SANREMO 2018: LE COSE CHE CI SONO PIACIUTE DI PIU’ DEL FESTIVAL DI SANREMO 2018

Si è chiusa la 68a edizione del Festival di Sanremo che ha visto la vittoria di Ermal Meta e Fabrizio Moro con “Non mi avete fatto niente”, davanti a Lo Stato Sociale con “Una vita in vacanza” e Annalisa con “Il mondo prima di te”. Arrivati alla fine della kermesse facciamo un resoconto su quello che ci è piaciuto maggiormente.

Innanzitutto un 10 e lode va al trio di conduttori con Claudio Baglioni che è stato un perfetto padrone di casa, mostrando anche il suo lato più ironico e meno conosciuto e regalando grandi momenti musicali; Michelle Hunziker, grande protagonista del Festival, che con la sua simpatia, la sua semplicità e la sua eleganza ha conquistato tutti e ha donato alla kermesse quel tocco di ironia e brillantezza; Pierfrancesco Favino, che oltre ad essere un grande attore ha confermato di essere capace di condurre, cantare e intrattenere il pubblico, ma anche di far riflettere su tematiche attuali e importanti.

La scelta degli ospiti italiani e internazionali si è rivelata azzeccata: Laura Pausini ha festeggiato i 25 anni di carriera con un duetto emozionante sulle note di Avrai ed è addirittura uscita dall’Ariston per salutare e cantare con il suo pubblico; Fiorella Mannoia protagonista con Baglioni e Favino di un momento molto toccante sulle note di “Mio fratello che guardi il mondo” di Ivano Fossati; i Negramaro con l’intensa interpretazione di “Poster” in coppia con Baglioni, Gianna Nannini che ha cantato con il direttore artistico un “Amore bello” da brividi, e ancora la coppia Sting-Shaggy, il meraviglioso duetto di Giorgia e James Taylor, la musica di Biagio Antonacci, Piero Pelù e del trio Nek-Pezzali-Renga, la magia portata sul palco da Gino Paoli e Danilo Rea, l’irresistibile Virginia Raffaele con le sue spassose imitazioni, l’uragano Fiorello, il grande Pippo Baudo con la sua emozionante lettera a San Remo.

Questo Festival nelle intenzioni del suo direttore artistico doveva riportare al centro la musica e così è stato, con 28 canzoni in totale, 20 tra i Big e 8 tra le Nuove Proposte, categoria che ha visto trionfare Ultimo con “Il ballo delle incertezze”, diverse per sound e tematiche ma ugualmente affascinanti.

Un applauso in particolare va fatto a Ornella Vanoni, signora della musica italiana, che si è messa in gioco con Bungaro e Pacifico, portando ogni sera sul palco dell’Ariston quell’eleganza e quel carisma che sono propri dei grandi artisti.

Altre due menzioni speciali vanno alla grande Milva, insignita del Premio alla Carriera, e a Paddy Jones, la nonna ballerina che a 83 anni ha incantato tutti accompagnando sul palco Lo Stato Sociale in gara con “Una vita in vacanza”.

E’ stato anche un Festival molto social e molto seguito dal pubblico con share altissimi e una media di oltre 10 milioni di spettatori a puntata, segno che la qualità viene premiata sempre. Si chiude così una delle più belle edizioni del Festival. L’appuntamento è per il 2019. Perchè Sanremo è Sanremo.

 

 

 

 

Annunci

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...