FA Women’s Euro 2022 Finals – L’University of Bedfordshire comments: “È l’Inghilterra del calcio giocato dalle donne, puramente e semplicemente”

Dopo la finale di ieri sera di UEFA Women’s Euro 2022 tra Inghilterra e Germania (31 luglio 2022), David Pears, coordinatore del corso di laurea in Sport Coaching Science presso l’Università del Bedfordshire (e allenatore di calciatrici presso il Bedfordshire FA’s Emerging Talent Centre e il FA SQUAD Centre), afferma che i social media hanno e continueranno a svolgere un ruolo importante nel promuovere la popolarità delle “Leonesse” e che i risultati delle calciatrici non saranno più paragonati a quelli dei loro colleghi maschi:

“Il successo del torneo ha portato a un cambiamento di percezione nei confronti di questo sport e dell’importanza del ‘prodotto’ calcio femminile. Le calciatrici sono sempre state paragonate alle loro controparti maschili, soprattutto sui social media. Tuttavia, non c’è dubbio che atlete come Serena Williams, Katie Ledecky o Dina Asher-Smith, siano delle straordinarie sportive a tutti gli effetti. Nessuno suggerisce che queste straordinarie atlete debbano essere paragonate alle loro controparti maschili e che i loro risultati debbano essere sminuiti perché non servono, nuotano o corrono altrettanto velocemente. Il successo delle Lionesses ha portato alla fine dei paragoni con i calciatori maschi e a un futuro molto positivo per questo sport.

“I social e le altre forme di media digitali sono stati fondamentali per la crescita della popolarità del calcio femminile, soprattutto per coloro che hanno dubitato del valore delle donne che praticano questo sport. La creazione di una comunità di calcio femminile visibile sui social media e la nascita del marchio #Lionesses hanno portato alla crescita dell’attenzione dei media, delle sponsorizzazioni (come Boots, Lucozade e Budweiser) e di altri tipi di sostegno. Un esempio lampante è la vittoria dell’Inghilterra nella semifinale di Euro 2022 contro la Svezia, che è stata vista da un picco di audience televisiva di 9,3 milioni di persone.

“C’è stato anche un sostegno molto visibile da parte di figure maschili rispettate nel calcio che capiscono che questo è il calcio dell’Inghilterra, ma solo giocato da donne. In futuro, dovrebbero essere introdotti incentivi per incoraggiare una maggiore partecipazione a questo sport, indipendentemente dal sesso. L’intelligente campagna 12th Woman di Heineken[1] mira a far riflettere i tifosi sul linguaggio che usano per parlare del gioco. Anche lo sponsor della mobilità del torneo, Volkswagen2 , ha ideato l’ambiguo hashtag #NotWomensFootball, per dimostrare che il calcio è inclusivo per tutti. In definitiva, è lo stesso calcio inglese, puro e semplice, ma solo giocato da donne”.

[1] https://www.womeninfootball.co.uk/news/2022/0/11/i-am-the-12th-woman-the-campaign-t-shirts-from-heineken-raising-funds-for-women-in-football
2 https://www.volkswagen.co.uk/en/life/uefa-womens-euro-2022.html

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...