Il Festival Cinelido di Roma premia il cinema breve emergente europeo

Una vetrina dedicata alla promozione e alla valorizzazione del cinema breve e dei talenti emergenti nazionali ed europei. Si è conclusa con successo la seconda edizione del Cinelido-Festival del Cinema Italiano tenutasi nella suggestiva location sul mare del Porto turistico di Roma. Uno dei beni in confisca più grandi del Continente ha ospitato una intensa programmazione di incontri e di proiezioni, dal 14 al 17 luglio scorsi, che ha conquistato la curiosità e la partecipazione del pubblico, tra i progetti vincitori dell’Avviso pubblico dell’Estate Romana, promosso da Roma Capitale-Assessorato alla Cultura, in collaborazione con Siae.

Ad organizzare l’iniziativa Zen Movie, consolidata realtà operante nel mondo del cortometraggio, grazie all’impegno di Giulio Mastromauro – già vincitore del Premio David di Donatello per “Inverno” e anche Direttore Artistico del Festival – Alberto De Angelis di Hundred Dreams Production e Andrea Cicini, Ceo/Fondatore dell’agenzia di comunicazione Gruppo Matches che cura il marketing e la comunicazione del Festival e da cinque anni gestisce gli eventi e la comunicazione della marina. Il Porto turistico ha, quindi, fatto da ideale cornice del Festival nato per offrire un momento di incontro tra le cinematografie dell’area del Mediterraneo e per avvicinare il pubblico al cinema breve. Obiettivi che si sposano con il progetto di rilancio e di riqualificazione socio-culturale del Municipio X di Roma.

Presidente di Giuria di Cinelido è stato il regista Phaim Bhuiyan, già vincitore del David di Donatello per il Miglior Esordio con il film “Bangla”. Una giuria dal taglio popolare, composta da appassionati di cinema e da studenti del Municipio X di Ostia, con la collaborazione del Punto Luce delle Arti di Ostia e di Save The Children Italia.  Trentaquattro le opere proiettate sul grande schermo, suddivise nelle tre sezioni principali, selezionate dall’apposito Comitato diretto dai registi e sceneggiatori iraniani Ali Asgari e Farnoosh Samadi. Tutte le serate sono state condotte dal regista e attore Niccolò Gentili affiancato sul palco dalle giovani interpreti emergenti Angela Curri, Eleonora De Laurentis, Chiara Vinci e Gaja Masciale in qualità di madrine.

Di seguito l’elenco dei vincitori:

SEZIONE MEDITERRANEA

Premio miglior Cortometraggio della Bosnia-Herzegovina a DAH (BREATH) di Ermin Bravo, consegnato al curatore della sezione Ado Hasanovic dalla Giuria Popolare.

SEZIONE ALTRI LIDI

Premio al Miglior Cortometraggio Internazionale a HEADING SOUTH di Yuan Yuan, scelto dal Presidente di Giuria Phaim Bhuyian, e ritirato da Ali Asgari e Farnoosh Samadi.

Premio della Giuria Popolare a PHLEGM di Jan-David Bolt.

CONCORSO NAZIONALE CORTOMETRAGGI CINELIDO

Miglior regia: Valerio Ferrara per NOTTE ROMANA

Miglior colonna sonora: Gioacchino Balistreri per MAESTRALE

Miglior attrice: Valentina Bellè per L’ULTIMO SPEGNE LA LUCE

Miglior attore: ex aequo Giovanni Esposito per LE BUONE MANIERE e Luca Massaro per FIGLIO SANTO

Miglior sceneggiatura: Mattia Caprilli, Elisa Pulcini e Federico Russotto per L’AVVERSARIO

Miglior cortometraggio: ex aequo LE BUONE MANIERE di Valerio Vestoso e MAESTRALE di Nico Bonomolo

PREMIO RAI CINEMA CHANNEL a THE CRIMINALS di Serhat Karaaslan, consegnato da Manuela Rima di Rai Cinema Channel.

PREMIO FICE a NOTTE ROMANA di Valerio Ferrara, annunciato da videomessaggio del Presidente Fice Domenico Dinoia e ritirato dal regista.

PREMIO PUNTO LUCE a NOTTE ROMANA di Valerio Ferrara, consegnato dalla rappresentante del Punto Luce delle Arti di Ostia, Sara Forlani, e da una delegazione dei ragazzi dell’istituto.

Il programma del Festival si è aperto con l’omaggio della sezione speciale Mediterranea alla cinematografia della Bosnia ed Erzegovina, grazie alla collaborazione con Association of Filmmakers of Bosnia and Herzegovina e con il Sarajevo Film Festival. La seconda serata ha visto, invece, protagonisti alcuni dei migliori registi esordienti premiati negli ultimi anni con i Nastri d’Argento (Corti d’Argento): Pippo Mezzapesa, Nicola Ragone, Giovanni Piperno, Edoardo Natoli, Riccardo Antonaroli, Matteo Nicoletta, Nicola Sorcinelli, Marco Pellegrino, Nicola Prosatore, Laura Luchetti, Luca Jankovic. Con loro un’ospite d’eccezione come la Presidente del Sindacato nazionale giornalisti cinematografici italiani, Laura Delli Colli.

La finestra dedicata al Concorso Internazione “Altri Lidi” ha visto la presenza sul palco, tra gli altri, anche quelle di Manuela Pineskj, segretario generale Accademia del Cinema Italiano, Mohammad Taghi Amini, direttore dell’Istituto di Cultura dell’Iran a Roma, e Maria Di Razza e Ulysse Serres, selezionatori della sezione.

Per il gran finale, alla premiazione del Concorso nazionale “Cinelido” – insieme ai registi Nico Bonomolo, Tommaso Santambrogio, Valerio Vestoso, Valerio Ferrara, Federico Russotto e Aliosha Massine – hanno preso parte Manuela Rima di Rai Cinema ed una delegazione della FICE – Federazione Italiana Cinema d’Essai.

“Il successo di presenze riscosso in questa seconda edizione conferma che la strada intrapresa di dare vita ad un festival legato al territorio e che parla direttamente agli spettatori è quella giusta”. Sono le parole del direttore artistico Giulio Mastromauro a margine della conclusione dell’evento. “Grazie al supporto di un’ampia rete istituzionale e di partners che hanno creduto in questa scommessa, è stato possibile arricchire la programmazione di Cinelido con un’ulteriore giornata e allargare ancora di più gli orizzonti del Festival verso una dimensione più europea. Roma e la sua Marina hanno condiviso il nostro intento, condividendo un piccolo spazio comune dove il pubblico ha l’opportunità di scoprire il linguaggio del cinema d’autore e incontrare artisti internazionali che, con le loro opere, raccontano la complessità del nostro presente. Da questo traguardo ripartiamo con entusiasmo e voglia di crescere per il bene della comunità”.

“Un grande lavoro di squadra, sostenuto da tante realtà che hanno legato il proprio nome al nostro festival, ha consentito non solo di offrire un importante momento culturale, ma anche di creare nuovi stimoli per lo sviluppo di un luogo strategico, come il Porto turistico, e per un nuovo modo di intendere il marketing territoriale. Molto felice che il visual del Festival che abbiamo ideato, abbia ricevuto un grande riscontro positivo dal pubblico”, ha continuato Andrea Cicini, direttore marketing e comunicazione del festival. “Una sfida che può crescere, anno dopo anno, grazie al sostegno di partners pubblici e privati che condividono con noi questo sogno, creando le basi per un positivo indotto economico e produttivo”. Anche il direttore esecutivo Alberto De Angelis ha evidenziato “i tanti sforzi profusi a livello organizzativo per mettere a punto una macchina complessa, come quella di un festival che ha il suo punto di forza nella capacità di declinare il cinema di qualità all’interno di una dimensione più pop. E’ questo il filo conduttore che orienterà anche le nostre scelte future, nella volontà di caratterizzare sempre di più un evento dalla forte identità territoriale e culturale”.

Il progetto CINELIDO, promosso da Roma Culture, è vincitore dell’Avviso Pubblico ESTATE ROMANA 2020-2021-2022 curato dal Dipartimento Attività Culturali ed è realizzato in collaborazione con SIAE. È inoltre vincitore del bando Cinepromozione della Regione Lazio.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...