INTERVISTA CON I BLONDE BROTHERS: “Hey Hey Hey è un disco che parla dei valori in cui noi crediamo”

Si intitola “Hey Hey Hey” (Pdb Records) il nuovo album dei Blonde Brothers, il fortissimo duo composto dai fratelli Luca e Francesco Baù.

Il progetto nasce dall’intensa attività live dei due artisti e dalla loro continua ricerca musicale, contiene 15 tracce in inglese e in italiano con un finale in francese, e spazia nel sound dal country-pop all’electro-country fino ad arrivare al country-reggaeton.

Il disco è stato anticipato dal singolo “California (mi manchi tu)”, che è accompagnato da un video girato durante il tour dei Blonde Brothers negli Stati Uniti, tra l’incredibile città di Los Angeles, il quartiere di Hollywood, la sfavillante Las Vegas e i meravigliosi paesaggi di Calico Monument Valley, Grand Canyon e San Diego. La regia è di Dj Tilo, con il supporto di Jessica Filippi Farmar.

Nel 2013 i Blonde Brothers hanno preso parte ad Area Sanremo e hanno realizzato un tour in Australia, mentre nel 2017 si sono classificati secondi nello show di Canale 5 The Winner Is condotto da Gerry Scotti. Quest’estate sono stati invece protagonisti di moltissimi appuntamenti live, tra cui quello a Padova a Prato della Valle e il concerto a Santa Caterina, accanto a I Camaleonti.

Abbiamo fatto una piacevole chiacchierata con i Blonde Brothers, ecco cosa ci hanno raccontato.

COVER DISCO

Ciao ragazzi, ci raccontate com’è nato il vostro disco Hey Hey Hey?

Luca: “Innanzitutto nasce da un percorso di tanti singoli che abbiamo scritto e registrato nel corso di questi ultimi tre anni ed è un disco che parla soprattutto dei valori in cui noi crediamo, la libertà, il credere in se stessi e il non arrendersi nei momenti difficili, e quindi lo sentiamo molto vicino a noi soprattutto in questo periodo”.

Francesco: “Racconta anche di come a volte dobbiamo imparare a inseguire i nostri sogni e la nostra vocazione nella vita. Il disco ha delle sonorità electro-country, un genere in cui crediamo molto anche perché secondo noi in Italia potrebbe avere mercato ed essere compreso dalle persone”.

Il disco è stato anticipato dal singolo “California (mi manchi tu video)”, il cui video è stato girato negli incantevoli scenari naturalistici degli Stati Uniti durante il vostro tour. Che differenza avete riscontrato, anche nel modo di approcciarsi alla musica, tra il pubblico americano e quello italiano?

Luca: “Innanzitutto in America il genere che noi facciamo è molto ascoltato quindi ci sentivamo a casa. Il pubblico americano è vivo e attento anche se cantavamo in italiano, ma questo succede anche quando cantiamo in Italia. Per quanto riguarda il video del singolo gli scenari sono pazzeschi, siamo stati nel Grand Canyon, nel deserto del Joshua Tree ed è stato fantastico”.

Francesco: “Gli americani sono aperti al diverso, siamo stati accolti bene anche se per certi aspetti non eravamo molto diversi da loro perché come diceva Luca il nostro genere si avvicina al mondo musicale americano. E poi quando eravamo piccoli nostro papà ci faceva ascoltare Simon & Garfunkel e Bruce Springsteen”.

C’è una traccia tra quelle di Hey Hey Hey a cui siete piu’ legati?

Luca: “Forse Hey hey hey che dà il titolo al disco perché racconta il modo in cui viviamo al giorno d’oggi, siamo tutti legati ai social e al computer e ci dimentichiamo di stare con le persone. Spesso siamo chiusi in una camera ma nonostante siamo collegati con il resto del mondo in realtà siamo soli”.

Come si è sviluppato il featuring con i Two Crazy Guys?

Francesco: “E’ stato fantastico perché hanno dato una veste nuova alla canzone, noi eravamo legati alla versione originale di Burning sheets ma loro hanno trovato il modo per renderla ancora piu’ bella con sonorità a cui noi non avremmo mai pensato”.

Com’è nato il vostro duo Blonde Brothers?

Francesco: “Inizialmente Luca ed io avevamo dei gruppi separati con cui suonavamo, poi con il tempo abbiamo capito che lavorando insieme e utilizzando le doppie voci potevamo essere qualcosa di originale, di diverso soprattutto in Italia e quindi ci è venuto spontaneo mentre componevamo le canzoni avvicinarci al mondo delle sonorità country. Del resto avevamo una predisposizione naturale essendo fratelli e ascoltando la stessa musica. Siamo nati sul divano di casa perché lì per gioco componevamo le musiche e i testi e abbiamo iniziato a scrivere le canzoni”.

Tra le varie esperienze che avete fatto in questi ultimi anni ci sono Area Sanremo e The Winner is. Che cosa vi hanno lasciato?

Luca: “Entrambe sono state esperienze fantastiche. Ad Area Sanremo gli addetti alla musica ci hanno aperto un po’ gli occhi su quello che era il mondo della discografia e della scrittura delle canzoni e abbiamo conosciuto anche tanti ragazzi che scrivono, suonano, cantano e creato rapporti di amicizia con loro che durano ancor oggi. Quando abbiamo preso parte a The winner is eravamo super agitati perché 4 milioni di persone ci guardavano in tv ed è stata un’emozione gigantesca. Ringraziamo tutto lo staff che ci ha fatto sentire a casa”.

Francesco: “Non pensavamo di arrivare alla finalissima perché c’erano tanti cantanti bravi che stimavamo e quindi è stato un grande risultato per noi riuscire a durare così tanto nel programma”.

Un disco che contiene canzoni sia in italiano che in inglese, con un finale in francese. Avete in programma di presentarlo live in Italia e all’estero, magari tornando in Australia e negli Stati Uniti?

Luca e Francesco: “Nei prossimi giorni annunceremo tutte le date del tour, speriamo se ne aggiungano tante, perché il live è la nostra seconda casa, c’è uno scambio di emozioni tra noi e il pubblico e quando vivi questa esperienza cerchi di riviverla il piu’ possibile. Presenteremo i brani del nuovo disco ma canteremo anche altre canzoni del nostro repertorio. Inizieremo con dei live in Italia e poi faremo anche delle date all’estero. Speriamo di tornare anche in America e in Australia”.

Questa la tracklist “Hey Hey Hey”:

  1. FLYING LIKE A BIRD
  2. CREDI IN TE
  3. BURNING SHEETS
  4. CALIFORNIA (Mi Manchi Tu)
  5. LIBERA
  6. SILENCE
  7. MAGGIE
  8. HEY HEY HEY
  9. ALL’HOTEL DELLA STUPIDITÀ
  10. BURNING SHEETS REMIX (Feat. Two Crazy Guys)
  11. FINO ALL’ETERNITÀ (“Silence” Italian Version)
  12. FEELING BLUE (“Credi in te” English Version)
  13. L’INGREDIENTE (“Flying like a bird” Italian Version)
  14. MAGGIE (English Version)
  15. JE T’AI PERDUE (“California” French/English Version)

di Francesca Monti

 

 

Annunci

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...