Su RaiPlay in esclusiva dal 25 novembre “Sisterhood”, il docufilm dove le donne sfidano stereotipi e discriminazioni

Tre storie, che si intrecciano a tre squadre di basket femminile su tre angoli del pianeta: Roma, New York e Beirut.  Sisterhood, dal 25 novembre in esclusiva su RaiPlay, racconta come le protagoniste sfidano stereotipi e discriminazioni usando lo sport, non professionistico e giocato nei campi di strada, come mezzo di emancipazione e integrazione.  La strada, luogo di tante regole non scritte, è come la società una sorta di banco di prova per tutte quelle donne che lottano contro pregiudizi e stereotipi di genere. E’narrato in soggettiva da ragazze che, con o senza velo, nere o bianche, di quindici o quarant’anni, quotidianamente scendono in campo per difendere, nello sport come nella vita, i propri spazi di libertà, la propria dignità, la propria emancipazione ed integrazione.

Sisterhood è l’opera prima di Domiziana De Fulvio come regista, il titolo dato si rifà ad una famosa citazione tratta da un libro antologico curato dall’attivista politica Robin Morgan negli anni ’70: La sorellanza è potere. E’ prodotto da Alfa Multimedia con la fotografia di Nicolò Biarese e le musiche di Valerio Vigilar.

Il film è stato selezionato in concorso ai: Torino Sottodiciotto Film Festival 2020; Ortigia Film Festival 2020; Festival Tulipani di Seta Nera 2021 (Premio della Critica); Vittoria Peace Film Fest 2021 (Premio Cinema per la Pace); Reel Sisters of the Diaspora Film Festival & Lecture Series 2021 – New York.
E’ stato inoltre selezionato fuori concorso ai: Festival Cinema d’iDEA 2022; Festa del Cinema del reale e dell’irreale 2022; Endorfine Rosa Shocking Festival 2022.

Rispondi