Francesco De Gregori, nel 2019 un tour residenziale a Roma e uno orchestrale per l’Italia: “Sono sempre andato a cercare dei contesti un po’ anomali in cui suonare”. Il 1° dicembre alle 21,40 su Rai 3 il film “Vero dal Vivo”

Un tour confidenziale al Teatro Garbatella di Roma e uno in giro per l’Italia accompagnato da una grande orchestra. Sono questi i due interessanti progetti che Francesco De Gregori ha presentato alla stampa nella cornice della Fondazione Feltrinelli di Milano.

Dal 28 febbraio al 27 marzo 2019 il Principe della musica italiana terrà una serie di concerti nella piccola sala del Teatro Garbatella di Roma di fronte ad un pubblico di 230 spettatori a sera: “L’idea è di avere in scaletta 20-25 pezzi e aggiungere ogni sera 3-4 brani diversi provandoli soltanto nel pomeriggio con la band, lavorandoci senza troppe sofisticazioni. Mi eccita dare improvvisazione alla mia musica e variare quello che andiamo a fare in ogni live. Saranno concerti piu’ intimi e confidenziali, con una band di quattro elementi (formata da Guido Guglielminetti al basso e contrabbasso, Carlo Gaudiello al piano e tastiere, Paolo Giovenchi alle chitarre e Alessandro Valle alla pedal steel guitar e al mandolino). Sono sempre andato a cercare dei contesti un po’ anomali in cui suonare e credo che nascerà un coinvolgimento differente con il pubblico“.

FDG_locandina_Man DeG Garb

La residenza recente piu’ famosa è quella di Bruce Springsteen a New York:Quello che sta facendo il Boss è bellissimo, lui però ha portato il suo progetto resident a Broadway, io in un teatro parrocchiale. In realtà non mi sono ispirato a lui. L’idea di questi due tour è nata soltanto un mese e mezzo fa. Il primo titolo che volevo dare a questo tour al Teatro Garbatella era Off Broadway, ignorando che il suo spettacolo si chiamasse Springsteen On Broadway. Così affinché non suonasse come una polemica ho cambiato titolo in Off The Record, che mi piace anche di piu’. Inoltre io farò soltanto musica senza lunghe introduzioni parlate“.

In estate invece De Gregori andrà in giro per l’Italia con il “DE GREGORI & ORCHESTRA -GREATEST HITS LIVE” accompagnato da una grande orchestra in un tour che si propone di presentare per la prima volta in un contesto sinfonico i suoi più grandi successi. L’orchestra, composta da quaranta elementi, avrà come nucleo centrale il quartetto degli Gnu Quartet (composto da Raffaele Rebaudengo alla viola, Francesca Rapetti al flauto, Roberto Izzo al violino e Stefano Cabrera al violoncello) oltre alla band che accompagna il cantautore da lungo tempo.

FDG_ORCH_locandina

Per quanto riguarda il progetto orchestrale vorrei realizzare un disco e farlo uscire prima della prossima estate registrando in sala su 2 piste quello che verrà fatto dal vivo con l’orchestra in presa diretta, senza applausi. Finora ho evitato di fare concerti solo con i grandi successi perché so che su 100 persone almeno 30 non ne possono più di sentire La donna cannone, Pablo, Generale, Buonanotte Fiorellino. Invito quindi queste persone a venire ai concerti di Roma dove presenterò anche brani che non canto da tanto tempo, mentre nel De Gregori & Orchestra – Greatest Hits Live canterò le hit ma in chiave orchestrale. L’idea di lavorare con Gnu Quartet è nata dopo l’esibizione al festival RisorgiMarche del 2017. E’ stata un’esperienza bellissima, ho detto a Neri Marcorè che organizzava la kermesse che sarebbe stato bello dare spazio a giovani artisti marchigiani. Così ho conosciuto gli Gnu Quartet, sono molto bravi e mi fido di loro per gli arrangiamenti. Non sentirete la retorica musicale di un’orchestra gestita male”.

Il debutto del tour che si comporrà di 10-12 date è previsto a Roma l’11 giugno nella splendida cornice delle TERME DI CARACALLA. Lo spettacolo sarà successivamente replicato al TEATRO ANTICO di TAORMINA – ME (15 giugno – in attesa di autorizzazione dall’Assessorato Regionale del Turismo), al LUCCA SUMMER FESTIVAL il 30 giugno, all’ARENA DI VERONA il 20 settembre e girerà nel corso di tutta l’estate per i luoghi storici e artistici più belli d’Italia (I biglietti in prevendita su TicketOne.it dalle ore 16.00 di mercoledì 21 novembre, e nei punti vendita abituali dalle ore 11.00 del 28 novembre).

Sono particolarmente felice che la Stagione estiva 2019 alle Terme di Caracalla venga aperta da un evento eccezionale quale il concerto di Francesco De Gregori accompagnato da una grande orchestra – ha dichiarato Carlo Fuortes, sovrintendente del Teatro dell’Opera di Roma – Le Terme di Caracalla da qualche anno a questa parte sono aperte alle eccellenze musicali oltre i rigidi confini dell’opera e della musica classica. E la musica e l’arte di De Gregori, da molti decenni, rappresentano un vertice assoluto della canzone italiana, una delle forme più antiche e nobili del nostro patrimonio musicale. Il concerto di Francesco De Gregori, come inaugurazione, sarà un grande omaggio all’artista amato da tutti gli italiani, ma anche – grazie alla splendida e unica cornice delle Terme di Caracalla – una consacrazione del suo straordinario lavoro artistico“.

Locandina Vero Dal Vivo

Ma non finisce qui. Sabato 1 dicembre alle 21,40 su Rai 3 andrà in onda il film di Daniele Barraco “Vero dal Vivo”, un racconto in presa diretta del tour in Europa e negli Stati Uniti di Francesco De Gregori, presentato in anteprima alla Festa del Cinema di Roma: “Non è un film musicale, si sentono solo 3 canzoni, “Generale”, “La leva calcistica della classe ’68” e “Anema e core” e non sono cantate interamente. In Vero dal Vivo c’è tutta la verità di un gruppo di persone in movimento. È un film fatto di indizi, c’è una spontaneità che non si trova in altre pellicole musicali. E’ un viaggio da Parigi a New York, che rende visibile ma non esaurisce il mistero che porto con me, che è poi quello che ognuno di noi ha. Apre una finestra su un mistero, ma non lo risolve. E’ un film geografico, formato da tante schegge di vita”.

Infine su Anema e core, reinterpretata dal cantante con la moglie Francesca “Chicca” Gobbi negli studi Real World di Peter Gabriel, in versione acustica e orchestrale: “Mi ha fatto tenerezza vedere mia moglie un po’ imbarazzata durante la registrazione della canzone, oggi invece è piu’ sicura di me… E’ un progetto che ci ha coinvolto molto, abbiamo chiesto ad amici napoletani consigli per la pronuncia, ma abbiamo tenuto come totem l’interpretazione di Roberto Murolo. Grazie all’arte di Mimmo Paladino abbiamo creato qualcosa di originale che prima non esisteva“.

di Francesca Monti

 

Annunci

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...