“The Christmas Show”, la favola natalizia di Alberto Ferrari al cinema dal 17 novembre. La video intervista con il regista, Serena Autieri e Raoul Bova, le foto del red carpet milanese e la recensione del film

“The Christmas Show”, al cinema dal 17 novembre, è il nuovo film di Alberto Ferrari che vede protagonista un cast stellare composto da Raoul Bova, Serena Autieri, Tullio Solenghi, Francesco Pannofino, Ornella Muti, Alice Ferrari, Giulio Nunziante, Nicolò Bertonelli, Francesca Giovannetti, con la partecipazione di Blind, distribuito da Viva Productions in collaborazione con Altre Storie e Adler Entertainment, e co-prodotto da Viva Productions e Pama Film Productions.

Sofia Rovati (Serena Autieri) è un primario, mamma di Ricky (Giulio Nunziante Cesaro) e Alice (Alice Andrea Ferrari), che dopo la morte in un incidente aereo del marito avvenuta cinque anni prima, passa le giornate tra la clinica in cui lavora e la casa, sulla quale c’è un’ipoteca, e soprattutto non festeggia più il Natale. Ma all’improvviso tutto cambia, quando Alice decide di iscrivere la famiglia al reality The Christmas Show. La loro abitazione viene invasa dalle telecamere e torna ad illuminarsi e ad animarsi, con l’arrivo per il cenone di Natale dell’elegante nonna Rita (Ornella Muti), dell’intellettuale e spiritoso nonno Angelo (Tullio Solenghi), di Oscar (Francesco Pannofino), il capo di Sofia che è innamorato di lei ma al contempo trama alle sue spalle, e dell’affascinante scrittore Pierre (Raoul Bova), il malinconico e misterioso vicino di casa che negli ultimi cinque anni ha osservato la vita scorrere dal vetro della finestra della sua abitazione. Il reality cambierà la vita di tutti i partecipanti.

LE VIDEO INTERVISTE CON SERENA AUTIERI, RAOUL BOVA E ALBERTO FERRARI

Durante il red carpet per la prima milanese del film al The Space Cinema – Milano Odeon abbiamo realizzato un’intervista con Serena Autieri, Raoul Bova e Alberto Ferrari.

Serena Autieri interpreta il chirurgo Sofia Rovati: “E’ una donna che ha avuto delle sventure affettive nella vita, ha costruito un castello sulla sabbia che poi si è smontato, ha due figli e nonostante le difficoltà economiche riesce a portare avanti la famiglia. Dentro di sé ha la voglia di liberarsi di questa tristezza, di questo grigiore e attraverso il reality che entra dentro casa riesce a togliere queste sovrastrutture che negli anni ha dovuto creare. E’ un film che dà speranza, è una commedia per le famiglie, per i bambini, le nonne, i genitori, è un momento di condivisione e invitiamo tutti a venire a respirare un po’ di magia del Natale”.

L’attrice ci ha poi raccontato il suo ricordo più bello legato a questa festività: “La famiglia, i momenti in cui ci si riuniva a cantare, a scartare i regali, a preparare il cenone e il pranzo di Natale sono quelli che porto nel cuore. Sono dei valori, delle tradizioni che conserviamo e bisogna preservarli e tramandarli alle nuove generazioni”.

Raoul Bova in “The Christmas Show”, che segna il suo ritorno al cinema dopo diversi anni, interpreta lo scrittore Pierre: “E’ un film corale, in cui ho avuto il piacere di recitare con attori molto bravi come Serena Autieri, Francesco Pannofino, Ornella Muti, Tullio Solenghi, e siamo contenti di tornare sul grande schermo con una commedia che fa sorridere, che parla del Natale, di sentimenti positivi, in un momento in cui purtroppo ci sono anche tante cose che non vanno bene”.

Il regista Alberto Ferrari ci ha spiegato com’è nata l’idea di unire il Natale e il reality show, attorno al quale ruota la storia: “Il Natale è il momento in cui tutte le famiglie si riuniscono e ognuno pensa alle cose che deve fare e magari non ha più le stesse aspirazioni di un tempo. I Rovati che hanno deciso di non festeggiare più il Natale all’improvviso si ritrovano a viverlo grazie alla cosa meno naturale del mondo, questo reality show che li ingabbia e nella sua negatività fa uscire la forza della vita dei personaggi che riprendono coraggio e vanno verso un nuovo futuro con uno spirito migliore. Abbiamo scritto la sceneggiatura infatti durante la pandemia con l’intento di trasmettere un messaggio di speranza”.

Riguardo invece il suo ricordo natalizio più bello Ferrari ha risposto: “Quando i miei genitori mi hanno regalato un disco dei Pooh, Pensiero. Mi sono alzato, ho trovato il giradischi e insieme a mio fratello abbiamo iniziato a farlo suonare a tutto volume. Solo che erano le due di notte e mamma e papà si sono precipitati a togliercelo. Però è un ricordo bellissimo”.

Il photocall del cast di “The Christmas Show” sul red carpet:

Questo slideshow richiede JavaScript.

credit foto FM

RECENSIONE DEL FILM: “The Christmas Show” è una favola adatta a tutta la famiglia, in cui il regista Alberto Ferrari riesce a unire sapientemente due elementi che all’apparenza sono distanti tra loro: il Natale e il reality show. All’interno della storia si fondono dunque realtà e finzione, ma alla fine emerge la vera personalità di ciascuno dei personaggi che, proprio come la casa della famiglia Rovati, dapprima buia e poi di nuovo luminosa grazie alle luci natalizie, evolve e cambia in meglio.

E’ una commedia che racchiude una linea narrativa ironica, con battute divertenti pronunciate in particolare da Francesco Pannofino e Tullio Solenghi, e una romantica con la storia d’amore che sboccia lentamente tra Sofia e Pierre, facendoli tornare a vivere, nonostante i tentativi di insinuarsi tra loro da parte di Oscar, che si è invaghito dell’affascinante primaria, ma anche con il sentimento fresco e puro che lega Alice ed Edo, nato grazie alla comune passione per la musica.

christmas

Vengono poi affrontati i temi dell’elaborazione del lutto e della solitudine, con diversi spunti che rimandano alle sensazioni provate da tutti noi quando ci siamo trovati ad essere obbligati a restare chiusi in casa durante la pandemia, avendo la possibilità di guardare dentro noi stessi.

Un film ben recitato, con un ottimo cast, che ci ricorda che ci sono ancora principesse che illuminano il mondo e principi pronti ad amarle, che regala un po’ di leggerezza e speranza, nonché la voglia di continuare a sognare. E oggi ne abbiamo indubbiamente bisogno.

di Francesca Monti

Grazie a Patrizia Wachter e Delia Parodo – Studio Sottocorno

Rispondi