Dal 6 novembre, dal lunedì al venerdì alle ore 7, torna “Viva Rai2!” condotto da Fiorello, con Fabrizio Biggio e Mauro Casciari: “Ci sarà da divertirsi, saremo in diretta e potrà arrivare chiunque”

Appuntamento con il buonumore su Rai2, dal 6 novembre, dal lunedì al venerdì dalle ore 7, con “Viva Rai2!”, da quest’anno anche su Rai Radio 2 alle ore 14.

Nella sede inedita del Foro Italico, trasformata in un Villaggio del sano divertimento e dell’allegria, con un glass studio ancora più grande, rinnovato e con nuovi spazi, Fiorello, Fabrizio Biggio, Mauro Casciari e tutta la numerosa banda (dal pensionato con la passione per il canto Ruggiero Del Vecchio al giovane tiktoker Gabriele Vagnato, dalla musicista Serena Ionta con il suo ukulele e alla cantante Beatrice De Dominicis, fino al corpo di ballo, ancora con più componenti, diretto da Luca Tommassini) daranno il buongiorno a modo loro per iniziare la giornata, in un appuntamento sempre più atteso, in particolare dai bambini e dai ragazzi prima di entrare a scuola.

Partendo da una rassegna stampa che racconterà l’attualità con ironia e leggerezza, si assisterà quotidianamente ad un varietà unico e imperdibile – con ospiti e trovate di ogni genere – ideato da Rosario Fiorello, direttore artistico, autore e protagonista assoluto, che ogni mattina lancerà gag e farà sorridere con le notizie prese dai quotidiani, dal web e da tutto ciò che oggi fa informazione, e che restano l’ingrediente principale della trasmissione.
Pronti anche a scoprire i nuovi personaggi, che si alterneranno a quelli creati il primo anno – come Batman e WonderTrans, i “Ma senza Se” – e curiosi di ridere sui format che nasceranno dentro al format stesso (chi non ricorda “TeleMinkia”, “Mare fuori”, le improbabili inchieste, “Chi vuol essere in ascensore?”, tra i tanti).

La sigla firmata da Jovanotti è stata riadattata per la nuova edizione e la vedremo in una versione inedita. La parte musicale sarà curata, come sempre, dal maestro Enrico Cremonesi assieme al rapper Daniele Lazzarin, in arte Danti.
Diffusa anche la modalità di fruizione: “Viva Rai2!” si potrà seguire anche in simulcast su RadioTuttaItaliana e su RaiPlay dove, inoltre, si potrà rivedere sia in formato integrale che in clip. Estratti dello show saranno pubblicati quotidianamente anche sui social Facebook, Instagram, X e Tiktok.

Screenshot 2023-10-30 102518

“Viva Rai2!” è un programma di Rosario Fiorello scritto con Francesco Bozzi, Pigi Montebelli, Federico Taddia, e con Fabrizio Biggio, Mauro Casciari, Enrico Nocera, Edoardo Scognamiglio, Alessandro Clemente. Le musiche sono di Enrico Cremonesi e Daniele Lazzarin, le coreografie di Luca Tommassini, la regia di Piergiorgio Camilli. Produttore esecutivo Cristina Ambrosi.

“Quattro anni fa abbiamo riportato Rosario in Rai con uno straordinario progetto, Viva RaiPlay, e abbiamo rilanciato una piattaforma straordinaria. Fiorello ha la capacità unica di coinvolgere tutti nel suo show”, ha esordito in conferenza stampa l’Ad Rai Roberto Sergio.

“E’ una realtà che lo scorso anno ha portato a numeri strepitosi. Sono orgoglioso di fare parte di questo programma che per me è vero servizio pubblico, e apre la mattina con il buonumore, con la danza, il canto, le gag, il divertimento, l’attenzione ai particolari, le prese in giro. E’ un intrattenimento inclusivo da questo punto di vista”, ha dichiarato Marcello Ciannamea, direttore Prime Time Rai.

“La crossmedialità è uno dei segreti di questa grandissima operazione e anche la volontà di cambiare le abitudini degli italiani, però uno show che parte come commento delle notizie e nell’arco delle 115 puntate diventa uno show di intrattenimento che non ha eguali nel mondo ci rende orgogliosi”, ha aggiunto Claudio Fasulo, vicedirettore Intrattenimento Prime Time.

Screenshot 2023-10-30 103750

Rosario Fiorello ha quindi svelato le novità di questa edizione: “Puoi avere un’idea ma quando inizia il programma quello che viene preparato cade perchè tutto diventa in divenire, si improvvisa, partiamo da dove eravamo rimasti. Lo scherzo a Fedez ad esempio è nato il giorno stesso, Danti mi ha telefonato dicendo che c’era Federico che voleva salutarmi, invece era un suo tecnico che parla nello stesso modo. Ci sarà da divertirsi, saremo in diretta e potrà arrivare chiunque. Cerchiamo l’umanità e la verità. Avremo ospiti anche insospettabili (per la prima puntata si parla di Marco Mengoni, ndr). Non si può scherzare su tutto. Cercheremo di fare ciò che ci viene richiesto, ossia un po’ di buonumore. Consentitemi l’indignazione e il dolore ogni volta che vedo al telegiornale i bambini, che siano israeliani o palestinesi. E’ necessario intervenire”.

Fiorello ha raccontato quello che ha scoperto dei suoi compagni di viaggio, Fabrizio Biggio e Mauro Casciari: “Tutti conoscevamo Fabrizio Biggio, uomo di indiscusso talento e secondo me un grandissimo attore che verrà scoperto più avanti anche in ruoli drammatici. Quando ci siamo incontrati mi è bastato guardarlo negli occhi per capire che persona fosse e per me la cosa più importante è l’uomo che è buono, forse anche troppo.

Conoscevo già Casciari, è un ragazzo d’oro ma non vedevo il talento, però è bravissimo a maneggiare il computer e quindi doveva stare al tavolo e occuparsi delle news. Invece puntata dopo puntata abbiamo scoperto anche la sua vena comica, si inventa dei neologismi napoletani che non esistono”.

Il conduttore ha poi parlato della nuova location, il Foro Italico, dove ci sarà anche un maxischermo per assistere al programma: “Non siamo stati sfrattati, siamo noi che ce ne siamo andati. Ognuno si deve mettere nei panni di qualcun altro. Noi facevamo casino e se non noi il pubblico che si radunava attorno al glass. Qualcuno ha detto che lasciavamo sporco, questo è stato un insulto ai lavoratori Rai. Questa estate ho incontrato famiglie e vedere bambini in età prescolare che mi hanno chiesto la foto, quindi ho capito che Viva Rai2! piace a tutti, indipendentemente dall’età”.

Infine il capitolo Sanremo: ““Non è il mio mestiere, lo sanno tutti, quando me chiedono se condurrei il Festival quasi mi offendo. Andremo a Sanremo con il glass. Quest’anno sarei dovuto essere presente solo nell’ultima puntata per dire ad Amadeus “è finita la tua avventura”. Il fatto che io stia lì non vuol dire che salirò sul palco ma potrò comunque entrare all’Ariston. Per il 2025 prendete Fabio Fazio dal Nove e Fedez, oppure si potrebbe attingere alle risorse Rai, dove ci sono tanti bravi conduttori da Carlo Conti ad Antonella Clerici”.

di Francesca Monti

Rispondi