PIERPAOLO GUERRINI E HAUSER – Per la prima volta insieme in “INTIMATE”

Nel 2023 il compositore e produttore Pierpaolo Guerrini (stretto collaboratore fin dal debutto di Andrea Bocelli) festeggerà gli oltre 30 anni di carriera con un disco, il primo pubblicato a suo nome, ricco di collaborazioni di altissimo livello internazionale.

L’album, prodotto in Toscana nel PPG Studios di Pierpaolo Guerrini, sarà un concentrato di composizioni in vari generi musicali con brani strumentali nei quali parteciperanno amici con cui Pierpaolo ha collaborato direttamente e indirettamente nel corso della sua intera carriera.

Ad anticipare l’album, “INTIMATE”, brano disponibile in tutti gli store digitali in Italia e all’estero (pubblicato da Stage One/The Orchard).

In “INTIMATE”, al pianoforte di Pierpaolo Guerrini si aggiunge lo straordinario violoncello di HAUSER, il violoncellista croato diventato una star mondiale con il duo 2Cellos e impegnato oggi, dopo la fine del progetto, nella sua carriera solista, che interpreta con grande empatia questo brano intenso ma dal tema semplice, con armonie classiche e melodie scolpite e profonde.

La struggente esecuzione dell’arrangiamento d’archi esalta la magia e la vibrazione del suono di una melodia senza tempo.

Pierpaolo Guerrini racconta così la composizione del brano: “Ho sempre pensato che per trasmettere emozioni in musica ci fosse bisogno di strutture semplici e originali. Trovare l’intensità ed un’evoluzione non scontata spesso è una grande scommessa per noi compositori.

“INTIMATE” si avvicina a questo mio ideale con il suo mondo armonico e melodico e mi ha dato modo di poter esprimere quella parte compositiva che rientra, a mio parere, perfettamente nel mondo cinematografico. Per questo motivo il mio pensiero, componendo il brano, è andato al grande Maestro Ennio Morricone ad altri grandi compositori di colonne sonore come John Williams, Hans Zimmer, Nino Rota, Riz Ortolani, Alan Silvestri, e molti altri”.

“INTIMATE” è un omaggio, una dedica di Pierpaolo alla sua compagna, Justyna Maslanicz e al suo sogno di bambina di diventare una grande ballerina.

Pierpaolo Guerrini racconta: “Tutti noi in qualche modo abbiamo vissuto questa storia: sogni che restano incompiuti perché la vita ci porta a prendere altre strade obbligandoci così a chiudere quei sogni in un cassetto.”

“INTIMATE” è accompagnato da un video che darà vita, attraverso le immagini, alla storia che Guerrini aveva nella mente durante la scrittura.

Il video comincia sulle prime note di “INTIMATE” proprio con l’immagine di Justyna che guarda una sua vecchia foto da bambina per poi ritrovarla seduta come spettatrice in un teatro dove a danzare sul palco troviamo i primi ballerini della Scala di Milano Virna Toppi e Nicola Del Freo, che eseguono un balletto coreografato dal M° Gianluca Schiavoni.

La regia di Paolo Caselli e Fra Ferri e la fotografia di Fra Ferri per la Dueotto Film di Milano, raccontano una storia dove a fare da filo conduttore tra le immagini dei ballerini, Hauser e il pianoforte di Pierpaolo, è proprio Justyna.

Pierpaolo Guerrini sin da piccolo inizia vari studi di musica e approfondisce la grande passione per materie elettroniche legate al mondo audio, dai primi studi al conservatorio Rinaldo Franci di Siena e come tastierista nel gruppo Homo Sapiens, nel 1988 inizia la sua collaborazione con il grande maestro Andrea Bocelli. Un legame di amicizia e lavoro che lo porta a comporre, fino ad oggi, sei brani per il grande tenore, tra cui I am here nell’Album “SÌ”, Melodramma e L’abitudine singoli dell’Album “CIELI DI TOSCANA”, brani che hanno solcato gran parte delle classifiche mondiali. Nel suo PPG Studios ha effettuato produzioni per grandi artisti oltre ad Andrea Bocelli e il figlio Matteo Bocelli: Ed Sheeran, Placido Domingo, Zubin Mehta, Laura Pausini, Tori Kelly, Tony Bennett, Bob Ezrin, producer dei Pink Floyd, Tony Renis, David Foster, Humberto Gatica, Giancarlo Bigazzi, Zucchero Fornaciari, e molti altri artisti nell’ambito sia pop che classico a livello nazionale e internazionale. Come compositore, nel 1997, scrive il suo primo brano di successo, un latin dance dal titolo “Puppua” diventato inno della Coppa del Mondo FIFA Francia 1998 in Spagna. Pierpaolo, come sound engineer oltre che compositore, ha conseguito tre nomination ai Grammy Awards. Molti i professionisti di caratura internazionale con cui ha avuto rapporto in ben 35 anni di attività e con cui ha istaurato anche un rapporto di amicizia: Tony Renis, Riccardo Del Turco, Stephan Moccio, HAUSER, Andrea Griminelli, e molti altri. Il suo genere di musica spazia tra il pop e il classico, dall’elettronica alle sonorità latine più calde. È inoltre un grande appassionato di strumentazione analogica, come synthetizer e outboard vintage e consolle storiche di altissimo livello.

Dal momento in cui ha deciso di avvicinarsi a un’esperienza musicale diversa dalla tradizione della musica classica, pop e rock, HAUSER si è esibito nelle sale da concerto di tutto il mondo, sfidando le convenzioni consolidate del mondo della musica. Dietro ad Hauser c’è un grande talento e una carriera che lo vede fin da giovanissimo esibirsi nei più grandi teatri di tutto il mondo sia come solista che con le più importanti orchestre.  Viene notato e scelto proprio da Rostropovič che lo invita a eseguire un Concerto di Gala a Palazzo Vecchio a Firenze. Nell’elenco delle numerose collaborazioni nel panorama classico ci sono nomi come Bernard Greenhouse, Heinrich Schiff, Arto Noras, Frans Helmerson, Philippe Muller, Stephen Kovacevich, Mennahem Pressler e Ivry Gitlis. La scelta che cambia la sua carriera è quella di dimostrare la “versatilità” del violoncello e le enormi possibilità che offre questo strumento andando aldilà del repertorio classico. Con l’amico e violoncellista Luka Šulić fonda nel 2011 2Cellos, un progetto ambizioso che li vede eseguire brani di musica contemporanea spaziando tra Michael Jackson (è grazie alla loro versione di “Smooth Criminal” che arrivano alla ribalta mondiale tanto da essere chiamati da Elton John a suonare per il tour mondiale del 2011), Guns N’ Roses, Muse e U2. Hauser vanta collaborazioni come Andrea Bocelli, Red Hot Chili Peppers, George Michael, Steven Tyler degli Aerosmith e non solo. Il progetto si è chiuso quest’anno con un ultimo disco e un ultimo tour lasciando spazio oggi alla carriera solista.

Rispondi