Intervista con Francesco Paolantoni ed  Emanuela Rossi, protagonisti della nuova web sit-com intitolata QUI PRO QUO

Francesco Paolantoni ed Emanuela Rossi sono i protagonisti della nuova web sit-com intitolata QUI PRO QUO, online dal 15 novembre e diretta da Alessandro Bardani e Paola Pessot che, ispirata al format di Casa Vianello, in cinque puntate, con leggerezza e ironia, punta a eliminare quel tabù tipicamente maschile che porta spesso ad una mancata quanto necessaria prevenzione del tumore alla prostata.

QUI PRO QUO lancia dei messaggi chiari: gli uomini non ne parlano, ma il problema c’è ed è inutile nasconderlo, meglio invece essere proattivi perché grazie alla prevenzione e alla diagnosi precoce, oggi anche il cancro alla prostata si può curare. E che in tutto ciò il ruolo della donna che vigila e sprona può rivelarsi fondamentale per la salute di tutta la famiglia.

Novembre è il mese della prevenzione del tumore della prostata e la web sit-com è il punto di forza della campagna di sensibilizzazione QUI PRO QUO – Salute della prostata: stop agli equivoci, sì alla prevenzione, promossa da Europa Uomo e ONDA con la sponsorizzazione non condizionante di Astellas.

Intervista con Francesco Paolantoni:

paolantoni

credit foto Facebook

Francesco, è il protagonista maschile della nuova web sit-com “Qui Pro Quo”, legata a un’importante campagna di sensibilizzazione sul tumore alla prostata. Cosa può raccontarci a riguardo?

“Abbiamo usato un linguaggio divertente, ironico, leggero per affrontare un tema molto serio e importante, perchè abbiamo la certezza che possa essere piu’ incisivo. Il tumore alla prostata è un problema enorme, subdolo e silente e crediamo che il messaggio possa arrivare bene alle orecchie degli uomini che hanno questo terribile tabu’ della visita dall’urologo, pensando di sentirsi meno virili. Cerchiamo di alleggerire questo sciocco pensiero. Io stesso faccio prevenzione, dobbiamo farla per noi e per le donne che ci stanno accanto e che in qualche modo poi ne pagano le conseguenze”.

Quanto l’arte, in questo caso una web sit-com, può aiutare a sensibilizzare le persone? 

“Credo che quello del web oggi sia il linguaggio piu’ comune che arriva alla gente di ogni età e soprattutto ai giovani che devono capire l’importanza della prevenzione”.

L’abbiamo vista recentemente a “Stasera tutto è possibile” e nella soap “Un posto al sole”. Quali sono i suoi prossimi progetti?

“Ci sono diversi progetti televisivi in cantiere ma questo è un momento storico strano per cui finchè non si concretizzano non posso parlarne”.

Nel corso della sua carriera ha preso parte a importanti programmi tv, film, spettacoli. Qual è l’incontro che è stato piu’ determinante?

“Ho avuto vari incontri importanti nel corso della mia vita, il primo è stato quello con Renzo Arbore con cui ho partecipato a Indietro Tutta, un programma che è passato poi alla storia. Poi non posso non citare “Mai dire gol” con la Gialappa’s Band che mi ha consacrato al grande pubblico, “Quelli che il calcio” con Fabio Fazio, nel cinema l’incontro con Paolo Virzì con cui ho lavorato per il film “Baci e abbracci” di cui conservo un bellissimo ricordo”.

Intervista con Emanuela Rossi:

rossi

credit foto Facebook

Emanuela, è la protagonista femminile della nuova web sit-com “Qui Pro Quo”, legata a un’importante campagna di sensibilizzazione sul tumore alla prostata. Com’è stata coinvolta in questa iniziativa?

“Mi ha telefonato un giorno Nicola Liguori che è il produttore di questa web sit-com, me ne ha parlato, mi ha spiegato il modulo narrativo che avevano deciso di seguire per sensibilizzare sul tema, mi è sembrato interessante e mi ha fatto piacere partecipare perchè dà uno scopo sociale al nostro lavoro”.

Una web sit -com che utilizza un linguaggio ironico per parlare di un tema importante…

“E’ stato utilizzato un linguaggio ironico, leggero, tipico della commedia per arrivare in modo diretto alle persone e raccontare la storia di questa coppia in cui la moglie tenta di convincere il marito che la prevenzione è importante e ti salva, prevenendo malattie che purtroppo sono in aumento e rappresentano il male di questo secolo”.

Quanto l’arte, in questo caso una web sit-com, può aiutare a sensibilizzare le persone? 

“C’è una forma di prevenzione nei confronti della prevenzione, nel senso che hai paura di essere malato e quindi non vai a fare i controlli. Invece questa sit-com spiega in modo molto chiaro, leggero e divertente che non è così, anche la prevenzione è fondamentale. Quale mezzo migliore del web che è frequentato da persone di tutte le età per passare questo messaggio… Bisogna educare alla prevenzione anche i giovani”.

In quali progetti come attrice e doppiatrice (è la voce italiana di celebri attrici come Michelle Pfeiffer ed Emma Thompson) sarà prossimamente impegnata?

“Al momento ho interrotto la mia tournée abituale con una commedia divertente che parlava di accoglienza dal titolo “Bukurosh mio nipote” per dedicarmi ad altri progetti. Sono sempre impegnata nel doppiaggio che è la mia attività principale, sono candidata per ricevere un premio come miglior voce per il film “Maleficent” dove doppio Michelle Pfeiffer e sto preparando un lavoro teatrale che credo presenterò soltanto a Roma per quest’anno. E’ uno spettacolo al femminile in cui interpreto piu’ donne che parlano dei loro problemi. Mi voglio divertire in vari ruoli”.

Questa la trama della prima puntata visibile su: https://www.prostataquiproquo.it/web-fiction/episodio-1-un-passo-alla-volta/

Un passo alla volta Francesco ha deciso di dare retta a sua moglie: comincerà ad andare in palestra. Durante la visita per il certificato, il medico di famiglia gli raccomanda di fare le analisi del sangue per il dosaggio del PSA (antigene prostatico specifico) consigliato per gli uomini dopo i 50 anni con casi in famiglia di tumore della prostata. Alla parola “tumore” Francesco trasale e, tornato a casa, inizia subito a darsi da fare per cercare informazioni. Ma le fonti a cui si affida non sono delle migliori…

di Francesca Monti

 

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...