il personaggio di Filumena che è caro a tutti noi. È un’operazione coraggiosa in cui si spezzano fili e se ne annodano altri per immaginare nuove trame, nuove storie, anche alla luce di un presente che ci appare sempre più problematico e in cui attraverso il teatro si avverte la necessità di porre nuovi interrogativi».

Una sfida che si rinnova anche per Lucianna De Falco, alle prese con un personaggio importante e complesso. «È una grande emozione mettere in scena a Ischia la “Fu Lumena” di Salvatore Ronga», ha commentato l’attrice. «Un omaggio al grande personaggio che tutte noi attrici avremmo voluto interpretare anche se questa è un’altra storia, una vicenda che parte da un presupposto differente e che mi impegnerà molto in scena, sia da un punto di vista fisico che di registro espressivo. Sarò una’ Lumena caparbia, disperata, patetica, grottesca e anche un po’comica. Spero– chiosa la De Falco – che domenica sera gli isolani, i turisti, gli amici del teatro e di Villa Arbusto possano godere di questo spettacolo meraviglioso».

«È una soddisfazione di tutta l’amministrazione di Lacco Ameno poter riaprire il Parco di Villa Arbusto alle rappresentazioni teatrali», ricorda la vicesindaca Carla Tufano, assessore con delega alla Cultura e al Turismo. «Siamo felici di farlo con uno spettacolo così prestigioso che vede coinvolte due eccellenze artistiche del nostro territorio come Lucianna De Falco e Salvatore Ronga, con cui desideravo collaborare da tempo. Si tratta di una scelta, quindi di una responsabilità ulteriore, nel proseguire quel progetto di rafforzamento di una rete culturale di qualità con contenuti che abbracciano tutte le discipline artistiche. “Fu Lumena” è solo il primo di una serie di appuntamenti che vedranno Lacco Ameno protagonista di un’offerta culturale di spessore e di grandi collaborazioni. Un segnale di ripartenza dopo i mesi difficili che tutti abbiamo vissuto. Tornare a teatro, in fondo, significa anche tornare a vivere, per questo vi aspetto tutti a Villa Arbusto».

“Fu Lumena” è uno spettacolo organizzato dal Comune di Lacco Ameno e prodotto dall’Associazione culturale “Illuminata”. Testo e regia sono di Salvatore Ronga, le musiche di Antonio Monti, le luci di Davide Scognamiglio, i costumi di Bettina Buttgen.

“Fu Lumena” andrà in scena nel Parco di Villa Arbusto domenica 3 luglio in due spettacoli: il primo alle ore 21:00, il secondo in replica alle ore 23:00.

Per informazioni e prenotazioni scrivere a museo@comunelaccoameno.it oppure chiamare allo 081.996103 negli orari di apertura del Museo consultabili su www.pithecusae.it

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...