Su RaiPlay dal 29 ottobre il docufilm “Punta Sacra”, il racconto dell’ultima borgata autocostruita di Roma

Premiato ai Nastri d’Argento, ha ottenuto una candidatura al David di Donatello e in ultimo premiato al Roma Film Festival, il docufilm racconta la vita all’Idroscalo di Ostia. La vita, su quel lembo di terra, alla foce del Tevere dove il fiume incontra il mare, conteso fra la forza distruttrice della natura e gli interessi commerciali. Quel lembo di terra che gli abitanti chiamano, appunto, Punta Sacra o, come dicono i romani, l’ultima borgata autocostruita di Roma, da sempre a rischio demolizione e per decenni associata alla morte di Pasolini e a fatti di cronaca.

Abitata ormai da solo cinquecento famiglie, legate indissolubilmente a quella fetta di territorio, Punta Sacra, dal 29 ottobre in prima visione Rai su RaiPlay, descrive storie al limite condite da racconti intensissimi. Su tutte queste storie c’è quella di Franca, a capo di una famiglia completamente al femminile e voce narrante del documentario. E’ lei che mostra lo spirito della comunità, sviscerando un racconto che intreccia realismo e proiezioni nell’ immaginario,  nostalgia ed inevitabile pragmatismo, tenendo fermo un unico punto: quel luogo è la casa di tutti loro.

La regia di Francesca Mazzoleni, coglie lo spirito autentico di questo lembo di terra straziante e complesso, superando il cliché della sua estetica da set cinematografico per storie di criminalità, trasferisce lo spettatore fra le persone che lo popolano e dentro la quotidianità del territorio, fatta di precarietà, conflitti, libertà, resilienza e riscatto.  La vita della comunità viene raccontata dall’interno e il film è il frutto della condivisione del percorso compiuto insieme alla regista, riflettendo su quale fosse il modo migliore per rappresentarla. Così ci troviamo davanti due registri narrativi: quello di un luogo unico e particolare, dal forte impatto visivo ed emotivo, costantemente conteso e minacciato; e quello delle centinaia di storie personali e collettive che proprio lì vengono vissute, con un fortissimo senso di appartenenza e una potente voglia di riscatto di una comunità che non si piange addosso ma che comunque celebra la vita.

Punta Sacra è prodotto da Morel Film, in associazione con Patroclo e Distributore internazionale True Colours.

Rispondi