Venezia74: presentato in anteprima mondiale “Diva!”, il film di Francesco Patierno sulla vita straordinaria di Valentina Cortese, interpretato da otto strepitose attrici

di Francesca Monti

VENEZIA – E’ stato presentato in anteprima mondiale nella Selezione ufficiale – Fuori Concorso. alla 74a Mostra Internazionale del Cinema di Venezia, accolto da lunghi applausi, il film di Francesco Patierno “Diva!”, tratto da “Quanti sono i domani passati” a cura di Enrico Rotelli, libro autobiografico di Valentina Cortese, che racconta la vita straordinaria di un’autentica diva, divenuta un mito teatrale in tutto il mondo. Il film, che andrà in onda in esclusiva tv a dicembre su Sky Arte HD (canali 120 e 400), è una favola hollywoodiana ambientata tra una Milano d’altri tempi, Torino, Roma, Cinecittà, Hollywood, fino al palcoscenico del Piccolo Teatro; è la storia di grandi amori e amicizie straordinarie con miti del cinema e del teatro italiani, come Giorgio Strehler e Federico Fellini.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Otto grandi attrici (Barbora Bobulova, Anita Caprioli, Carolina Crescentini, Silvia D’Amico, Isabella Ferrari, Anna Foglietta, Carlotta Natoli e Greta Scarano)  ripercorrono la vita di Valentina Cortese interpretando le sue stesse parole tratte dall’autobiografia “Quanti sono i domani passati” pubblicata in occasione dei suoi 90 anni. Un viaggio attraverso i suoi ricordi e le sue interpretazioni.

Valentina Cortese, classe 1923 non è potuta intervenire alla presentazione veneziana, ma “vedrà il film in un’anteprima che faremo al piccolo di Milano. Io prima di girare non l’ho voluta conoscere, per sentirmi più autonomo”, ha raccontato il regista. “Quando mi hanno offerto il progetto, ero piuttosto perplesso. Avevo in mente solo l’immagine classica, di lei con il foulard in testa. Ma leggendo il libro ho scoperto una storia che è una sorpresa continua e una grande personalità sia dal punto di vista umano che professionale. Rispetto al libro ho ribaltato la scaletta. Racconto la sua vita al contrario, un po’ come come in Benjamin Button, sempre saltando tra presente e passato”.

“Francesco ci ha chiesto di non recitare o imitare Valentina Cortese, ma di narrare, restituendo la parte più interessante, ognuna di noi che a suo modo, racconta Valentina” , ha spiegato Anna Foglietta. Queste le parole di Isabella Ferrari: “Mi chiedevo come studiare l’interpretazione e Francesco mi ha fermato subito dicendomi di non studiare nulla. Per questo mi sono limitata a imparare le battute, e ho avuto, vedi il caso, due monologhi che ho sentito subito molto affini, sulla sua infanzia in campagna. Anch’io sono cresciuta nello stesso modo, ne ho riconosciuto l’odore”.

Carlotta Natoli ha sottolineato: “Nella nostra vita di attrici succedono a volte cose speciali. Siamo state tutte attraversate da Valentina, e Francesco ha fatto da demiurgo, catturando di noi ogni attimo, ogni sfumatura diversa. Mettiamo in scena un’artista con un danno originario fortissimo, pieno di ombre ma anche con un grandissimo slancio verso la vita. Si potrebbe dire che otto di noi fanno una di lei, ma in realtà ne servirebbero molte di più”. Unico attore nel cast è Michele Riondino, che dà volto e voce a Giorgio Strehler: “Lei era la grande interprete, la diva e lui il pittore, il maestro. Tra loro c’era un rapporto che negli anni è andato molto al di là dell’affetto. E’ stato bello dargli una chiave di lettura personale”.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...