Piccolo Grande Cinema con Cineteca Milano: Dans la nuit – l’ultimo film del cinema muto francese incontra la live electronic music, e omaggio al cinema di Steven Spielberg

Musica e cinema hanno in comune un secolo di storia, e le testimonianze della ricchezza e dell’inventiva del loro incontro sono innumerevoli. Il dialogo tra suono e immagine trova interessanti e mirabili estensioni negli accompagnamenti musicali e nell’uso della colonna sonora. Piccolo Grande Cinema con Cineteca Milano ha in serbo appassionanti appuntamenti che celebrano dal vivo e sul grande schermo esperienza e interpreti di questo connubio.

  • Dans la nuit – l’ultimo film del cinema muto francese incontra la live electronic music

Domenica 13 novembre alle ore 17.30 alla Cineteca Milano Arlecchino, Piccolo Grande Cinema ospita la proiezione straordinaria di Dans la nuit di Charles Vanel, nella versione restaurata da l’Institut Lumière, con l’accompagnamento dal vivo della musica contemporanea del trio dei Sincopatici. Per l’occasione, l’ensamble si esibirà con la sua fondatrice, compositrice e pianista Francesca Badalini e Andrea Grumelli, che abitualmente uniscono classico, rock, elettronica e improvvisazione, in collaborazione con Matteo Ravelli (Borda) e le sue sonorità elettroacustiche, per ricreare le atmosfere oniriche e inquietanti dell’ambientazione filmica. Uno spettacolo che sarà eccezionale per più di un motivo. Dans la nuit è forse l’ultimo dei film muti francesi girato nel 1929 in pieno avvento del sonoro; è diretto da un attore, con grande talento registico, ritmo e sorprendente modernità; è la storia potente e brutale di un minatore che dopo essere stato sfigurato da un incidente in miniera vede andare in rovina il suo sogno d’amore; è un’opera capace di raccontare la felicità e il terrore, e l’elettronica saprà evidenziarne la dirompente intensità.

  • Un omaggio (in 18 film) al cinema di Steven Spielberg musicato da John Williams

Una proiezione speciale di E.T. l’extra-terrestre, sabato 5 novembre alla Cineteca Milano Arlecchino, e una maratona cinematografica, da domenica 6 a domenica 13 novembre, che proseguirà fino al 6 gennaio alla Cineteca Milano MIC, sono la dedica di Piccolo Grande Cinema e Cineteca Milano a uno dei sodalizi tra regista e musicista più riusciti della storia. Un’ampia retrospettiva ai film di un gigante innamorato della musica, Steven Spielberg, musicati da un gigante innamorato del cinema, John Williams. Tra i compositori più noti e rispettati al mondo, Williams è vincitore di cinque premi Oscar (di cui quattro con Spielberg: Lo squalo, Guerre stellari, E.T. l’extra-terrestre, Schindler’s List), tre Golden Globe (di cui tre con Spielberg: Lo squalo, Guerre stellari, E.T. l’extra-terrestre), numerosi dischi d’oro e di platino, tre Emmy, e venticinque Grammy. Versatile, raffinato, a suo agio nel dramma come nella commedia, e pur sempre riconoscibile, è autore di partiture straordinarie divenute iconiche grazie ai film per i quali sono state scritte e che le accompagneranno per sempre. Indimenticabili e maestose le sue colonne sonore “aliene” per Incontri ravvicinati del terzo tipo e per E.T. l’extra-terrestre (l’intera scena finale del volo delle biciclette fu montata sulla partitura di Williams, già scritta, e non viceversa come solitamente accade). I suoi caratteristici leitmotiv, i temi musicali ricorrenti, che in base alla narrazione filmica evolvono, da Guerre Stellari a Lo squalo a Jurassic Park, sono ormai patrimonio di una memoria sonora collettiva. La rassegna sarà accompagnata da un incontro e una masterclass a cura dell’Associazione The Legacy of John Williams e da bellissimi laboratori di The FabLab dedicati a E.T., per le famiglie e le scuole.

Gli appuntamenti cinematografici anticipano l’arrivo di Williams alla Filarmonica della Scala per il suo attesissimo concerto di lunedì 12 dicembre. Domenica 11 dicembre, alla Cineteca Milano MIC, in collaborazione con Filarmonica della Scala, sarà presentato il libretto di sala del concerto a cura di Marco Ferullo e del musicologo Emilio Audissino. Seguirà la proiezione di Sugarland Express del 1974, primo lungometraggio diretto da Spielberg e prima collaborazione con Williams. La musica del film fa immaginare le vaste e polverose strade della New Hollywood, che i protagonisti si trovano a percorrere con un pizzico di adrenalinica follia. La presenza del Maestro a Milano è l’occasione per un reciproco scambio tra due luoghi d’arte e cultura della città.

Il viaggio definitivo nell’universo di E.T. è anche sonoro! Le proposte musicali di Piccolo Grande Cinema con Cineteca Milano non finiscono qui. Stay tuned.

Rispondi