Il viaggio degli eroi, in prima tv su Rai 1 il trionfo azzurro a Spagna ’82, narrato da Marco Giallini

“È una delle gioie più grandi da quando sono Presidente della Repubblica”, esclamò Sandro Pertini al termine di Italia-Germania, la partita che consegnò agli Azzurri il titolo mondiale di Spagna ’82, il terzo nella nostra storia calcistica. Un trionfo inatteso, arrivato dopo un avvio difficile, fatto di pareggi che sembrano sconfitte, di polemiche e di silenzi stampa. Poi la metamorfosi contro Argentina e Brasile, l’esplosione di “Pablito” e la cavalcata fino a sollevare la Coppa del Mondo. Un esempio di caparbietà, di orgoglio e di dignità. Una vittoria che tutti ritenevano impossibile, tranne loro, quei “ragazzi dell’82”. Li chiamavano “l’Armata Brancabearzot”, ma alla fine diventarono una famiglia. E il capo riconosciuto, di quella famiglia, era Enzo Bearzot, il “Vecio”: commissario tecnico, mentore e padre putativo di quei giocatori che fecero l’impresa. Non era alla ricerca del consenso, ma aveva come priorità la lealtà, il rispetto e la coesione della sua squadra. Valori, questi, condivisi anche dai tifosi e da tutti gli italiani, in un periodo storico difficile, in un momento di profonda crisi economica e sociale. E proprio la vittoria mondiale costituì il motore propulsore capace di dare nuova linfa e consentire all’Italia di superare uno dei momenti più bui. Una irripetibile sinfonia di scelte coraggiose, sacrificio e capacità che rese umana ed eroica la vittoria. Questa storia, ancora oggi, costituisce un esempio per le giovani generazioni, e che viene celebrata nel docufilm “Il viaggio degli eroi”, una co-produzione Rai Cinema, in onda in prima tv, su Rai 1, alle 21.20, lunedì 11 luglio, a quarant’anni esatti dalla finale di Madrid. “Il viaggio degli eroi”, di Manlio Castagna, è un percorso a tappe, con la voce narrante di Marco Giallini: 11 capitoli, come i calciatori che scendono in campo, 11 momenti impreziositi dalle animazioni di 11 dei più grandi illustratori italiani, coordinati artisticamente da Roberto Recchioni. E il viaggio si compie quando la storia diventa mito.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...