Da Martedì 20 a Domenica 25 Marzo all’OFF/OFF Theatre, sarà di scena QUESTO AMORE, con Laura Lattuada, Massimiliano Vado ed Eleonora De Luca, per la regia di Matteo Tarasco

Da Martedì 20 a Domenica 25 Marzo all’OFF/OFF Theatre, sarà di scena QUESTO AMORE, con Laura Lattuada, Massimiliano Vado ed Eleonora De Luca, tratto dal romanzo omonimo di Roberto Cotroneo, tra gli autori contemporanei più apprezzati, con la drammaturgia e la regia di Matteo Tarasco.

Lo spettacolo racconta la storia d’amore tra Anna, un’insegnante di lettere ed Edo, un ex calciatore di Serie A, due figure tanto distanti tra loro, quanto vicine. Subito vengono alla mente le iconiche storie d’amore della letteratura di tutti i tempi, da Romeo e Giulietta, a Tristano e Isotta passando per Orfeo e Euridice. “Con “Questo amore” – raccontano il regista Matteo Tarasco e l’autore Cotroneo – abbiamo scelto di affrontare il tema di un amore assoluto e impossibile dove assenza e ricordo, attesa e memoria, si incrociano a formare la complessa trama di una storia semplice.”

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

Il regista Matteo Tarasco racconta lo spettacolo con queste parole: “Questo amore” è un romanzo folgorante, di profonda bellezza poetica e di altissima fattura stilistica; un romanzo che parla al cuore del lettore con la voce intensa della poesia. Proprio per questo motivo abbiamo ritenuto necessario “dare voce”, la viva voce del teatro, alle parole brucianti di questa straordinaria storia d’amore tra una professoressa e un ex calciatore, che tanto somigliano a Romeo e Giulietta, a Tristano e Isotta, ad Orfeo ed Euridice.

E così, Roberto Cotroneo, sollecitato da me e l’attrice Laura Lattuada, ha deciso di “riscrivere” il romanzo in forma scenica e ne ha tratto una testo teatrale. Ma non si tratta di un mero adattamento del testo originale, né di trasposizione scenica, bensì di una nuova opera, parente del romanzo, nata per gemmazione, l’opera nuova di uno dei più apprezzati romanzieri contemporanei italiani che per la prima volta si misura con la scrittura per il palcoscenico. Questo spettacolo rappresenta un’ideale continuazione del lavoro che io e l’attrice Laura Lattuada, abbiamo intrapreso sulla nuova drammaturgia italiana ed inaugurato con il dittico di Susanna Tamaro, “L’inferno non esiste?”, due storie che parlano di violenza sulle donne. Riteniamo infatti che raccontare l’odierno quotidiano di un paese in forte mutazione, quale il nostro in questo momento, sia un obbligo civile e morale di ogni artista e cittadino. E pertanto abbiamo scelto di intraprendere un percorso di forte impegno e di rinnovamento, suggerendo a scrittori contemporanei di scrivere nuova drammaturgia per un nuovo teatro.

Anna, una insegnante di lettere, e Edo, un ex calciatore di serie A, si amano sin dal primo istante in cui si conoscono; e sin dal loro primo incontro parlano di poesia, o meglio, parlano di amore attraverso le parole dei poeti più amati, attraverso le pagine dei libri allineati sugli scaffali della libreria che hanno deciso di aprire insieme e che diventa il luogo segreto, pubblico ma al contempo intimo, dove cresce il loro amore. Ma anche il luogo dove Anna attenderà Edo. Perché lui è andato via, non si sa dove, senza motivo, senza un preavviso, come svanito in un nulla incomprensibile, risucchiato in un’altra dimensione. E Anna dedicherà la sua intera vita nell’attesa di Edo, nonostante la loro figlia, oramai adulta, cerchi di dissuadere la madre sognatrice dall’aspettare qualcuno che sembra non volere o non poter tornare indietro.

Annunci

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...