Intervista con Stefano Bini, dal 29 luglio su Food Network con “Wild Food Maremma”: “Sarà un viaggio tra sapori, profumi, magia e cultura”

“Non sarà il solito viaggio, ma andremo davvero a scavare nelle tradizioni culinarie nascoste e nei luoghi più wild”. Stefano Bini, autore, conduttore e giornalista televisivo, con “Wild Food Maremma”, prodotto da Video Arcobaleno, in onda su Food Network, canale 33, da venerdì 29 luglio dalle 8,40, ci accompagna nella “sua” Maremma, che si estende tra le province di Livorno e Grosseto fino a Siena e Viterbo, dove le meraviglie paesaggistiche incontrano una ricca tradizione culinaria.

Tra spiagge e mari cristallini, borghi medievali e chiese rinascimentali, sarà un viaggio alla scoperta di una delle zone più belle della Toscana dove panorami mozzafiato e cieli azzurri si mescolano in un’atmosfera da sogno. Queste le mete protagoniste: Castel del Piano, Grosseto, Magliano, Manciano, Orbetello, Piancastagniaio, Pitigliano, Saturnia e Sorano.

29_Wild Food Maremma_Stefano Bini_Scatti di produzione

Stefano, dal 29 luglio su Food Network sarà alla conduzione di Wild Food Maremma, un viaggio sensoriale che unisce natura e cibo. Cosa può anticiparci a riguardo?

“Posso dirvi che non sarà il solito viaggio che si vede in programmi simili. Wild Food Maremma va davvero a scavare nelle tradizioni culinarie nascoste e nei luoghi più wild del territorio. Sarà un viaggio tra sapori, profumi, magia e anche un po’ di cultura. Toccheremo nove cittadine, quindi le sorprese non mancheranno”.

Com’è nata l’idea di questo programma da lei ideato insieme a Valerio Mori?

“Davanti ad un gin tonic e ad un bicchiere di Franciacorta. Mio cugino ed io volevamo e vogliamo valorizzare la nostra terra, conosciuta “solo” per il cibo e i paesaggi, ma la Maremma è molto di più. Da qui, tra chiamate, mail, sponsor, Rai e Discovery, l’ha spuntata quest’ultima. Insieme ovviamente agli sponsor! In Maremma si dice “senza lilleri, non si lallera””.

12 Stefano Bini_Foto di Giovanni Pintoni

credit foto Giovanni Pintoni

Quanto è importante per lei il legame con la sua terra d’origine?

“Molto, perché mi ha insegnato la semplicità, sia nell’affrontare le situazioni sia nell’approccio con le persone. Vivo a Milano e pensando alla Maremma torno subito con i piedi per terra. Non che sia un esaltato, anzi, ho un carattere entusiasta ma mite, ma Milano ti spinge ad andare sempre “oltre”. Ecco, con me questa cosa non attacca”.

Qual è il ricordo più bello legato alla sua infanzia in Maremma?

“Andare al mare con i miei e mia sorella vicino agli scogli e alle montagne di sabbia, le lezioni di cucina di mia nonna, andare in bicicletta con gli amici, la casa in Via Monte Labro, il ristorante-albergo di mio nonno che era un po’ la mia protezione. Ce ne sono troppi!”.

Quali sono il suo luogo del cuore e la sua ricetta preferita della tradizione maremmana?

“Il luogo del cuore è il ristorante e albergo di mio nonno, lo ricordo con un amore sfrenato. Mi appariva gigantesco ma al contempo così sicuro. Per la ricetta, non posso indicartene una. Te ne dirò due: la lasagna “ghiotta” di mia nonna e il pollo con i peperoni di mia mamma”.

01 Stefano Bini_Foto di Giovanni Pintoni

credit foto Giovanni Pintoni

È figlio e nipote di ristoratori, come se la cava in cucina?

“Benissimo. Mio nonno Giancarlo e mia nonna Graziella sono stati due dei più grandi ristoratori e maestri di cucina che hanno fatto scuola in tutto il mondo. Da piccolo, seguivo sempre i corsi di cucina di mia nonna! E poi mio padre, mia mamma, insomma ho assorbito un po’ da tutti. Anche se ho pochi minuti, a pranzo o cena, io cucino!”.

Quali sono i suoi prossimi progetti?

“Portare il brand Wild Food in altri luoghi. Sto già trattando con Regione Lombardia. Poi c’è un progetto radiofonico molto importante di cui ancora non posso parlare”.

di Francesca Monti

Grazie a Mauro Caldera

credit foto Giovanni Pintoni

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...