Recensione di “Fortuna”, il nuovo disco di Emma Marrone. Tra i brani anche “A mano disarmata” scritta da Giovanni Caccamo e ispirata dalla storia di Federica Angeli

“Fortuna” è il nuovo disco di inediti di Emma Marrone, il settimo della sua quasi decennale carriera. Un progetto in cui l’artista mostra tutte le sue sfumature vocali, spaziando da brani con un sound piu’ elettronico alle intense ballad che arrivano dritte al cuore, in un viaggio lungo 14 brani, tre dei quali da lei stessa scritti (“Fortuna”, “Alibi” e “Dimmelo Veramente”).

La produzione è affidata a Dardust insieme a Luca Mattioni, Elisa e Frenetik & Orang3, ma il disco vanta anche la collaborazione con importanti autori, da Vasco Rossi e Gaetano Curreri, passando per Franco 126, Maurizio Carucci degli Ex-Otago, Davide  Petrella, Gerardo Pulli, Piero Romitelli, Davide Simonetta, Diego Mancino, Amara, Giulia  Anania, Giovanni Caccamo, Antonio Maggio, Lorenzo Vizzini e molti altri.

“Più gira male e più mi va bene, piu’ dite male e piu’ mi va bene”, è il mantra presente nella titletrack “Fortuna”, che apre l’album e riassume la filosofia di vita di Emma, una vera combattente, che attraverso questa canzone invita tutti a lottare per i propri sogni senza arrendersi, cercando di vedere sempre il lato positivo delle cose e fregandosene delle cattiverie gratuite di chi parla o giudica senza conoscere le persone.

La seconda traccia è il singolo che ha anticipato il progetto, “Io sono bella”, un brano rockeggiante e trascinante che porta la firma di Vasco Rossi, da sempre un mito per Emma, e di Gaetano Curreri. Il pezzo che forse spiazza e stupisce di piu’ è “Stupida allegria”, che vede la collaborazione di Franco 126, con un sound tra l’elettronico e l’etnico, in cui esce il lato piu’ ruvido e malinconico dell’artista.

Si arriva poi a “Luci blu”, una ballad d’amore dolce ed emozionante (“C’era tutto io e te e quelle luci blu”, “Ora si spengono le luci e tu non volermi male se ti ho lasciato andare”). Una storia finita ma affrontata con leggerezza e ironia è al centro di “Quando l’amore finisce”, mentre in “Alibi” Emma racconta quello che ha imparato sul vero amore che non necessita di essere mostrato sui social ma di essere protetto dal mondo essendo un bene prezioso.

“Mascara” è una canzone allegra e divertente scritta da Elisa e Davide Petrella, mentre ne “I grandi progetti” torna il lato piu’ intimo e romantico della cantautrice salentina che parla della necessità di fare ciò che ci fa stare bene e di avere fiducia in se stessi e negli altri. “Manifesto” è invece un inno all’amore in tutte le sue forme e le sue sfumature, “Succede che” invita a tenersi per mano e guardare il mondo insieme, mentre “Dimmelo veramente” parla del modo di vivere la vita e i sentimenti in una società come quella odierna che corre veloce e in cui a volte diamo importanza e dedichiamo tempo a cose che non sono così importanti.

Ci sono poi “Corri”, scritta da Daniele Magro, con un sound moderno e quasi ipnotico in cui la potenza vocale dell’artista esplode nel finale e “Basti solo tu”, una dichiarazione d’amore poetica scritta da Antonio Maggio e Amara (“Portami dove vuoi portami lontano e non lasciarmi piu’ la vita è un quadro bianco da dipingere con i colori delle scelte di ogni giorno”).

Il disco si chiude con “A mano disarmata”, scritto da Giovanni Caccamo con Lorenzo Vizzini e ispirato alla storia di Federica Angeli, giornalista di La Repubblica che da sei anni vive sotto scorta in seguito alle minacce ricevute per le sue inchieste sui clan mafiosi a Ostia. In questa poesia in musica Emma, attraverso la sua voce, riesce a dare ancora piu’ forza alla storia di determinazione e coraggio di Federica Angeli (“non ho il coraggio per tenerti stretto e non ti fermerò e la certezza in un presente incerto quella che non ho soltanto le parole sanno essere piu’ forti di me che cerco verità e ancora io non so non so se cambierà”).

Senza nulla togliere ai precedenti lavori, “Fortuna” è forse il disco piu’ bello, completo, variegato tra quelli realizzati finora da Emma.

di Francesca Monti

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...