Il terzo e ultimo appuntamento del Festival musicale internazionale MITO SettembreMusica 2017 a Milano dedicato al pubblico dei bambini

Il terzo e ultimo appuntamento del Festival musicale internazionale MITO SettembreMusica 2017 a Milano dedicato al pubblico dei bambini (i più piccoli, dai 2 ai 5 anni), PLAY, è uno spettacolo della Compagnia Tecnologia Filosofica/Refrain, che vede la danzatrice Francesca Cinalli e il percussionista Massimo Mellilo interagire con il loro “piccolo pubblico”, su musiche di Marco Amistadi e luci di Christian Perria. Dalla ridotta durata di soli 30 minuti, lo spettacolo è stato commissionato dal festival MITO SettembreMusica, e da questi prodotto assieme a Unione Musicale, Rivoli Musica e Compagnia Tecnologia Filosofica/Refrain. È presentato in prima assoluta al Teatro Litta alle 15.30 e 17.30 di domenica 17 settembre.

In Play, una compagnia di musicisti-danzatori-tecnici cerca di rappresentare il suono con l’aiuto della danza, delle immagini e, naturalmente, della musica. Lo spettacolo coinvolge il pubblico in viaggio sensoriale, tra le infinite sfaccettature della percezione auditiva e visiva, fatto di musica, colori e luci in cui i bambini diventano protagonisti attivi della performance, interagendo attivamente con interpreti e luci.

“Per realizzare a livelli sempre più profondi la nostra idea di interazione, spiega Amistadi abbiamo creato degli oggetti scenici sonori ricchi di possibilità e stimoli creativi, che abbiamo chiamato Qbot. Si tratta di cubi traslucidi di 50 cm per lato che, se percossi, spostati, sollevati, lanciati, producono qualsiasi suono e si illuminano. Sono in sostanza dei giochi interattivi, divertenti e d’effetto, carichi di possibilità sceniche e che ben esprimono il significato del titolo Play, traducibile sia con “suonare” sia con “giocare”. I cubetti fanno parte della sfera ludica infantile da secoli: noi siamo partiti da questo dato, realizzandone una versione solo un po’ più speciale”.

La colonna sonora dello spettacolo, eseguita dal vivo, è di Marco Amistadi. Massimo Melillo, valente percussionista, s’incarica del vibrafono e delle percussioni; Francesca Cinalli, tersicorea provetta, della danza. Nonostante le competenze specifiche, i ruoli degli interpreti non sono troppo settoriali e, anzi, s’intersecano: Massimo si ritroverà a muoversi nello spazio e Francesca a produrre suoni. Gli strumenti tradizionali s’intrecceranno con i mezzi tecnologici, per fondersi con sonorità ulteriori, luci, giochi di colore e immagini visive. La danza di Francesca diverrà anch’essa produttrice di musica relazionandosi con lo spazio circostante interattivo. In PLAY, la musica, presente lungo l’intero spettacolo, ha un ruolo strutturale: è lei a pilotare, con le proprie indicazioni, la drammaturgia.

Il Festival delle Città di Milano e Torino, realizzato da I Pomeriggi Musicali di Milano e Fondazione per la Cultura di Torino con il patrocinio del Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo, è reso possibile anche grazie al prezioso contributo del partner Intesa Sanpaolo, che ha creduto al progetto sin dalla prima edizione, al sostegno di Compagnia di San Paolo e degli sponsor Pirelli e Fondazione Fiera di Milano.

Annunci

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...