X FACTOR 2022: 800MILA SPETTATORI MEDI E IL 4% DI SHARE PER LA PRIMA PUNTATA

Taglio del nastro per la nuova edizione di X Factor 2022 che ha preso il via il 15 settembre con la prima puntata di Audition. L’esordio della nuova stagione, ieri su Sky Uno/+1 e on demand, ha registrato 790mila spettatori medi con una share del 3,9% (+5% rispetto al debutto della scorsa stagione). Sui social, grazie alle 296mila interazioni totali in rilevazione linear, #XF2022 è lo show più commentato dell’intera giornata televisiva di ieri; in rilevazione continuativa, invece, con 329mila interazioni X Factor si posiziona come primo contenuto della giornata (fonti: Talkwalker, Trends24.in).

Tutti nuovi i volti dello Sky Original prodotto da Fremantle: debutto in conduzione per Francesca Michielin, 10 anni dopo la sua vittoria su quello stesso palco e dopo un percorso poliedrico e originale, che è tornata lì dove tutto è iniziato in una veste (ancora) diversa; esordio anche per l’inedita giuria formata da Fedez, di nuovo al tavolo dopo 4 anni, Ambra Angiolini, Dargen D’Amico e Rkomi. Ritorno anche per il pubblico, che ha riempito gli spalti dell’Allianz Cloud di Milano e ha accompagnato le esibizioni dei tanti ragazzi sfilati sul palco.

Protagonisti assoluti della serata proprio loro, i tanti artisti che hanno iniziato a farsi conoscere da giudici e pubblico, tutti con la speranza di conquistare uno dei 12 posti disponibili per i Live Show, attesi dal 27 ottobre. Eccoli, quindi, i primi giudizi al tavolo: tra gli altri, hanno ottenuto l’accesso al prossimo step, i Bootcamp, le Tigri da soggiorno, 4 ragazzi romani che hanno proposto “Prima di andare via” di Neffa, la 22enne Prim di Scandiano (Reggio Emilia) che ha cantato “Youth” dei Daughter, il 17enne di Gela Holy Francisco con il suo inedito super orecchiabile “Martina”, la 21enne bolognese di origini marocchine Manel con “New Body” di Kanye West. E ancora, promosse l’esibizione toccante di Linda Riverditi sulle note di “Coraline” dei Måneskin, quella super rock degli Omini – 3 giovanissimi torinesi di 18, 19 e 19 anni – con “Tick, Tick… Boom!” dei The Hives, quella sofisticata del duo milanese dei Santi Francesi col proprio inedito “Non è così male” e quella più emotiva di Matteo Siffredi, 20enne della provincia di Savona da poco a Milano, con “L’appuntamento”, classicone di Ornella Vanoni.

credit foto Virginia Bettoja

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...