Carolina Kostner sarà la portabandiera italiana nella cerimonia di chiusura dei XXIII Giochi Olimpici Invernali di PyeongChang 2018. Il Presidente del CONI Malagò: “Ringrazio tutti gli atleti perché sono stati eccezionali”

Carolina Kostner sarà la portabandiera italiana nella cerimonia di chiusura dei XXIII Giochi Olimpici Invernali in programma oggi alle 12 ora italiana all’Olympic Stadium di PyeongChang. La campionessa di pattinaggio di figura, bronzo olimpico a Sochi 2014, sfilerà 12 anni dopo Torino 2006, quando venne scelta come alfiere azzurro per la cerimonia di apertura.

“Questa nomina è a suggello di una carriera piu unica che rara. Dopo la gara le ho detto: “grazie Carolina per tutto quello che hai fatto e per quello che spero farai”, ha spiegato il Presidente del CONI, Giovanni Malagò, che si è detto soddisfatto di quanto fatto dall’Italia in questi Giochi: “E’ stata un’Olimpiade in cui ne abbiamo visto molte cose particolari, basta vedere quello che è successo con la Ledecka che ha vinto due ori nello snowboard e nel SuperG. Una favola che accresce questo meraviglioso mondo. Sono stati Giochi complicati, perché fino a un mese fa si parlava qausi esclusivamente di ragioni di sicurezza legate all’evento, invece è successo il miracolo, perché oggi i ragionamenti vertono solo in chiave positiva grazie alla magìa della manifestazione e del significato che da sempre la caratterizza. C’erano tante aspettative, avevamo una squadra forte ma ogni volta ti devi rimettere in discussione. Si può essere il miglior Presidente del CONI per quanto riguarda le attività intraprese e sviluppate in ogni ambito, poi però se non vinci ai Giochi viene capovolto ogni giudizio. Lo sapevo, ma nonostante questo ho detto che mi aspettavo di andare in doppia cifra e peccato che ci fosse qualcuno che andasse contro, non tifando per il nostro Paese. Niente è scontato e nessuna medaglia era sicura a prescindere, per questo si può anche fallire. Questa di PyeongChang è la quinta Olimpiade di sempre per l’Italia. Dopo Lillehammer, Albertville, Salt Lake City e Torino, la quarta di sempre all’estero. Ringrazio tutti gli atleti perché sono stati eccezionali”.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...