INTERVISTA CON LENE: il nuovo singolo “Domani e’ un altro giorno” e i prossimi progetti

“Domani è un altro giorno” è il titolo del nuovo singolo della cantautrice milanese Lene (vero nome Elena Ruscitto), da lei scritto insieme a Theo Querel. La canzone parla dei contrasti, in particolare tra i sogni di quando si è ragazzi e la realtà quotidiana di oggi, affrontando diverse tematiche in chiave ironica, tra cui il rapporto tra i giovani e il lavoro.

Appassionata di musica fin da bambina, lene nel 2011 si diploma in pianoforte jazz presso l’Accademia Internazionale della Musica di Milano, partecipa poi alla seconda edizione di “X Factor” con il trio vocale Sisters Of Soul, e alle trasmissioni “Quelli che il calcio” e “X Factor il processo”. Nel corso degli anni successivi collabora per diversi anni con il clarinettista Paolo Tomelleri, con cui si esibisce al teatro Dal Verme di Milano, e con la Monday Orchestra, con cui suona e canta a LaLunga Notte della Batteria. Nel 2015 esce “Ring” in versione digitale. Già dopo la prima settimana in negozio l’album ottiene un buon numero di vendite e di ascolti su Spotify e iTunes. Lo stesso anno è finalista ad Area Sanremo 2016. Nel gennaio 2017 si esibisce al teatro della Società Filarmonica di Macerata, per la manifestazione Musicultura, cui partecipa arrivando tra i sedici finalisti e vincendo nella stessa sera sia il premio della giuria “Un Certain Regard”, che il premio del pubblico “Val di Chienti”. Nell’ agosto 2017 apre il concerto di Marina Rei a Vasto (CH), presso il suggestivo cortile di Palazzo d’Avalos. Nel novembre 2017 si aggiudica il premio “Parole e Dintorni”, assegnato da Riccardo Vitanza, per il miglior brano nel contesto della manifestazione “Note d’Autore”.

Ciao Lene, “Domani è un altro giorno” è il tuo nuovo singolo che parla del contrasto tra i sogni di quando eravamo ragazzi e la realtà di oggi, affrontando anche il tema del rapporto tra giovani e lavoro. Com’è nato questo pezzo?

“Questo pezzo è nato, in maniera del tutto spontanea, un giorno in cui ero a casa con la tonsillite! O meglio, il ritornello di questo pezzo è nato così. Poi mi sono confrontata con il mio coautore e l’abbiamo completato. È per me un pezzo di svolta, rispetto al mio precedente album, Ring, uscito nel 2016, Perché ho voluto raccontare una cosa concreta, con parole concrete; termini che appartengono al quotidiano di ognuno di noi. È vero, affronto il tema del lavoro, ma anche altri temi, come la nostalgia nei confronti di un passato che ci prometteva cose che oggi sono totalmente irraggiungibili, e le relazioni, che per colpa dell’instabilità del lavoro diventano instabili a loro volta. Sicuramente il mio intento era anche quello di sdrammatizzare, e cioè parlare di un argomento “profondo” e molto serio in una maniera del tutto leggera!”.

L’ironia può essere la chiave non per risolvere i problemi ma per affrontarli in modo diverso?

“È sicuramente una chiave per affrontarli in modo diverso. Risolverli, poi, è dura! Anche se secondo me conta molto la predisposizione che uno ha di fronte a un problema. Se è positiva, il problema è per metà risolto! In generale, io penso che la musica sia una forma di evasione, è come se “pensasse al posto tuo”, per questo ho voluto scrivere un pezzo ironico: perché non risultasse troppo pesante all’ascoltatore”.

Come ti sei avvicinata alla musica?

“Mi ci sono avvicinata grazie all’ascolto di molti dischi, soprattutto quelli dei Beatles, che mio padre mi faceva ascoltare da bambina. Ho iniziato a suonare il pianoforte e me ne sono letteralmente innamorata quando ero molto piccola. Da quel momento non l’ho più abbandonata!”.

Quali sono i tuoi artisti di riferimento?

“Sono tanti! Se devo sceglierne alcuni, prima di tutto i Beatles, poi Billie Holiday, Jamie Cullum, gli Oasis…nell’ultimo periodo vado matta per Lana Del Rey”.

Lene_ Foto di Massimo Volta b

credit foto Massimo Volta

Che cosa ti hanno lasciato le esperienze a X Factor, Area Sanremo e Musicultura?

“Ogni esperienza che uno fa nella propria vita secondo me è formativa, anche se alcune si possono, secondo me, evitare. Se dovessi tornare indietro rifarei tutto, tutto tranne X Factor: mi sarei volentieri risparmiata i 7 anni di analisi che sono seguiti a questa esperienza e che ho dovuto affrontare…(sorride). Area Sanremo e Musicultura invece le ricordo con molto piacere, in particolar modo Musicultura; forse anche perché lì ho avuto la possibilità di suonare dei brani scritti da me e questo per un cantautore è il massimo”.

A quali progetti stai lavorando?

“Sto lavorando ad un Ep che uscirà in autunno. Conterrà sicuramente “Domani è un altro giorno” e anche altri brani”.

Sabato 14 luglio Lene presenterà il nuovo singolo live al Ronchi 78 di Milano (Via S. Maurilio, 7 – ingresso libero), alle ore 22.00, accompagnata alla chitarra da Renato Caruso.

di Francesca Monti

Annunci

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...